Seguici su Facebook Twitter Google+ Pinterest Instagram YouTube Feed Rss
Login        

Challenge Cup: Benetton Treviso, il bis è servito! Bayonne battuto 21-17

I Leoni costruisco il successo nel primo tempo, poi lo difendono (anche in 13)
benetton treviso rugby

ph. Benetton Treviso

La Benetton Treviso bissa a Monigo il successo esterno della scorsa settimana a Bayonne e conquista la seconda vittoria consecutiva.

 

Dopo quattro minuti Allan va in piazzola ma senza successo. I primi punti del match sono di marca francese, con il piede di Lagarde che al decimo centra i pali di Monigo. Tra il ’15 e il ’18 una meta per parte cambiano il tabellino ma non il gap: prima va a segno Tisseron che recupera l’ovale dopo azione rocambolesca, poi Odiete raccoglie l’assist di Tebaldi e si invola indisturbato in meta. Il momentum è favorevole ai Leoni che al ’25 marcano ancora: la maul avanzante guadagna terreno e Luca Bigi schiaccia. A tre dal termine del primo tempo la terza meta veneta, su concessione tecnica del direttore di gara. Allo scadere Allan non è preciso per aggiungere ulteriori tre punti e il primo tempo si chiude sul 21-10 Benetton.

 

Dopo dieci minuto di ripresa Treviso resta in 14 per il giallo a Steyn e Bayonne forte della superiorità numerica marca con Lacroix la meta che convertita riapre il match. Le cose si complicano terribilmente con un altro giallo, questa volta a Sperandio, che costronge i Leoni ad alcuni minuti in 13. Ristabilita la parità numerica i padroni di casa tornano nella metà campo ospite, ma il piede di McKinley non è preciso. Finisce 21-17.

 

Benetton Treviso: David Odiete, Angelo Esposito, Luca Morisi, Luke McLean (c), Luca Sperandio, Tommaso Allan, Tito Tebaldi, Robert Barbieri, Marco Lazzaroni, Abraham Steyn, Dean Budd, Marco Fuser, Simone Ferrari, Luca Bigi, Nicola Quaglio
A disposizione: Roberto Santamaria, Alberto De Marchi, Matteo Zanusso, Jeff Montauriol, Andrea Pratichetti, Giorgio Bronzini, Ian McKinley, Alberto Sgarbi

Marcatori Benetton Treviso
Mete: Odiete (18), Bigi (25), penalità (37)
Conversioni: Allan (18, 25, 37)
Punizioni:

 

Bayonne: 15 Benjamin Thiery, 14 Ryan Tongia, 13 Bastien Fuster, 12 Thibault Lacroix, 11 Julien Tisseron, 10 Raphael Lagarde, 9 Bastien Duhalde, 8 Jean-Blaise Lespinasse 7 Dion Evrard Oulai, 6 Arnaud Duputs, 5 Pelu Ian Taele, 4 Guillaume Ducat, 3 Ben Broster, 2 David Menage, 1 Davit Khinchagishvili,
A disposizione: 16 Jose Ramon Ayarza, 17 Jérôme Schuster, 18 Jon Zabala Arrieta, 19 Pablo Huete, 20 Lucas Meret, 21 Maka Polutele, 22 Tanerau Latimer, 23 Maile Mamao

Marcatori Bayonne
Mete: Tisseron (15), Lacroix  (54)
Conversioni: Lagarde (16, 17)
Punizioni: Lagarde (10)

Facebook

onrugby.it © riproduzione riservata

ULTIME NOTIZIE IN QUESTA CATEGORIA



67 risposte a “Challenge Cup: Benetton Treviso, il bis è servito! Bayonne battuto 21-17”

  1. fabrio13H scrive:

    Vincere è molto meglio che perdere, tanto per parafrasare Catalano; però il nostro livello è quello che sappiamo, come conferma ciò che sta succedendo in questo momento sul campo di Toulouse, alle Zebre.

  2. QUEO MAGRO scrive:

    Magnifico!!!!!! :D proprio la vittoria che ci voleva! Continuità…Grandi Leoni!!!

  3. Rabbidaniel scrive:

    Benissimo vincere la seconda. Ora conservare mentalità per il campionato.

  4. parega scrive:

    per chi era al monigo…come hanno giocato bigi e odiete ?

  5. ivanot scrive:

    Bigi secondo me è fortissimo, quando manca si vede oggi bene, Odiete speriamo non si sia fatto nulla.

