La Rainbow Cup è sempre più a rischio?

Dal Sudafrica giungono numerose voci sempre più preoccupanti sulla reale possibilità che il torneo si svolga regolarmente

Rainbow Cup

Rainbow Cup ph. Luca Sighinolfi

Nuovo, fatale intoppo per la Rainbow Cup? Dopo che nelle scorse settimane, con l’ufficializzazione (e riduzione, da 7 a 6 giornate) del calendario, era stata spostata la data di partenza, posticipata dal 17 al 24 aprile 2021, lasciando presagire l’insorgere di difficoltà nel portare avanti il torneo, rimbalza in queste ore dal Sudafrica (con numerose fonti autorevoli concordi sul tema) la notizia della possibile cancellazione dell’inedita competizione, quantomeno per quanto concerne la formula originaria, con la presenza di scontri intercontinentali (a partire dalla quarta giornata, dopo i primi tre turni di “derby” già programmati).

Stando a quanto riportato da Rugby365, la scorsa settimana alle franchigie sudafricane sarebbe stato detto di non procedere con le richieste di visto per entrare in UK. Il giornale in questione ritiene che ci siano problemi con l’autorizzazione del governo britannico, con le quattro squadre che, peraltro, secondo i piani della SARU, nel periodo da trascorrere in Europa farebbero base in una bio-bolla a Bristol – Inghilterra, quindi UK -, per poi viaggiare per raggiungere le sedi delle loro partite in programma, in Galles, Scozia, Irlanda e Italia. Mentre ci sarebbero le ‘clearence’ con gli altri governi coinvolti nel torneo, mancherebbe, invece, l’ok fondamentale di quello britannico, che potrebbe portare così a conseguenze nefaste per il prosieguo sia teorico che pratico della manifestazione.

“Abbiamo ancora poche informazioni, ma sembrerebbe che la Rainbow Cup vada verso la cancellazione”, ha spiegato a IOL Eduard Coetzee, CEO degli Sharks, una delle quattro franchigie sudafricane che dovrebbe prendere parte al torneo, dando ulteriore peso alle ricostruzioni giornalistiche.

Che cosa potrebbe succedere, anche a Benetton e Zebre, nel caso di stop alle sfide intercontinentali? 

Posto che il board del Pro14 proverà a portare avanti il progetto sin quando non sarà impossibile al 100% procedere con le sfide intercontinentali, una delle ipotesi alternative, al momento del lancio del torneo, era quella – nel caso dell’assenza degli ok governativi del caso per le trasferte europee di Sharks, Bulls, Stormers e Lions – di disputare un torneo solamente tra squadre europee (e a specchio, stessa cosa in Sudafrica), sulla falsariga di quanto accaduto nella prima parte di stagione, con l’ingresso nella competizione celtica dei nuovi 4 team della Rainbow Nation, che, nel caso, slitterebbe direttamente al Pro16 ’21/’22, quindi solo di pochi mesi.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il Benetton sfiderà una nazionale dell’est in amichevole?

Potrebbe assumere contorni decisamente internazionali il pre-campionato dei Leoni, che intanto continuano a lavorare a Treviso

item-thumbnail

URC: Gran colpo di Edimburgo, presi Boffelli e Moyano

La franchigia scozzese mette a segno due colpi importantissimi: arrivano Emiliano Boffelli e Ramiro Moyano

27 Luglio 2021 United Rugby Championship
item-thumbnail

Benetton, Andrea Masi: «Rosa competitiva, bisogna lavorare duro»

Il nuovo allenatore dell'attacco racconta il suo inizio con il Benetton in vista di una stagione molto impegnativa

item-thumbnail

Lorenzo Cannone a OnRugby: “Voglio ritagliarmi spazio”

Tra il Sei Nazioni appena terminato e il futuro al Benetton: Lorenzo Cannone si racconta a OnRugby

item-thumbnail

Benetton Rugby: sono due i capitani per la stagione 2021/22

Una fascia in coabitazione per i biancoverdi che affidano il ruolo a un trequarti e a un avanti

item-thumbnail

L’entusiasmo di Leonardo Marin, il nuovo Azzurrino del Benetton

A soli 19 anni il numero 10 della nazionale under 20 va a ingrossare le fila delle aperture a disposizione di Marco Bortolami, mentre sembrava destina...