Barbarians: la formazione dell’Argentina per la partita di Twickenham

Mario Ledesma manda in campo un XV con diversi esperimenti nel match che chiude la stagione dei Pumas

ph. Reuters

E’ la partita che celebra la conclusione della finestra internazionale autunnale, un match spettacolare fra due squadre destinate a giocare d’attacco davanti al pubblico di Twickenham: è Argentina-Barbarians.

Mario Ledesma ha scelto una formazione con tante novità per l’ultimo incontro della stagione per la nazionale albiceleste, a partire da una prima linea che vede i due piloni Zeiss e Medrano accumulare appena 13 caps, mentre il tallonatore Julian Montoya può contare su 51 presenze internazionali, anche se appena 4 sono arrivate dal primo minuto.

In seconda linea ci saranno due garanzie dei Pumas, Guido Petti e Matias Alemanno, con Tomas Lavanini che si siede in panchina. Il reparto delle terze vede invece capitan Matera affiancare Tomas Lezana e Rodrigo Bruni, altro giocatore con relativa esperienza, alla seconda da titolare con la nazionale argentina.

Ne condivide il destino Joaquin “Tito” Diaz Bonilla, apertura classe 1989 che ha all’attivo tre presenze internazionali, di cui due contro Cile e Uruguay. L’assaggio con il rugby di altissimo livello lo ha avuto entrando dalla panchina nel match perso a inizio novembre contro l’Irlanda. Diaz Bonilla condividerà la mediana con Martin Landajo: i due orchestreranno una backline piena di talento e imprevedibilità: Bautista Ezcurra sarà il primo centro, con all’esterno Matias Orlando che ritrova la maglia numero 13 dopo qualche presenza da ala; Ramiro Moyano è il più esperto di un triangolo allargato giovane e intraprendente completato da Sebastian Cancelliere e Juan Cruz Mallia, anch’egli alla prima da titolare.

In panchina da notare la presenza di Mayco Vivas, Santiago Grondona e Santiago Carreras, tutti e tre esordienti.

Argentina: 15 Juan Cruz Mallia, 14 Sebastian Cancelliere, 13 Matias Orlando, 12 Bautista Ezcurra, 11 Ramiro Moyano, 10 Joaquin Diaz Bonilla, 9 Martin Landajo, 8 Rodrigo Bruni, 7 Tomas Lezana, 6 Pablo Matera (c), 5 Matias Alemanno, 4 Guido Petti, 3 Santiago Medrano, 2 Julian Montoya, 1 Juan Pablo Zeiss
A disposizione: 16 Agustin Creevy, 17 Mayco Vivas, 18 Lucio Sordoni, 19 Tomas Lavanini, 20 Santiago Grondona, 21 Tomas Cubelli, 22 Jeronimo De La Fuente, 23 Santiago Carreras

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Ranking mondiale: l’Irlanda femminile si avvicina alle Azzurre

Le due squadre si affronteranno fra due settimane. Nel maschile la Spagna entra fra le prime venti

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Rugby Europe Championship: la Spagna batte la Russia mondiale

La Romania combatte ma cede alla Georgia, mentre gli Orsi cadono a Madrid

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match femminili: la Spagna batte la Scozia 29-24 a Madrid

La mischia e Patricia Garcia trascinano las Leonas alla vittoria contro le Dark Blues, a due settimane dall'inizio del Sei Nazioni

20 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Pat Lambie si è ritirato dal rugby a 28 anni

Ha vestito 56 volte la maglia degli Springboks. Le ripetute concussion sarebbero la causa dell'addio

20 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

British & Irish Lions: Warren Gatland ancora head coach?

Il tecnico neozelandese, che lascerà il Galles dopo la RWC, ha avuto una "chiacchierata informale" con i vertici della selezione

18 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

World Rugby, Agustin Pichot: “Lavoriamo per la Nations League. I Test Match non riscuotono più interesse”

Il vicepresidente della Federazione Internazionale punta il dito contro i "Paesi tradizionali" di Ovalia volendo un rugby più paritario

11 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match