Test Match 2018: le formazioni di Irlanda-Argentina

Dodici cambi nel XV iniziale rispetto a Chicago per Joe Schmidt

irlanda

ph. Sebastiano Pessina

L’Aviva Stadium di Dublino è pronto ad aprire i propri battenti per il bollente novembre internazionale irlandese. In attesa della super sfida contro i “tuttineri” del prossimo fine settimana, i verdi ospitano tra le mura amiche l’ambiziosa Argentina di Mario Ledesma, reduce da un Rugby Championship di altro profilo, almeno rispetto alle aspettative della vigilia.

Joe Schmidt cambia faccia alla propria nazionale dopo il successo di Chicago, cambiando ben 12 pedine tra i partenti rispetto alla vittoriosa trasferta a stelle e strisce contro l’Italia. Mantengono il loro posto solo Jordan Larmour, confermato a numero 15, Jacob Stockdale all’ala e Bundee Aki in mezzo al campo. Torna a numero 10 Johnny Sexton, affiancato in mediana dal 9 di Connacht Kieran Marmion, con Rory Best, il capitano, che recupera il suo posto da tallonatore, coadiuvato, in prima linea, dal formidabile duo del Leinster Tadgh Furlong e Cian Healy.

Mario Ledesma, invece, abbastanza a sorpresa lancia da titolare Cubelli, in grado di vincere la concorrenza (in cabina di regia) di un buon Bertranou, vicino ovviamente a Nicholas Sanchez. In terza linea, con Ortega Desio e capitan Matera, trova spazio -a numero 7- Guido Petti, pronto alla battaglia, tra touche e breakdown, contro i superbi dirimpettai di giornata.

Le formazioni

Irlanda: 15 Jordan Larmour, 14 Keith Earls, 13 Robbie Henshaw, 12 Bundee Aki, 11 Jacob Stockdale, 10 Jonathan Sexton, 9 Kieran Marmion, 8 CJ Stander, 7 Sean O’Brien, 6 Peter O’Mahony, 5 James Ryan, 4 Iain Henderson, 3 Tadhg Furlong, 2 Rory Best (c), 1 Cian Healy.
A disposizione: 16 Sean Cronin, 17 Jack McGrath, 18 Andrew Porter, 19 Devin Toner, 20 Dan Leavy, 21 Luke McGrath, 22 Joey Carbery, 23 Andrew Conway.

Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Bautista Delguy, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Ramiro Moyano, 10 Nicholas Sanchez, 9 Tomas Cubelli, 8 Javier Ortega Desio, 7 Guido Petti, 6 Pablo Matera (c), 5 Tomas Lavanini, 4 Matias Alemanno, 3 Santiago Medrano, 2 Agustin Creevy, 1 Santiago Garcia Botta.
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Juan Pablo Zeiss, 18 Lucio Sordoni, 19 Rodrgo Bruni, 20 Thomas Lezana, 21 Gonzalo Bertranou, 22 Joaquin Diaz Bonilla, 23 Matias Moroni.

 

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

British & Irish Lions: Warren Gatland ancora head coach?

Il tecnico neozelandese, che lascerà il Galles dopo la RWC, ha avuto una "chiacchierata informale" con i vertici della selezione

18 gennaio 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

World Rugby, Agustin Pichot: “Lavoriamo per la Nations League. I Test Match non riscuotono più interesse”

Il vicepresidente della Federazione Internazionale punta il dito contro i "Paesi tradizionali" di Ovalia volendo un rugby più paritario

11 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Romania: Thomas Lievremont non è più il commissario tecnico

Dopo meno di tre mesi e appena tre partite giocate l'ex numero 8 della Francia è stato rimosso dal suo ruolo di head coach

7 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Inghilterra: è partita la corsa alla successione di Eddie Jones

Nonostante il contratto fino al 2021, già si rincorrono i nomi per il prossimo head coach della nazionale della Rosa

6 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match: i Barbarians si impongono 38-35 sull’Argentina

La selezione di Rassie Erasmus piega i rivali rimontando dopo un primo tempo chiuso in svantaggio

1 dicembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Barbarians: la formazione dell’Argentina per la partita di Twickenham

Mario Ledesma manda in campo un XV con diversi esperimenti nel match che chiude la stagione dei Pumas

29 novembre 2018 6 Nazioni – Test match / Test Match