    • parega scrive:

      infortunato ?
      bigio e’ davvero forte…deve solo trovare continuita’ per coninuare a migliorarsi

      • ermy scrive:

        Bigi molto bene, solo un lancio storto, ma va bè… in mischia nei secondi ’20 con Ferrari e Quaglio hanno disposto a piacimento di una prima linea fancese, ad onor del vero, modesta… il loro tallonatore sembrava quello che non gioca mai e lo chiamano proprio quando non ce n’è un’altro! :D
        Odiete sembra migliorato con la cura Crowley e giocando con un pò di continuità… la meta è al 90% del tanto criticato Tebaldi che fugge in mezzo al campo sui 10 e serve un ottimo off load sui 22 a Odiete, bravo a salire, che deve solo andare in mezzo ai pali…

  6. Pumba scrive:

    Scusate il francesismo ma… minchia !! Bravi leoni , la continuità era quello ci voleva , complimenti

  7. Zamax scrive:

    Scusate, sono un po’ deluso. Alla fine del primo tempo sembrava che i francesi fossero sul punto di rottura, e invece nel secondo tempo il Benetton non è quasi pervenuto. E’ entrato molle in campo, ha lasciato l’iniziativa ai francesi che hanno preso coraggio e non è più riuscito a rovesciare l’inerzia della partita. Niente bonus e vittoria a rischio fino all’ultimo secondo. Secondo me è stato soprattutto un calo colpevole di concentrazione, vedansi anche i due stupidissimi (ma meritati) gialli rimediati.

    • ermy scrive:

      Sono d’accordo con te… i parziali in fondo parlano da soli : 0-10 primi ’20, 21-0 secondi ’20 e 0-7 in tutti gli ultimi ’40.
      Ho trovato i francesi di livello veramente modesto, soprattutto in mischia, e non sto dicendo che fossero la seconda squadra!!!
      Nel secondo tempo Zanusso-Santamaria-Pasquali sono andati pure in difficoltà…
      Insomma, la quarta meta e la fine della partita in 40′ si poteva tranquillamente raggiungere. Invece no, a tremare fino all’80’!
      Comunque 3 vittorie 3 contro il pro 14, ora vediamo in pro 12!

      • giomarch scrive:

        Pasquali?
        Il sito dava de marchi in panca per cui pensavo zanusso a dx..
        Chi e come ha giocato in prima nel secondo tempo?
        Montariol è entrato?
        Scusate ma non ho trovato uno streaming e l’articolo non dice molto più dell’account Twitter del Benetton..

        • ermy scrive:

          Si, Pasquali con Zanusso a sx e Santamaria. Per me non hanno giocato bene. Nel primo tempo la loro mischia andava spesso indietro… fino alla meta tecnica. Con i cambi il tutto si è normalizzzato. Si Mountariol è entrato nel secondo.

      • Zamax scrive:

        Loro avevano una squadra “leggerina” con un bel numero di giovanotti piuttosto sguscianti e bravi a muovere l’ovale alla mano che hanno messo un po’ in difficoltà il Benetton nei primi minuti. Però dopo che i trevigiani hanno preso loro le misure, sono andati in difficoltà. Nelle mischie la loro unica di preoccupazione era di tallonare e tirare fuori l’ovale il più presto possibile, ma non sempre ci riuscivano. Mi aspettavo che nel secondo tempo i trevigiani continuassero a metterli sotto pressione con un po’ di mestiere e chiudessero la partita nel primo quarto d’ora. Purtroppo, ripeto, sono rientrati in campo troppo rilassati e hanno rischiato il suicidio. C’è anche da dire che i nostri hanno fallito tre calci piazzati fattibilissimi.

        • ermy scrive:

          Infatti, l’impressione era quella… L’1 e il 2 erano imbarazzanti a livello fisico…
          Però non dico che fosse la seconda o terza squadra, mi piacerebbe sapere da chi conosce il rugby francese… per capire il livello, mica per niente! :)
          Cioè, se questi giocano veramente il Pro 14, allora il nostro livello non è poi così male… e quello del Pro 12 è superiore, e lo dimostrano i risultati di Irlanda e Scozia sia nei test che in Champions…

          • albe scrive:

            @ermy, nel Bayonne c era quasi nessuno che gioca in Top14, il Bayonne e’ a rischio fortissimo retrocessione e della Challenge frega niente… Ma evito di scriverlo perché poi partono le critiche…

          • ermy scrive:

            grazie della delucidazione Albe, io non seguo l’oltralpe…
            Si, dai, dal freddo mi sono fatto quasi tutto il secondo tempo su e giù seguendo il gioco per scaldarmi :) e osservandoli da vicino si vedeva che il livello, anche fisico, era bassino… ma qui ormai bisogna stare attenti a parlare se no partono i tifosi moralizzatori ed è finita! :D
            Ciò non toglie che due vittorie di fila sono ottime, basta che venerdì non si faccia un derby da sbadigli e poi si ricominci a perdere di 40 punti in giro per i paesi celtici…
            Vedremo!

    • gattonero scrive:

      concordo si doveva fare la quarta meta… non dimentichiamoci i piazzati sbagliati da Allan e McKinley che hanno in parte dato fiducia ai francesi.

  8. Superignazzio scrive:

    Ho letto bene…
    Hanno difeso in 13 e non hanno preso punti!!!

