Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Quanti e dove sono i campi da rugby in Italia?

La risposta arriva da un minuzioso e singolare lavoro di mappatura

campi rugby italia

Ma in Italia, quanti campi da rugby ci sono? E dove sono? Se almeno una volta nella vostra vita vi siete posti questa domanda, ora avete la risposta. E il tutto grazie ad Enzo Calabrò, che con il supporto di altri volenterosi aiutanti dei comitati regionali ha censito i 410 cambi da rugby presenti nel nostro paese. Per localizzarli e avere tutte le informazioni basta visitare l’apposita sezione del sito del Bologna Rugby e iniziare il tour ovale regione per regione. La mappa è ottimizzata per essere utilizzata con Chrome e grazie a Maps permette di essere utilizzata con la funzione navigatore.

 

Eventuali segnalazioni possono essere comunicate all’indirizzo info@bolognarugby.it.

Facebook

onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



20 risposte a “Quanti e dove sono i campi da rugby in Italia?”

  1. ginomonza scrive:

    E’ quasi incredibile che a Firenze,Prato,Livorno ci siano più campi che a Milano!

    • And scrive:

      perchè in Toscana chiunque a qualsiasi età gioca a calcio, quindi ci sono campi pressochè ovunque. Molti di questi negli ultimi anni sono stati abbandonati per la crisi del calcio dilettantistico (molte società si sono fuse) e alcuni sono stati occupati dai nascenti club di rugby amatoriale, almeno così vedo che è accaduto nella mia zona.

  2. NZ74 scrive:

    Manca il Campo di Bondanello (Mantova) dove giocano i Caimani Rugby militanti nel girone 3 in Serie B

  3. Hullalla scrive:

    Che bella (e utilissima) iniziativa!

  4. Meridion scrive:

    In Campania credo manchi il Cimitile

  5. zappinbo scrive:

    a Bolzano il campo non c’è

  6. Giovanni scrive:

    Iniziativa privata che sopperisce all’inerzia del pubblico: chissà se in FIR sapevano quali e quanti campi ci sono in giro per la Penisola…
    OT (ma non troppo): http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/06/federazioni-al-voto-per-sport-la-casta-dei-presidenti-per-sempre-jury-chechi-sistema-non-permette-il-cambiamento/3292013/
    “Dal Coni fanno notare che in ben sette la guida è cambiata. Ma in molti casi si tratta di un falso rinnovamento: come nella vela o nel judo, nella ginnastica o nel motociclismo, dove il nuovo presidente non è altro che il vice di quello vecchio.”
    Mi ricorda qualcosa. O qualcuno.

  7. Dusty scrive:

    1668 km tra il campo di Livigno (SO) e quello di di Modica (RG)

  8. tunga scrive:

    l iniziativa è davvero bella. complimenti.
    da qui dovrebbe partire un progetto politico strategico…….fantascienza?

  9. And scrive:

    interessante…si scoprono campi che manco si sapeva che esistessero, anche nella propria zona di competenza. Io per esempio pensavo che la squadra amatoriale della mia zona giocasse in un certo campo, mentre invece gioca in un altro di cui ignoravo l’esistenza, e da piccolino giocavo a calcio e ho bazzicato ogni campo nel raggio di 50km. Vado a vedere dov’è ed è un campo da calcio
    convertito con l’H montata sulla porta, in una zona di campagna senza segnalazioni stradali.
    Il problema del rugby in Italia non è certo la mancanza di campi, con la crisi del calcio dilettantistico molte società si sono fuse, mentre altre si sono fatte il campo sintettico lasciando il proprio campo. Quindi molti sono stati abbandonati e teoricamente disponibili x nuovi rugbisti in erba.

  10. giobart scrive:

    A Jesi abbiamo anche un campo in sintetico, ma comunque la zona è sempre la stessa.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento