Sei Nazioni Under 20: Italia, sconfitta amara contro la Scozia

Troppa indisciplina per gli azzurri, che restano a lungo davanti, ma vengono superati nel finale (29-30)

Italia Under 20 (ph. Luca Sighinolfi)

Allo Stadio Mirabello di Reggio Emilia, Italia e Scozia si affrontano in una gara valida per la terza giornata del Sei Nazioni Under 20. Gli azzurri di Fabio Roselli vogliono tornare al successo, dopo il k.o. di Aix-en-Provence, al cospetto dei campioni del Mondo della Francia, mentre la Scozia è a caccia del primo trionfo stagionale.

Dopo un avvio caratterizzato da una grande battaglia tattica, senza che nessuna delle due compagini riesca realmente a prevalere, all’11’ arriva la prima meta dell’incontro, a marca scozzese. Gli ospiti hanno un grande possesso e risalgono il campo palla in mano: un multifase corrosivo li porta dentro i 22 azzurri, con McLean che, dopo una corsa splendida, attiva Henderson, il quale premia il sostegno interno di Mcghie, che vola oltre la linea di meta per il 5-0 esterno.

La prima fiammata azzurra arriva al 16′, ed è subito vincente. Un fallo scozzese permette agli italiani di risalire il campo: penal’touche attorno alla linea dei 22 metri, driving maul e nuovo fallo scozzese. Su situazione di vantaggio, Garbisi, in mezzo al campo sui 5 metri, prova ad attaccare in prima persona e sembra andare oltre, ma viene fermato ad un passo dalla linea di meta. Sul pick’n’go successivo, però, la carica di Zuliani è letale, e pareggia la partita.. Garbisi trasforma, ed al 18′ è 7-5.

La partita è vivace, con gli attacchi che dominano difese non esattamente ermetiche. Così, la Scozia torna subito avanti nel punteggio: accelerazione stupenda di McCallum sull’out di destra, sublimata da un offload perfetto, in grado premiare la corsa di McLean che schiaccia la seconda meta alla bandierina. Chamberlain è preciso dalla piazzola, ed al 21′, si porta sul 7-12

Al 25′, splendido lavoro di Trulla in contrattacco, con l’estremo del Calvisano che brucia un paio di uomini ed attiva Borin, che con belle mani distribuisce l’ovale su Mori, che sull’out di sinistra scappa all’ultimo difensore scozzese e vola indisturbato a siglare la seconda marcatura pesante azzurra. Garbisi converte, per il 14-12 con cui si va alla pausa lunga.

In avvio di ripresa, a farla da protagonista è l’indisciplina, da ambo le parti. Al 43′, gli scozzesi placcano senza rilasciare il placcato, generando il piazzato del 17-12 a firma Garbisi. Subito dopo, tuttavia, gli scozzesi, accorciano, punendo un fuorigioco italiano, con il penalty di Chamberlain, da posizione propizia.

L’Italia sembra poter piazzare l’allungo decisivo al 50′, quando dopo una doppia carica in mezzo al campo a ridosso della linea dei 22 metri, Garbisi esegue un grubber perfetto alle spalle delle linea difensiva scozzese, con Trulla che arriva per primo sull’ovale e firma il 22-15, prima che Garbisi trasformi per il 24-15. La Scozia resta attaccata alla sfida, sempre dalla piazzola, con gli azzurri che mettono le mani in ruck, e Chamberlain punisce per il 24-18.

Il team di Roselli pare mettere definitivamente la freccia con la quarta meta della serata emiliana: penaltouce, carretto debordante, ed ottima giocata dei due mediani, con Albanese che al momento giusto allarga l’ovale su Garbisi. Il 10 del Petrarca gioca al meglio il due contro uno sull’out di destra, fissando il difensore e mandando in meta Mbà, alla bandierina.

L’indisciplina azzurra, però, torna prepotentemente in scena, e sugli sviluppi di due drive incontenibili, sempre nati da penaltouche concesse, gli scozzesi timbrano il sorpasso con le marcature di McCallum (67′, raccogliendo fortunosamente un cross kick) e Boyle (74′, subito dopo un giallo a Hasa per placcaggio di spalla dell’azzurro), firmando il definitivo sorpasso con la conversione di Paterson al 75′ (30-29). Sconfitta amara per gli azzurrini, che archiviano due punti di bonus, ma non possono essere soddisfatti della prestazione complessiva.

Il tabellino di Italia-Scozia, Sei Nazioni Under 20

Italia: Trulla; Borin, Mori, Bertaccini, Mba; Garbisi (c), Albanese; Cannone, Zuliani, Andreani; Zambonin, Favretto; Neculai, Lucchesi, Drudi.
A disposizione: Baldelli, Michelini, Hasa, Cucinotta, Izekor, Visentin, Ferrarin, Brighetti.

mete: Zuliani, Mori, Trulla, Mbà
trasformazioni: Garbisi
punizioni: Garbisi

Scozia: Smith; McLean, Currie, McCallum, Henry; Chamberlain, McGhie; Darge, Boyle, Brown; Henderson, Watt; Wilson, Ashman, Lambert.
A disposizione: Jackson, Maxwell, Breese, Campbell, Hill, Frostwick, Scott, Paterson.

mete: McGhie (10′), McLean (21′), McCallum (67′), Boyle (73′)
trasformazioni: Chamberlain (22′), Paterson (74′)
punizioni: Chamberlain (46′, 53′)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia “A”: ufficializzato un nuovo test internazionale il 14 novembre

La seconda selezione azzurra giocherà al Plebiscito di Padova la sua seconda partita autunnale dopo il debutto in Spagna

item-thumbnail

Italia A: in calendario un nuovo match a novembre

Per la selezione azzurra ci potrebbe essere anche una terza sfida a dicembre, a dimostrazione del valore dato alla squadra guidata da Troncon

item-thumbnail

Ange Capuozzo a OnRugby: «Sono felice per la convocazione, il club è stato molto disponibile»

L'estremo di Grenoble, dopo la convocazione nella Nazionale A, ha raccontato a OnRugby della sua felicità e della disponibilità del club a lasciarlo p...

item-thumbnail

Nazionale A: i convocati per la sfida con la Spagna, presenti Ratuva e Capuozzo

Sono 28 gli atleti convocati per la sfida del 30 ottobre: tra questi, alcuni nomi di peso provenienti dalle franchigie e tanti giocatori dell'ultima u...

item-thumbnail

Ufficializzata Spagna-Italia A, si gioca il 30 ottobre

La seconda selezione azzurra sarà di scena a Madrid contro la nazionale iberica. L'Italia A torna in campo a distanza di anni con un progetto importan...