Test Match novembre 2021: le formazioni di Scozia-Giappone

Le scelte di Townsend e Joseph per l’ultima sfida di entrambe in questa finestra autunnale

Test Match novembre 2021: le formazioni di Scozia-Giappone

Test Match novembre 2021: le formazioni di Scozia-Giappone (Ph. Sebastiano Pessina)

Per salutare le Autumn Nations Series 2021, Scozia e Giappone si sfideranno sabato 20 novembre (con kick off a partire dalle 14) in una partita a Murrayfield dal sapore speciale, che rievoca la Rugby World Cup 2019, quando – in casa – i nipponici seppero imporsi sulla Rappresentativa del Cardo per strappare il pass verso i quarti di finale dell’ultimo torneo iridato.

Ma l’attualità dice altro: da una parte la formazione di Townsend, che arriva sì dalla sconfitta contro il Sudafrica (15-30), ma che nelle precedenti due uscite si è presa due successi, contro Tonga (60-14) e Australia (15-13), dall’altra quella di Jamie Joseph che, vittoria risicata col Portogallo a parte, sta collezionando solo sconfitte, per di più larghe (60-5 contro l’Irlanda).

Leggi anche, Test match: un primo bilanci(n)o delle squadre dell’Emisfero Sud e del Giappone

Test Match novembre 2021: le formazioni di Scozia-Giappone

Nel XV capitanato da Hogg per i padroni di casa, che si prenderà il consueto slot da estremo nel triangolo allargato formato anche dalle ali Graham e van der Merwe, la coppia di centri sarà formata dal duo Harris-Johnson, con Price e Russell in cabina di regia.
Fra gli avanti: prima linea con Bhatti-Turner-Zander Fagerson, sala macchine occupata dal binomio Cummings-Gilchrist e terza linea con i flanker Ritchie e Watson ai lati di Bayliss, che sarà il numero 8.
A disposizione, pronti a dare il loro contributo a gara in corso, una composizione 6+2: McInally, Schoeman, Sebastian, Skinner, Richardson e Matt Fagerson, oltre a Horne e Kinghorn.

Nella formazione nipponica invece, coi gradi di skipper affidati a Labuschagne, che si sistemerà in terza linea con Leitch e Himeno, quest’ultimo da numero 8, la cerniera dei trequarti è così composta: Fifita-Yamanka-Matsushima nel triangolo allargato, Nakamura-Nakano in mezzo e Nagare-Matsuda in regia.
Il pack, detto della terza linea, prevederà poi Cornelsen e Moore in seconda linea e il trio Millar-Sakate-Valu a occupare gli slot da piloni e da tallonatore.
In panchina, infine, Joseph opta per un classico 5+3: Horikoshi, Inagaki, Kakinaga, Gunter e Tatafu, oltre a Saito, Tamura e Riley.

Scozia: 15 S Hogg (capitano); 14 D Graham, 13 C Harris, 12 S Johnson, 11 D van der Merwe; 10 F Russell , 9 A Price; 1 J Bhatti, 2 G Turner, 3 Z Fagerson, 4 S Cummings, 5 G Gilchrist, 6 J Ritchie, 7 H Watson, J 8 Bayliss.
A disposizione: 16 S McInally, 17 P Schoeman, 18 J Sebastian, 19 S Skinner, 20 D Richardson, 21 M Fagerson, 22 G Horne, 23 B Kinghorn.

Giappone: 15 R Yamanka; 14 K Matsushima, 13 S Nakano, 12 R Nakamura, 11 S Fifita; 10 R Matsuda, Y 9 Nagare; 1 C Millar, 2 A Sakate, 3 A Valu, 4 J Cornelsen, 5 J Moore, 6 M Leitch, 7 P Labuschagne (capitano), 8 K Himeno.
A disposizione: 16 K Horikoshi, 17 K Inagaki, 18 S Kakinaga, 19 B Gunter, 20 T Tatafu, 21 N Saito, 22 Y Tamura, 23 D Riley.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027

item-thumbnail

Samoa pronta a schierare due ex All Blacks contro l’Italia

A novembre l'apertura Lima Sopoaga e il terza linea Steven Luatua potrebbero rafforzare la rosa che ha vinto la Pacific Nations Cup