Benetton, Crowley: “Pronti per qualsiasi avversario incontreremo”

Alla vigilia del match con Ulster il tecnico promette battaglia: “Il fatto che abbiano più minuti nelle gambe non è una scusa”

benetton kieran crowley

Il coach del Benetton Kieran Crowley – ph. Ettore Griffoni

L’head coach del Benetton Kieran Crowley annuncia battaglia al Kingspan di Belfast, in vista dell’incontro di esordio del Pro14 2020/2021 contro i padroni di casa dell’Ulster.

Una sfida difficile per i biancoverdi contro la squadra reduce dalla conquista della finale, poi persa, del medesimo torneo celtico, che potrà contare venerdì anche sul ritorno allo stadio di un po’ di pubblico: potranno essere fino a 600 i tifosi sugli spalti a sostenere i propri beniamini.

Tutto questo non scoraggia i Leoni: “Chiaramente è una partita difficile e loro hanno più gare nelle gambe, è una sfida per cui noi ci siamo preparati duramente, provando a replicare l’intensità di un match vero e proprio” ha dichiarato Crowley.

Il tecnico neozelandese è convinto anche che il fatto che Ulster abbia messo più minuti di gioco effettivo in cascina con le fasi finali del Pro14 e il quarto di finale di Champions Cup possa sì avvantaggiare la squadra irlandese, ma non debba essere un alibi preventivo: “Non deve essere una scusa il fatto che Ulster abbia giocato più gare di noi in queste settimane, ci siamo allenati e siamo pronti. I ragazzi non vedono l’ora di giocare e possiamo mettere in mostra una buona performance, qualsiasi sarà il risultato.

“Il primo obiettivo – chiosa poi Crowley, con la sua classica flemma tendente all’understatement – sarà quello di fare una buona gara.”

Dopo aver selezionato un XV robusto e di esperienza, fatta eccezione forse per il solo Paolo Garbisi, deputato a rimpiazzare l’infortunato Allan, il capo dello staff tecnico biancoverde inquadra la gara: “Venerdì ogni aspetto sarà importante, Ulster è una grande squadra con un drive prorompente. Noi vorremo giocare la nostra gara, tenere il pallone e come in ogni partita bisogna tenere il possesso, essere precisi. Poi ci sarà da tenere d’occhio la variabile atmosferica. Se pioverà il possesso del territorio sarà importante, comunque non sarà diverso dalle altre gare. Servirà utilizzare al meglio le nostre abilità“.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Scozia: Finn Russell è tornato. Sarà nella formazione che affronterà la Georgia

L'apertura potrà tagliare così il traguardo dei 50 caps

21 Ottobre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match: i convocati dei Barbarians per il match contro l’Inghilterra

Vern Cotter ha scelto un gruppo fortemente caratterizzato dalla presenza dei fijiani

21 Ottobre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Zebre Rugby, Mick Kearney sul Leinster: “Contro di loro servirà tantissima accuratezza”

Il giocatore, ex degli irlandesi, prova a ipotizzare come si potrà svolgere il match contro i campioni in carica

21 Ottobre 2020 News
item-thumbnail

Sei Nazioni 2020: la formazione dell’Irlanda che sfida l’Italia

Jonathan Sexton guiderà i "Verdi" nel match di Dublino. Ci sono quattro esordienti nei 23 scelti da Andy Farrell

21 Ottobre 2020 6 Nazioni – Test match
item-thumbnail

Adesso è ufficiale: la finale di Premiership sarà Wasps-Exeter

Sabato la squadra di Minozzi giocherà per il titolo inglese, e per vendicare l'amara sconfitta del 2017 all'extratime

21 Ottobre 2020 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Ultima aggiunta dal mercato per i Lyons Piacenza

Gli emiliani riportano a casa Giulio Forte, alla terza avventura con i Lyons. Può giocare centro o apertura, e con lui la rosa è al completo

21 Ottobre 2020 Campionati Italiani / TOP10