All Blacks: Aaron Smith mette in guardia i suoi dal Test Match contro le Fiji

L’esperto mediano di mischia parla anche dell’atmosfera nel gruppo guidato da Ian Foster

All Blacks: Aaron Smith mette in guardia i suoi dal Test Match contro le Fiji

All Blacks: Aaron Smith mette in guardia i suoi dal Test Match contro le Fiji (Ph. Sebastiano Pessina)

Dopo la larghissima vittoria contro Tonga all’orizzonte ci sono le Fiji e in casa All Blacks il clima sembra essersi fatto – tutto a un tratto – più serio. I tre volte campioni del mondo attendono questa partita con entusiasmo ma anche con un po’ di fisiologico rispetto, visto che gli avversari hanno gambe, fisicità e abilità che possono fare male sotto tutti i punti di vista.

All Blacks: Aaron Smith mette in guardia i suoi dal Test Match contro le Fiji

“Giocare contro le Fiji? Entusiasmante, ma per certi versi anche “spaventoso. Nella mia carriera – dice il mediano di mischia che al momento ha collezionato 97 caps internazionali con la maglia della Nuova Zelanda – ho giocato contro alcuni di loro e devo dire che non è mai stato facile fronteggiarli”.

“Sono fantastici da guardare, hanno tantissime doti: dovremo entrare in campo con la mentalità giusta e con la voglia di non fare errori nei placcaggi altrimenti potrebbero punirci ripetutamente”.

Il match saltato da Aaron Smith contro Tonga, ha permesso al numero 9 di guardare anche un po’ le cose da fuori analizzando in particolare la prestazione di un compagno di nazionale e di reparto, quel Finlay Christie che ha impressionato nel suo scampolo di partita: “In squadra c’è competizione in tutti i ruoli e questo vuol dire che ogni tanto c’è la possibilità di finire in tribuna, dove però si possono trarre indicazioni preziose. Cosa posso dire su Finlay? E’ entrato in pieno controllo della situazione: non mi sembra un ragazzo con un temperamento esagerato, anzi. E’ molto calmo, ma sa gestire il ritmo in maniera importante velocizzando quando serve e lavorando di più il pallone intorno ai punti d’incontro se c’è la possibilità di farlo”.

“Mi ha impressionato, anche perchè lo sto conoscendo sempre di più cercando di mettermi a disposizione per dargli una mano: infondo è la stessa cosa che anni fa Piri Weepu aveva fatto con me”.

Che Aaron Smith abbia designato il suo erede? Al campo la risposta nelle prossime settimane…

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

L’Argentina domina, l’Uruguay non c’è: a Maldonado finisce 79-5

Partita a senso unico per ottanta minuti. Teros irriconoscibili rispetto alla Rugby World Cup

item-thumbnail

Summer Nations Series 2024: la preview di Uruguay-Argentina

A Maldonado derby sudamericano tra Teros e Pumas, entrambe alla ricerca di nuove certezze

item-thumbnail

Summer Nations Series: l’identikit del Giappone, prossimo avversario dell’Italia

Protagonisti e stato dell'arte della nazionale nipponica che ospita gli Azzurri

item-thumbnail

Summer Series: la preview di Sudafrica-Portogallo

A Bloemfontein Springboks e Lobos giocheranno un match storico. Arbitra Holly Davidson

item-thumbnail

Summer Series: il Galles batte i Queensland Reds 36-35

A Brisbane i dragoni conquistano la prima vittoria del 2024

item-thumbnail

Summer Series: Australia sulle montagne russe, ma alla fine supera la Georgia

I Wallabies centrano la terza vittoria su tre, ma han rischiato di fare la frittata!