  9. bangkok scrive:

    Partita da vincere col bonus ed invece………
    Nel secondo tempo 2 gialli – e quello a Sperandio poteva essere tranquillamente un rosso – ed una mischia (prima linea) molto meno performante hanno permesso ai francesi di restare in partita.
    A Treviso manca preferibilmente un secondo pilone dx forte, x adesso Pasquali sta pagando pesantemente il livello.
    Contento x i rientri di Barbieri e Mountariol, spero che Odiete non vada ad aggiungersi agli occupanti infermeria x tempi lunghi.
    Seconda vittoria che fa morale ma che non deve illudere. L’eventuale vittoria nel derby avrebbe decisamente tutt’altro impatto.

    • bangkok scrive:

      A Treviso manca TERRIBILMENTE non preferibilmente

    • zappinbo scrive:

      cosa ha fatto Sperandio?

    • mamo scrive:

      Cia Bangkok,
      aspettavo il tuo commento (Jock aveva scritto che eri al Monigo) ma porca miseria neanche un briciolo di entusiasmo :D
      Devo sapere da @Ermy, proprio da lui ;) , che il mio Furetto ha giocato bene (se @Ermy dice bene son sicuro che abbia fatto un partitone) e che Ferrari-Bigi-Zanusso sono stati ottimi ?
      Almeno dimmi come ha giocato Allan (ma non lasciarti andare, proprio su di lui, a incontenibili entusiasmi :). ).
      P.s. mi dispiace non vederti il 23.

      • ermy scrive:

        Mamo, ma guarda che io non ho niente contro Odiete! :)
        Io analizzo solo i fatti… i tifosi hanno le simpatie/antipatie…
        Ho detto che mi pare migliorato, cioè più consistente nei suoi pro ( vedi il sostegno in attacco all’azione di Tebaldi e la seguente meta) e meno in difficoltà nei suoi contro… però, visto che mi citi, in ogni caso per me non è un’estremo.
        Infatti, come dici tu, deve fare il furetto, l’estremo è un’altra cosa, mi spiace… e non appena compare Hayward sulla scena si capisce a cosa mi riferisco… lasciando perdere Brown, Smith, Dagg, Kearney, etc… etc… :)

  10. parega scrive:

    almeno si e’ vinto
    una volta invece non vincevi neanche contro queste squadre non di titolari
    due vittorie di seguito possono dare morale
    la stagione e’ ancora lunghissima dal finire

  11. Sergio Martin scrive:

    Mah…io non credo… :)

  12. Iterumruditleo scrive:

    Non l’ho vista ma ci speravo. Mi chiedo…. ma se battessimo Gloucester?
    Si qualificano le prime due?

  13. donatella pisaneschi scrive:

    Venendo al derby italico di pro12 se non sbaglio è confermata la diretta di eurosport, ma invece non la disponibilità della partita in “on demand”?
    Sapete qualcos’altro?

  14. Zamax scrive:

    O.T. Nota di colore un po’ stonata: i bianco-celesti di Bayonne giocavano in calzoncini bianchi e maglia verde; i bianco-verdi di Treviso giocavano in calzoncini bianchi e maglia celeste. Ormai è un circo, anche nel rugby.

    • mamo scrive:

      In realtà la maglia del Benetton nelle coppe é proprio bianco azzurra e la squadra ospite si deve adeguare.

      • Zamax scrive:

        Lo so, ovviamente. Faccio solo notare che la la filosofia capricciosa delle maglie che oggi impera porta a questi esiti assurdi. Non credo, però, che per ragioni commerciali-televisive sia necessario cadere nell’assurdo e nel gratuito. Nel caso in questione il celeste o il blu del Benetton troverebbe un fondamento nei colori sociali della squadra prima dell’era Benetton. Pero ricordo maglie di coppa arancioni e verde-evidenziatore… Una volta, in genere, le seconde maglie conservavano in qualche modo i colori sociali. Oggi, appunto, è un circo. Ai tifosi interessano i colori sociali, e solo in seconda istanza la (supposta) bellezza della maglia. Il Benetton, per esempio, potrebbe benissimo una prima divisa bianco-verde con una prevalenza di verde anche sui calzoncini e calzettoni; e una seconda divisa bianco-verde prevalentemente bianca e con opportuni inserimenti verdi, e avrebbe risolto tutti i problemi pratici restando nella tradizione. Parole al vento, probabilmente…

    • Leozama scrive:

      Concordo. Ma tutto sommato la loro seconda verde non stona molto, visto che sono i colori baschi. Sono d’accordo invece sul fatto che comunque noi dovessimo giocare in biancoverde e loro in bianco celeste anche se era una partita di coppa.

  15. Iterumruditleo scrive:

    Ora il derby. Poi dobbiamo radunarci a Monigo il 14 gennaio per battere Gloucester. Quella lì è una partita magari insignificante per i punti, ma non per l’onore e il significato. Io vorrei vedere i Leoni battere gli inglesi davanti a un tutto esaurito per poi assestarci in classifica Pro12.
    E’ il momento di crescere di livello e mentalità vincendo. Per l’anno prossimo servono degli innesti, due o tre, decisivi per portarci veramente a metà classifica.

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento