Italia, Crowley: “Abbiamo tirato una linea. Da qui si va avanti”

Le parole in conferenza stampa del CT degli Azzurri dopo la partita contro gli All Blacks

Kieran Crowley allenatore Italia rugby All Blacks

Kieran Crowley in campo all’Olimpico prima di Italia-All Blacks – ph. Sebastiano Pessina

“Oggi era la nostra prima uscita. Abbiamo tracciato una linea. Sono piuttosto contento, da qui andiamo avanti.”

Queste le prime parole di Kieran Crowley, Commissario tecnico dell’Italia, dopo la gara dei suoi Azzurri contro la Nuova Zelanda allo Stadio Olimpico di Roma.

Una partita finita 9-47 che ha visto l’Italia crollare nel finale dopo un’ora di alto livello difensivo contro la squadra numero 1 al mondo.

“Abbiamo fatto 190 placcaggi contro gli appena 78 degli All Blacks, la nostra rapidità di salita della linea e l’integrità della stessa sono state molto buone. Abbiamo messo la Nuova Zelanda sotto pressione, e credo che una dimostrazione sia arrivata nel secondo tempo quando abbiamo difeso per 16 fasi consecutive costringendoli ad arretrare e alla fine recuperando il pallone.”

Dopo 65 minuti di gioco l’incontro era ancora sul punteggio di 9-21 che lusingava gli Azzurri, nonostante a Roma non tutto sia andato bene.

“Gli All Blacks sono fortissimi sulle fasi statiche e lo sapevamo – ha affermato il tecnico neozelandese – È stato soprattutto lì che ci hanno messo in difficoltà. Se non ricordo male, le statistiche dicono che abbiamo ottenuto il 77% delle nostre rimesse laterali, e non è abbastanza. Dobbiamo migliorare.”

“In attacco la velocità di uscita del pallone dal punto d’incontro è stata insufficiente e abbiamo subito decisamente troppo nel drive da rimessa laterale.”

“Sono tutte cose che non potremo permetterci contro l’Argentina, una squadra che ha un pack fortissimo e che proprio su questi aspetti fonda il proprio gioco. Anche contro di loro, comunque, il focus sarà posto sulla performance, piuttosto che sul risultato: quest’ultimo, alla fine dei conti, è solo una legittima conseguenza di una prestazione. Dobbiamo avere fiducia nel nostro processo di crescita: se questo sarà corretto, poi i risultati seguiranno.”

Leggi anche: Italia: una buona prima ora azzurra all’Olimpico, ma gli All Blacks vincono 47-9

Insieme a Crowley, nella pancia dell’Olimpico, si è presentato in conferenza stampa Michele Lamaro, dopo la sua prima presenza da capitano alla guida dell’Italia.

“Non penso che il passivo subito negli ultimi venti minuti sia dovuto ad un crollo fisico. È vero che eravamo stanchi, ma loro hanno trovato degli adattamenti tattici che ci hanno messo in difficoltà: hanno incominciato a calciare lungo e in campo, sapendo che poi noi avremmo messo il pallone fuori, concedendogli così di risalire il campo e di sfruttare il predominio nei lanci del gioco.”

“Dobbiamo quindi trarre da qui qualche insegnamento per non farci mettere così sotto pressione e nel contempo trovare soluzioni per conservare qualche energia per il finale.”

Interpellato sulle decisioni arrivate nella prima parte dell’incontro, quando l’Italia più di una volta ha provato ad andare in rimessa laterale invece di prendere la via dei pali, Lamaro si è preso l’intera responsabilità della decisione: “Dopo essermi consultato con Paolo [Garbisi], ho deciso di andare in rimessa laterale per mantenere la pressione offensiva e provare a mettere loro ancora più dubbi.”

Immediato l’intervento di coach Crowley: “Supporto completamente la decisione di Michele. Così presto nella partita, con gli avversari sotto pressione, è stata una buona decisione.”

Tutti sulla stessa linea, quindi, tutti sulla stessa barca. E ora sette giorni per ritrovare energie e concentrazione per provare ad assaltare i Pumas.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Clicca qui, invece, se vuoi saperne di più sulle regole del gioco del Rugby.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Italia, Crowley: “Come numero 10 dietro Allan c’è Da Re”

Il CT e il capitano Michele Lamaro sono intervenuti nella conferenza di presentazione del Sei Nazioni

27 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Innocenti delinea gli obiettivi per il Sei Nazioni: “Mi aspetto almeno due vittorie”

Il presidente federale ha parlato alla presentazione italiana del Torneo

26 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Dove vedere la conferenza stampa di lancio del Sei Nazioni 2023

Come collegarsi alla diretta streaming del Media Day che presenta il Torneo 2023

26 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Crowley: “abbiamo il compito di rendere il rugby divertente per gli spettatori”

Per l'imminente Sei Nazioni il coach degli Azzurri auspica un'Italia che sappia divertirsi e divertire

26 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: il bollettino medico su Matteo Minozzi e Andrea Zambonin

Buone notizie per il trequarti, meno per l'avanti

24 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia, Juan Ignacio Brex: “La parola “vincere” non ci deve preoccupare. Fra i trequarti c’è una chimica splendida”

Il centro azzurro ha spiegato come la nazionale si sta preparando all'esordio nel Sei Nazioni 2023

24 Gennaio 2023 Rugby Azzurro / La Nazionale