Rugby World Cup 2019, Italia: le dichiarazioni pre partita di O’Shea e Parisse

Il tecnico spiega le scelte di formazione, il capitano parla dell’avvicinamento al match

ph. Sebastiano Pessina

La marcia di avvicinamento dell’Italrugby alla partita di venerdì contro il Sudafrica procede a passi spediti e così dopo aver dato la formazione il ct Conor O’Shea si è voluto fermare a spiegare le sue scelte e a presentare i vari punti di vista della sfida contro gli Springboks.

Rugby World Cup 2019: Italia, la formazione degli azzurri per il Sudafrica

O’Shea
“Schierare Campagnaro all’ala – afferma – è una scelta che abbiamo preso come gruppo tecnico. E’ dall’inizio dell’estate che parliamo di un gruppo con giocatori capaci di ricoprire più posizioni e crediamo che questa sia la miglior soluzione per la partita.
In panchina abbiamo deciso di portare 6 avanti e 2 trequarti perchè pensiamo che sarà una partita dura in avanti, per un momento avevamo anche pensato di portare 8 avanti e nessun uomo del pacchetto arretrato, ma in quel caso avremmo sbilanciato troppo le scelte.
Abbiamo profondità in tutte le posizioni – puntualizza sull’impiego di Parisse – specialmente in terza linea. Pensiamo a una partita con molti calci e abbiamo bisogno di uno dei migliori interpreti del gioco aereo per aiutare i ragazzi del triangolo allargato.
Il Sudafrica è ovviamente una squadra molto forte. Dobbiamo affrontarli in primo luogo con il pack ed essere pronti fisicamente: è una partita che va trattata come se non ci fosse un domani. La pressione sarà tutta su di loro noi dovremmo essere bravi a capire e sfruttare il momento in cui la sfida oscillerà dalla nostra parte. Nessuno ci dà una chance, ma è per questo che proveremo a dimostrare che si sbagliano”.

Rugby World Cup 2019: la formazione del Sudafrica per la sfida all’Italia

Parisse
In conferenza stampa è intervenuto anche il capitano, che si è così espresso: “Le opportunità sprecate contro la Namibia ci hanno lasciato un po’ l’amaro in bocca.
Contro il Canada il lavoro dei miei compagni di reparto è stato eccellente, ma ora cambiamo livello perchè giochiamo contro gli Springboks. Jake (Polledri), Braam (Steyn) e Seb (Negri) hanno fatto molto bene e ora vorranno dimostrare di essere all’altezza anche contro il Sudafrica. Vogliamo essere competitivi in questa partita, la pressione è tutta dalla loro parte, noi abbiamo fatto i 10 punti di cui avevamo bisogno.
Rispetto al 2016 – quando gli azzurri seppero spuntarla per la prima storica volta contro i due volte campioni del mondo – siamo una squadra diversa con tanti elementi che non fanno più parte del gruppo, ora però dobbiamo pensare a quello che sarà: son quattro anni che pensiamo alla chance di poter andare ai quarti e ci mancano solo due giorni per disputare questa importante partita. Dobbiamo uscire dal campo senza alcun tipo di rimpianto e se dopo cinquanta o sessanta minuti ci sentiamo stanchi dobbiamo “alzare la mano” e chiedere il cambio sapendo di aver dato tutto”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Nazionale Italiana Rugby: i convocati per il raduno di fine giugno a Pergine Valsugana

34 i giocatori azzurri scelti dal neo ct Kieran Crowley: fra ritorni, sorprese e qualche novità

7 Giugno 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: per il futuro si pensa a tre nuovi possibili convocati

Kieran Crowley e il suo staff stanno iniziando le prime valutazioni

31 Maggio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sergio Parisse: “Vorrei giocare ancora per l’Italia, ne parlerò con Crowley”

L'ex capitano azzurro conferma le sue volontà anche dopo il cambio al vertice della Nazionale

25 Maggio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: a giugno il primo raduno sotto la direzione di Kieran Crowley

Pergine Valsugana ospiterà gli Azzurri dal 21 al 26 giugno

24 Maggio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: le parole di Innocenti e Crowley in conferenza stampa

Cosa hanno detto i protagonisti della presentazione del nuovo staff della nazionale maggiore

19 Maggio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: Kieran Crowley è il nuovo capo allenatore della nazionale

Andrea Moretti si occuperà degli avanti, confermati Marius Goosen e Corrado Pilat

19 Maggio 2021 Rugby Azzurro / La Nazionale