URC: con il ritorno degli Springboks, un saggio di come potrebbe essere il torneo

Finora le sudafricane hanno giocato depotenziate. Ora, nonostante le difficoltà, un’anticipazione di quello che ci aspetta

United Rugby Championship: le prime dichiarazioni dopo la costituzione del torneo

URC: il ritorno degli Springboks – ph. Anesh Debiky / AFP

Gli Sharks sono la prima squadra ad annunciare la propria formazione titolare per il prossimo turno di United Rugby Championship in programma venerdì e sabato, rielaborato rispetto al calendario originale.

Le squadre sudafricane anticiperanno i derby sudafricani previsti ad inizio febbraio, e gli Sharks giocheranno infatti contro i Bulls. Poi sarà la volta di fermarsi e consentire lo svolgimento delle coppe europee prima di tornare in campo intorno a Natale per il classico turno in cui le franchigie giocano contro le proprie connazionali.

Insomma, c’è tempo fino alla Befana per capire come si svilupperanno le cose con il ritorno di alcune restrizioni di viaggio internazionali, ma nel frattempo le squadre sudafricane possono darci una sorta di anteprima di quello che davvero attende le italiane e le celtiche d’ora in avanti.

Leggi anche: Benetton Rugby: arriva il rinnovo di un veterano biancoverde

Non sarà sfuggito infatti ai più attenti che fino ad oggi le nuove entrate nel torneo hanno giocato depotenziate rispetto alla loro rosa ideale, con l’assenza perenne degli Springboks coinvolti nel tour dei Lions, nel Rugby Championship, nei test di novembre.

Sean Everitt, head coach degli Sharks, è stato il primo ad annunciare una formazione che anche un’affermazione, se si accetta il gioco di parole: Bongi Mbonambi, Siya Kolisi, Makazole Mapimpi, Lukhanyo Am, Sbu Nkosi vanno diretti nel XV titolare della squadra, pronti a fare il proprio debutto nello United Rugby Championship.

“È fantastico avere di nuovo i Boks con noi. Sono tornati in squadra con grande energia ed entusiasmo e si sono comportati da grandi professionisti, mostrando subito gran disciplina e preparazione e facendo da esempio per i giocatori più giovani.”

“Sarà grandioso avere gli spettatori a fare il tifo per noi e sono sicuro che i giocatori produrranno una prestazione all’altezza della gratitudine che hanno per il loro supporto.”

United Rugby Championship: un campionato che, nonostante le difficoltà, potrebbe entrare ora in una nuova fase a livello di qualità che vedremo sui campi.

Sharks: 15 Anthony Volmink, 14 Sbu Nkosi, 13 Jeremy Ward, 12 Lukhanyo Am (c), 11 Makazole Mapimpi, 10 Boeta Chamberlain, 9 Ruaan Pienaar, 8 Phepsi Buthelezi, 7 Jeandre Labuschagne, 6 Siya Kolisi, 5 Hyron Andrews, 4 Ruben van Heerden, 3 Thomas du Toit, 2 Bongi Mbonambi, 1 Ntuthuko Mchunu.
A disposizione: 16 Kerron van Vuuren, 17 Khwezi Mona, 18 Lourens Adrianse, 19 Reniel Hugo, 20 Henco Venter, 21 Sanele Nohaba, 22 Tito Diaz Bonilla, 23 Werner Kok.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
TAG:
item-thumbnail

Galles: Richard Hibbard si ritira con effetto immediato

Uno dei giocatori più riconoscibili dell'ultimo decennio lascia il gioco

item-thumbnail

Munster: l’ingresso di Malakai Fekitoa porterebbe a un’illustre partenza?

Intorno alla franchigia irlandese si disegnano vari scenari di mercato

item-thumbnail

URC, colpaccio Scarlets: arriva Vaea Fifita per il 2022/23

L'ex All Blacks lascerà i Wasps dopo una sola stagione delle tre inizialmente previste

item-thumbnail

URC, decima giornata: le scozzesi volano, Munster batte Ulster in 14

Il rosso a Simon Zebo non impedisce alla Red Army di battere i nordirlandesi al Thomond Park

item-thumbnail

Un’altra stagione per Alun Wyn Jones?

Gli Ospreys sono fiduciosi di convincere il capitano a firmare per un'altra stagione a Swansea

item-thumbnail

Il prossimo head coach di Munster? Paul O’Connell risponde con un sorriso e una battuta

E intanto in Irlanda i bookmakers hanno aperto i libri delle scommesse