Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Zebre Rugby: dall’Australia un nuovo rinforzo in prima linea

Entro fine mese dovrebbe arrivare a Parma Cruze Ah-Nau, pilone dei Melbourne Rebels
ph. Luca Sighinolfi

ph. Luca Sighinolfi

Le Zebre rinfoltiscono la rosa in prima linea con l’ingaggio dell’australiano Cruze Ah-Nau, pilone classe 1990 proveniente dai Melbourne Rebels. A riportare la notizia è la Gazzetta di Parma, secondo cui il giocatore aussie dovrebbe unirsi alla squadra entro la fine del mese. Di padre samoano e madre polacca, Ah-Nau (181cm x 111kg) militava nei Rebels dal 2013 e aveva debuttato con la maglia della franchigia nel test giocato contro i British & Irish Lions, oltre a far parte della rosa australiana ai Mondiali Under 20 nel 2010.Nell’ultima stagione di Super Rugby ha collezionato sei presenze, di cui due partendo da titolare per un totale di 202 minuti giocati; può giocare sia sul lato sinistro che destro.

 

Restando in prima linea, sempre dalla Gazzetta di Parma si legge che l’altro recente innesto nel ruolo di pilone, l’argentino Eduardo Bello, sarà a disposizione di Michael Bradley per il tour in Sudafrica contro Cheetahs e Kings, mentre Tommaso d’Apice resterà ai box per circa un mese a causa di uno stiramento.

 


onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



20 risposte a “Zebre Rugby: dall’Australia un nuovo rinforzo in prima linea”

  1. M. scrive:

    Buona: ora serve una seconda e almeno un utility… Senza contare che per un mese hanno solo un tallonatore di ruolo, si andrà di permit? Panico non mi pare abbia mostrato di essere in grado di fare quel ruolo anche se una volta ci giocava.

  2. leo64 scrive:

    Qualcuno ha notizie di Amafasaga? E me piaceva.

  3. Maxwell scrive:

    Giusto così.
    Dopo putanae a Treviso
    Putanau a Parma

  4. Tia scrive:

    Premesso che:
    – preferito un giovinastro italico (sempre se ne sono rimasti di profili interessanti),
    – visto che anche l’A.D. Delledonne ha esplicitamente parlato di franchigia di sviluppo legata a doppio filo con la Nazionale,
    spero che questo australiano abbia anche doti di ball carrier, perchè in mezzo al campo ne abbiamo proprio bisogno (visto la sterilità manifestata sabato…)

    Ma cercare di riportare Appiah in Italia? Non so se farà minutaggio quest’anno, e spero di si, ma se così non fosse un pensiero per il prossimo anno lo farei fossi in De Rossi

  5. parega scrive:

    Ma un pilone in australia dove e’ il ruolo piu’ scarso al mondo ?
    Nn ho parole
    Meglio un italiano d serie c

  6. Dusty scrive:

    Ma gliel’hanno detto che la birra del terzo tempo se la deve pagare di tasca sua? ;-)

  7. Stefo scrive:

    Io non voglio fare polemiche, ma squadra di sviluppo che in un ruolo in cui l’Italia non ha problemi di produzione di giocatori interessanti se va a prendere uno in Argentina (e uno dice vabbeh, sai i piloni argentini son fortini) ed uno in Australia…beh se poi uno dice che sono scelte un po’ del piffero qualcuno si arrabbia.

    Io capisco Gaffney, capisco Sisi, capisco Bordoli…ci possono stare tutti, capisco un pilone che possa giocare da entrambi i lati ma di nuovo andare a prenderee due signor nessuno (perche’ non hanno preso Mtawarira e Franks)in un ruolo dove giovani interessanti ce ne sarebbero non lo capisco

    • Hullalla scrive:

      L’unico beneficio del dubbio che mi é sorto é che in quel ruolo gli ingaggi in Eccelenza siano superiori a quelli che si possono permettere le Zebre, e/o che a questo punto della stagione le Zebre non siano in grado di strappare una rescissione dei contratti dei piloni di Eccellenza.

      Ci troviamo a dover sperare che le ragioni siano di questo tipo :(

  8. Teo_8 scrive:

    Non aspettatevi molto da Ah-Nau..lo “vedo” da 2 stagioni qui a Melbourne e di campo ne ha visto ben poco…giocava spesso scampoli di partita, aveva iniziato le prime 1-2 partite di SR da titolare quest’anno (soprattutto a causa di varie assenza, tra cui quella di Toby Smith) ma poi e’ sparito…insomma, tra lui e De Marchi scelgo 10 volte De Marchi!
    Come qualcun altro ha scritto, acquisto low cost senza particolare senso..

  9. malpensante scrive:

    E sviluppiamoli dunque ‘sti argentini e australiani, che ne hanno tanto bisogno. Un Nobel alla solidarietà ce lo meritiamo tutto. Oh, qui siamo non a mille, ma a centomila miglia: si vede subito la svolta e la differenza del nuovo management. Una discontinuità davvero impressionante.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento