Test Match 2018: le formazioni di Irlanda-Argentina

Dodici cambi nel XV iniziale rispetto a Chicago per Joe Schmidt

irlanda

ph. Sebastiano Pessina

L’Aviva Stadium di Dublino è pronto ad aprire i propri battenti per il bollente novembre internazionale irlandese. In attesa della super sfida contro i “tuttineri” del prossimo fine settimana, i verdi ospitano tra le mura amiche l’ambiziosa Argentina di Mario Ledesma, reduce da un Rugby Championship di altro profilo, almeno rispetto alle aspettative della vigilia.

Joe Schmidt cambia faccia alla propria nazionale dopo il successo di Chicago, cambiando ben 12 pedine tra i partenti rispetto alla vittoriosa trasferta a stelle e strisce contro l’Italia. Mantengono il loro posto solo Jordan Larmour, confermato a numero 15, Jacob Stockdale all’ala e Bundee Aki in mezzo al campo. Torna a numero 10 Johnny Sexton, affiancato in mediana dal 9 di Connacht Kieran Marmion, con Rory Best, il capitano, che recupera il suo posto da tallonatore, coadiuvato, in prima linea, dal formidabile duo del Leinster Tadgh Furlong e Cian Healy.

Mario Ledesma, invece, abbastanza a sorpresa lancia da titolare Cubelli, in grado di vincere la concorrenza (in cabina di regia) di un buon Bertranou, vicino ovviamente a Nicholas Sanchez. In terza linea, con Ortega Desio e capitan Matera, trova spazio -a numero 7- Guido Petti, pronto alla battaglia, tra touche e breakdown, contro i superbi dirimpettai di giornata.

Le formazioni

Irlanda: 15 Jordan Larmour, 14 Keith Earls, 13 Robbie Henshaw, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton, 9 Kieran Marmion, 8 CJ Stander, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Cian Healy.
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Jack McGrath, 18 Andrew Porter, 19 Devin Toner, 20 Dan Leavy, 21 Luke McGrath, 22 Joey Carbery, 23 Andrew Conway.

Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Bautista Delguy, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Ramiro Moyano, 10 Nicholas Sanchez, 9 Tomas Cubelli, 8 Javier Ortega Desio, 7 Guido Petti, 6 Pablo Matera (c), 5 Tomas Lavanini, 4 Matias Alemanno, 3 Santiago Medrano, 2 Agustin Creevy, 1 Santiago Garcia Botta.
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Juan Pablo Zeiss, 18 Lucio Sordoni, 19 Rodrgo Bruni, 20 Thomas Lezana, 21 Gonzalo Bertranou, 22 Joaquin Diaz Bonilla, 23 Matias Moroni.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Quattro stelle di Tolone per i Barbarians

Inizia a definirsi la squadra per la sfida all'Inghilterra XV del 2 giugno prossimo, in cui ci sarà anche l'esordio delle ragazze

item-thumbnail

E se fosse Warren Gatland il nuovo allenatore della Francia?

Il tecnico neozelandese è ambito da molte squadre fra cui anche i Bleus, che intanto pensano a O'Gara per la RWC

item-thumbnail

British & Irish Lions: la scelta del prossimo tecnico passa del Sei Nazioni, ma attenzione a Hansen

Gatland, Schmidt e Jones sono in lizza. All'orizzonte però ci potrebbe essere un clamoroso accordo col tecnico degli All Blacks

item-thumbnail

Americas Rugby Championship: l’Argentina XV fa en plein

Grande Slam per la seconda selezione argentina, che ha battuto nettamente il Cile nell'ultima giornata del torneo delle Americhe

item-thumbnail

La partita più importante nella storia del rugby olandese

Sabato si gioca la partita decisiva del Rugby Europe Trophy, seconda divisione dell'ovale europeo fuori dal Sei Nazioni

item-thumbnail

Ranking mondiale: l’Irlanda femminile si avvicina alle Azzurre

Le due squadre si affronteranno fra due settimane. Nel maschile la Spagna entra fra le prime venti

11 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match