Irlanda-Nuova Zelanda del 2013: la più grande rimonta nella storia degli All Blacks?

Le immagini di una partita finita dritta negli annali del rugby, con un finale ripetuto e un secondo tempo indimenticabile (non per tutti)

Irlanda-Nuova Zelanda del 2013: la più grande rimonta nella storia degli All Blacks?

Irlanda-Nuova Zelanda del 2013: la più grande rimonta nella storia degli All Blacks?

Non c’è dubbio che sabato Irlanda-All Blacks sarà il test match più interessante a livello internazionale, vista la qualità delle squadre in campo e la rivalità che si è creata negli ultimi anni. Abbastanza incredibilmente infatti i verdi hanno un contro di 2-2 tra vittorie e sconfitte nelle quattro partite giocate con i neozelandesi tra il 2016 e oggi, quindi sabato potrebbe andarsi a chiudere un piccolo cerchio. Dopo 111 anni l’Irlanda riuscì a imporsi per la prima volta nel 2016 a Chicago, replicando due anni dopo a Dublino. In mezzo due successi tutti neri tra Dublino 2016 e i quarti di finale della scorsa Coppa del Mondo.

Leggi anche: All Blacks, ritorno importante per la mediana verso la partita contro la Francia

C’è però una partita che merita una storia a parte, ed è quella appena precedente la striscia considerata: domenica 24 novembre 2013 infatti le due squadre si sono sfidate nell’ultimo test novembrino dell’anno. Aviva Stadium ovviamente stracolmo per spingere la squadra a quella che (allora) sarebbe potuta essere la prima vittoria di sempre contro gli All Blacks, una squadra che aveva una quantità mostruosa di talenti e soprattutto in casa era intrattabile.

Leggi anche: Autumn Nations Series, il programma e le dirette tv e streaming del weekend in arrivo

Dall’altra parte gli All Blacks schieravano il loro meglio in un ambiente quantomeno durissimo da affrontare, e l’inizio infatti fu un vero shock. Murray e Best in meta nei primi 10 minuti, quindi la micidiale fuga di Kearney sull’out sinisto per il 19-0 irlandese al decimo minuto. Gli oceanici sono andati in meta con Savea al 25’, ma un piazzato di Sexton alla mezz’ora ha fissato il parziale sul 22-7 della pausa. 15 infiniti punti da recuperare per una squadra che, una volta di più, ha tradotto in gesti tutte le parole che parlano della sua leggenda.

Leggi anche: Il calendario dei test match dell’autunno 2021

Il secondo tempo di quella partita fu qualcosa di epocale, con Cruden dalla piazzola e la meta di Franks ad accorciare fino al 22-17. Un assurdo quanto inimmaginabile errore di Sexton dalla piazzola ha lasciato il punteggio sul +5 in favore dell’Irlanda, non chiudendo il match che altrimenti sarebbe terminato. Praticamente con il cronometro rosso, e la palla agli avversari, i neozelandesi hanno però messo insieme un’azione for the ages, recuperando l’ovale e dando il là a una serie di cariche immortali. Ecco le immagini di quella indimenticabile domenica irlandese commentate da tanti protagonisti dell’epoca:

 

Pathos e colpi di scena all’ordine del giorno, con la conversione della meta di Crotty che venne fatta ripetere da Nigel Owens a causa della salita anticipata degli irlandesi, una situazione a dir poco rarissima nel mondo ovale. Con questo 22-24 gli All Blacks del 2013 chiusero l’anno da imbattuti, con 14 vittorie in altrettante partite giocate.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

All Blacks, un test in Giappone prima del tour di novembre

Si giocherà il 29 ottobre a Tokyo, prima delle sfide a Inghilterra, Scozia e Galles

item-thumbnail

Mamuka Gorgodze: “Il rugby sta diventando sempre più popolare in Georgia”

La leggenda del rugby georgiano ha commentato anche la vittoria sull'Italia e le nuove tendenze nel rugby nel suo Paese

item-thumbnail

La Francia perde Demba Bamba: lungo periodo di stop per il pilone

Il pilone dei Bleus e di Lione ha chiuso con largo anticipo il suo 2022 sportivo e si rivedrà solo l'anno prossimo

item-thumbnail

Il Rugby Europe Championship sarà a otto squadre dal 2023

Un importante cambiamento per il principale torneo europeo di seconda fascia

item-thumbnail

Dall’Inghilterra si spara a zero su All Blacks e Sam Cane, tirando in ballo Michele Lamaro

Dalle colonne del Times, Stuart Barnes si scaglia contro il capitano degli All Blacks

item-thumbnail

Inghilterra: confermata la fiducia a Eddie Jones, ma il futuro va verso Andy Farrell

La federazione vicecampione del mondo pensa alla Rugby World Cup 2023 ma anche a quella del 2027