Test Match 2018: la Francia allunga nella ripresa, sconfiggendo con merito una buona Argentina

I galletti, trascinati da Fickou, si impongono 28-13 a Lilla

francia

ph. Reuters

Nel bellissimo stadio Pierre Mauroy di Lilla, Francia ed Argentina danno vita ad una gara intensa ed equilibrata per un’oretta abbondante, con i transalpini che, sospinti da un fenomenale Gael Fickou, piazzano lo strappo decisivo nell’ultimo quarto di gara, tornando al successo dopo 5 sconfitte filate, tra fine Sei Nazioni, tour neozelandese e finestra autunnale.

Nonostante un inizio di gara tutto in salita con la marcatura ospite firmata dalla premiata ditta De la Fuente-Moyano, i galletti non perdono minimamente la bussola dell’incontro, restando totalmente dentro al match grazie al lavoro notevole di Iturria, Lauret in terza linea, a tratti monumentali, e stoccando sfilettate micidiali nei momenti cruciali della sfida con la classe stordente dei trequarti. La prima segnatura pesante della serata blu arriva poco prima della mezzora, grazie all’azione imbastita in modo egregio da Huget, finalizzata superbamente da un ispiratissimo Thomas.

Dopo una botta e risposta dalla piazzola tra Serin e Sanchez, che proietta la gara nell’ultima mezzora con i sudamericani avanti (13-11), i padroni di casa cambiano letteralmente marcia, e prendono le redini della sfida con la seconda marcatura di Thomas. La meta, però, è quasi tutta da ascrivere alla classe supersonica di Fickou, che crea un buco sontuoso, mette a sedere un altro paio di difensori con una serie di finte notevole e distribuisce con perizia assoluta sul liberissimo compagno col numero 14, il quale finalizza senza intoppi e lancia in orbita la Francia. Un penalty di Serin, poi, manda i locali sopra il break, prima che Guirado metta l’ombrellino nel long drink con la terza ed ultima meta francese (convertita da Serin), che vale il definitivo 28-13 ed una vittoria preziosissima per i ragazzi di Brunel.

Il tabellino

Francia: 15 Maxime Medard, 14 Teddy Thomas, 13 Mathieu Bastareaud, 12 Gael Fickou, 11 Yoann Huget, 10 Camille Lopez, 9 Baptiste Serin, 8 Louis Picamoles, 7 Artur Iturria, 6 Wenceslas Lauret, 5 Yoan Maestri, 4 Sebastien Vahaamahina, 3 Cedate Gomes Sa, 2 Guilhem Guirado (c), 1 Jefferson Poirot.
A disposizione: 16 Camille Chat, 17 Dany Priso, 18 Rabah Slimani, 19 Paul Gabrillagues, 20 Mathieu Babillot, 21 Antoine Dupont, 22 Anthony Belleau, 23 Benjamin Fall.

Mete: Thomas (25′, 48′), Guirado (70′)
Punizioni: Serin (8′, 33′, 67′)
Trasformazioni: Serin (49′, 72′)

Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Bautista Delguy, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo De La Fuente, 11 Ramiro Moyano, 10 Nicolas Sanchez, 9 Gonzalo Bertranou, 8 Javier Ortega Desio, 7 Guido Petti, 6 Pablo Matera (c), 5 Tomas Lavanini, 4 Matias Alemanno, 3 Santiago Medrano, 2 Augustin Creevy, 1 Santiago Garcia Botta.
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Juan Pablo Zeiss, 18 Lucio Sordoni, 19 Mariano Galarza, 20 Rodrigo Bruni, 21 Tomas Lezana, 22 Tomas Cubelli, 23 Matias Moroni.

Mete: Moyano (2′)
Punizioni: Sanchez (10′, 46′)
Trasformazioni: Sanchez (3′)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

All Blacks: tutti quanti vogliono fare l’estremo

La maglia numero 15 dei tre volte campioni del mondo è molto ambita: tanta profondità nel ruolo

item-thumbnail

Test Match Estivi 2021: ecco il calendario degli All Blacks

Un "luglio isolano" per i tre volte campioni del mondo

item-thumbnail

Argentina: c’è Thomas Gallo nella lista preliminare per l’estate

Oltre al giovane del Benetton anche il prossimo arrivo in casa biancoverde Nahuel Tetaz Chaparro

item-thumbnail

All Blacks: Kieran Read si ritira dal rugby

Una leggenda dei 'tuttineri' dice basta a 35 anni

item-thumbnail

Inghilterra: dopo il difficile Sei Nazioni cambia lo staff tecnico

Due assistenti di Eddie Jones lasciano il loro incarico con la Nazionale, che dunque dovrà cercare nuove figure specializzate per attacco e skills

item-thumbnail

British and Irish Lions: cambia il calendario del Tour in Sudafrica

Novità importanti per la selezione britannica, con un nuovo avversario da affrontare e aggiustamenti "logistici" che coinvolgono anche i test match