Barbarians: la formazione dell’Argentina per la partita di Twickenham

Mario Ledesma manda in campo un XV con diversi esperimenti nel match che chiude la stagione dei Pumas

ph. Reuters

E’ la partita che celebra la conclusione della finestra internazionale autunnale, un match spettacolare fra due squadre destinate a giocare d’attacco davanti al pubblico di Twickenham: è Argentina-Barbarians.

Mario Ledesma ha scelto una formazione con tante novità per l’ultimo incontro della stagione per la nazionale albiceleste, a partire da una prima linea che vede i due piloni Zeiss e Medrano accumulare appena 13 caps, mentre il tallonatore Julian Montoya può contare su 51 presenze internazionali, anche se appena 4 sono arrivate dal primo minuto.

In seconda linea ci saranno due garanzie dei Pumas, Guido Petti e Matias Alemanno, con Tomas Lavanini che si siede in panchina. Il reparto delle terze vede invece capitan Matera affiancare Tomas Lezana e Rodrigo Bruni, altro giocatore con relativa esperienza, alla seconda da titolare con la nazionale argentina.

Ne condivide il destino Joaquin “Tito” Diaz Bonilla, apertura classe 1989 che ha all’attivo tre presenze internazionali, di cui due contro Cile e Uruguay. L’assaggio con il rugby di altissimo livello lo ha avuto entrando dalla panchina nel match perso a inizio novembre contro l’Irlanda. Diaz Bonilla condividerà la mediana con Martin Landajo: i due orchestreranno una backline piena di talento e imprevedibilità: Bautista Ezcurra sarà il primo centro, con all’esterno Matias Orlando che ritrova la maglia numero 13 dopo qualche presenza da ala; Ramiro Moyano è il più esperto di un triangolo allargato giovane e intraprendente completato da Sebastian Cancelliere e Juan Cruz Mallia, anch’egli alla prima da titolare.

In panchina da notare la presenza di Mayco Vivas, Santiago Grondona e Santiago Carreras, tutti e tre esordienti.

Argentina: 15 Juan Cruz Mallia, 14 Sebastian Cancelliere, 13 Matias Orlando, 12 Bautista Ezcurra, 11 Ramiro Moyano, 10 Joaquin Diaz Bonilla, 9 Martin Landajo, 8 Rodrigo Bruni, 7 Tomas Lezana, 6 Pablo Matera (c), 5 Matias Alemanno, 4 Guido Petti, 3 Santiago Medrano, 2 Julian Montoya, 1 Juan Pablo Zeiss
A disposizione: 16 Agustin Creevy, 17 Mayco Vivas, 18 Lucio Sordoni, 19 Tomas Lavanini, 20 Santiago Grondona, 21 Tomas Cubelli, 22 Jeronimo De La Fuente, 23 Santiago Carreras

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Maori All Blacks-Fiji, le formazioni del secondo round

Dopo la netta vittoria a Suva dei figiani la sfida si sposta in Nuova Zelanda. Dieci cambi per John McKee

item-thumbnail

Le Fiji regalano spettacolo e sconfiggono i Maori All Blacks

Gli isolani si impongono 27-10 sui neozelandesi, in quel di Suva

item-thumbnail

Test Match: le formazioni di Fiji-Maori All Blacks

Prima uscita del 2019 per la nazionale di John McKee, che comincia a preparare il Mondiale contro la selezione neozelandese

item-thumbnail

Eddie Jones allenerà i Barbarians contro le Fiji, nel primo match post Rugby World Cup

L'allenatore dell'Inghilterra sarà alla sua prima volta da head coach della prestigiosa selezione

item-thumbnail

La Spagna non è mai stata così in alto nel ranking mondiale

I Leones sono reduci da un brillante tour in Sud America, dove hanno battuto nettamente anche l'Uruguay

item-thumbnail

Il Portogallo torna nel Rugby Europe Championship

Nel playoff contro la Germania, i lusitani hanno espugnato Francoforte conquistando la promozione nella massima serie