Christophe Dominici: si tratterebbe di suicido

Secondo le prime ricostruzioni l’ex nazionale francese si sarebbe tolto la vita buttandosi dal tetto di un edifico

rugby Christophe Dominici è suicidio?

Rugby – Christophe Dominici

Dopo la notizia shock della morte di Christophe Dominici, che ha sconvolto il mondo del rugby ma non solo, iniziano ad emergere i primi dettagli e le prime ricostruzioni. E si fa sempre più spazio l’ipotesi del suicidio. L’ex giocatore dello Stade Francais e della nazionale francese, nel primo pomeriggio del 24 novembre, sarebbe infatti salito sul tetto di un edificio abbandonato nel Parco di Saint-Cloud (nel dipartimento degli Hauts-de-Seine, vicino a Parigi) e si sarebbe buttato. Questo è quanto dichiarato da una fonte della polizia. Inoltre secondo la procura di Nanterre ci sarebbe anche un testimone che ha visto Dominici cadere da un’altezza di circa 10 metri. La procura, come di prassi in questi casi, ha aperto un’indagine per chiarire le cause e la dinamica della morte dell’ex atleta transalpino originario di Tolone, dove era nato il 20 maggio 1972.

Leggi anche: Le reazioni del mondo del rugby alla morte di Christophe Dominici

Le cause del tragico suicidio di Christophe Dominici, sarebbero probabilmente da ricercare nel disturbo depressivo di cui era già stato vittima in passato, intorno agli anni duemila, proprio dopo la Rugby World Cup 1999 che lo vide assoluto protagonista con la maglia dei Bleus. La vita del trequarti ala francese era stata segnata già da un altro tragico episodio avvenuto nel 1986, quando Christophe aveva solo 14 anni: la scomparsa, in seguito ad un incidente stradale, della amatissima sorella maggiore; vicenda a cui è dedicato un intero capitolo della suo libro autobiografico “Bleu à l’âme“.

Nel corso di un’intervista  rilasciata nel 2009, Dominici disse: “Se fossi stato felice non avrei giocato a rugby e forse avrei fatto cose molto più stupide. Il rugby mi ha permesso di capire molte cose: rispettare la vita, le persone, te stesso, con valori di umiltà e combattimento. Sono stato aggressivo e l’ho messo al servizio di un collettivo. Oggi ho molta più saggezza e maturità.”

Noi vogliamo ricordarlo così, gustandoci ancora una volta alcune delle sue prodezze che ci ha regalato nelle sue numerose partite con la maglia della sua nazionale.

 

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

ProD2: parla il fijano espulso per aver sollevato l’arbitro

Rasique si scusa per il gesto, e racconta di aver ricevuto una telefonata "complicata" direttamente dalle Isole Fiji

15 Gennaio 2021 Emisfero Nord
item-thumbnail

La Top League giapponese si ferma, ancor prima di iniziare la stagione

Anche nel Sol Levante non mancano i problemi nel portare avanti regolarmente lo sport d'élite

14 Gennaio 2021 Emisfero Nord
item-thumbnail

Ci sarà un torneo internazionale Under 23 per club, dalla prossima stagione?

Anche l'Italia - e le sue franchigie - potenzialmente coinvolta

12 Gennaio 2021 Emisfero Nord
item-thumbnail

“L’Italia sarebbe matta a non convocare Odogwu”

Lee Blackett, allenatore dei Wasps, punta forte sul trequarti di origine azzurra e lo sponsorizza in chiave Nazionale

12 Gennaio 2021 Emisfero Nord
item-thumbnail

Top14: in Francia non ci si ferma (quasi) mai

Niente coppe europee? Spazio ai recuperi di campionato. Situazione grave a La Rochelle, col centro sportivo chiuso per le positività

12 Gennaio 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top 14: Tolosa nuova capolista dopo il rinvio tra Racing e La Rochelle

Il big match fra parigini e atlantici era stato inizialmente spostato da sabato a domenica, poi il rinvio a data da destinarsi

11 Gennaio 2021 Emisfero Nord / Top 14