Benetton Rugby: la trasferta ad Agen può consolidare le ambizioni di passaggio del turno

I Leoni a caccia di ulteriori riscontri nell’insidiosa trasferta in Nuova Aquitania

ph. Ettore Griffoni

Reduce da due successi consecutivi tra campionato e coppa, il Benetton si appresta alla prima importantissima trasferta di Challenge Cup ad Agen, per una sfida che potrebbe già definire in modo piuttosto netto le gerarchie del Pool 5.

Vincere allo stadio Alfred Armandie, infatti, significherebbe anteporre “due partite di vantaggio” in graduatoria rispetto alla squadra della Nuova Aquitania, tagliandola quasi fuori dalla corsa playoff. Fondamentale, inoltre, mettere più punti in cascina possibili per la banda di Crowley, in ottica di un eventuale secondo posto finale nel raggruppamento, con la susseguente necessità di rientrare nelle migliori tre seconde del lotto.

Espugnare Agen, tuttavia, richiederà una prestazione di assoluto valore da parte di un Benetton che, di fatto, trova sulla propria strada una formazione locale molto vicina a quella abitualmente titolare in Top 14 (dove non vince da metà settembre con Bordeaux). L’head coach Sella, dopo la pesante sconfitta di Londra contro gli Arlecchini, rispolvera la mediana tipo, lanciano dal primo minuto sia l’apertura Jake McIntyre che il numero 9 Paul Abadie, proponendo anche Rokoduru e Masilevu alle ali, per un XV di livello, con ben 11 cambi rispetto alla scorsa settimana. Sulle sponde della Garonna, i locali vogliono fare bene sia per regalare una gioia al proprio pubblico, restando in corsa anche in Europa, sia per oliare i meccanismi in vista della fondamentale sfida salvezza di campionato, il prossimo weekend, contro Grenoble.

Il Benetton che viaggia nel sudovest francese è ben conscio delle insidie che si nascondono dietro ad un match del genere, ma anche decisamente fiducioso nei propri mezzi e pronto a sviluppare il proprio game plan come sempre, senza farsi intimorire da ambiente ed avversario.

“Dobbiamo cercare di farli correre il più possibile, alzando il nostro ritmo di gioco. Loro sono estremamente fisici ed in casa mettono ulteriore vigore nella loro performance atletica, perché ci tengono a non fare brutte figure davanti al loro pubblico”, ci ha detto la scorsa settimana Ignacio Brex, alle cui parole hanno fatto eco anche quelle di Marco Lazzaroni al canale  ufficiale BEN TV, più o meno sulla stessa lunghezza d’onda del centro argentino.

Tocca dunque alla consolidatissima mediana Allan-Duvenage dare il ritmo del caso ai veneti, che si presentano oltralpe con una linea di trequarti praticamente titolare, con i recuperati Ioane e Sperandio che compongono assieme a Tavuyara un triangolo allargato estremamente frizzante, mentre in mezzo al campo torna Marco Zanon, affiancato da Luca Morisi.

La novità più interessante, tuttavia, è in terza linea, dove debutta il giovane Pettinelli, attesissimo, accompagnato dall’inossidabile Steyn e capitan Barbini.

Kick-off alle 19.30, nessuna copertura tv/streaming prevista.

Le formazioni

Benetton Rugby: 1 Cheriff Traore, 2 Luca Bigi, 3 Tiziano Pasquali, 4  Marco Fuser, 5 Irne Herbst, 6 Giovanni Pettinelli, 7 Bram Steyn, 8 Marco Barbini (C), 9 Dewaldt Duvenage, 10 Tommaso Allan, 11 Monty Ioane, 12 Luca Morisi, 13 Marco Zanon, 14 Ratuva Tavuyara, 15 Luca Sperandio;
A disposizione: 16 Hame Faiva, 17 Derrick Appiah, 18 Marco Riccioni, 19 Federico Ruzza, 20 Marco Lazzaroni, 21 Edoardo Gori, 22 Antonio Rizzi, 23 Alberto Sgarbi;

Agen: 15 Mathieu Lamoulie, 14 Timilai Rokoduru, 13 Johann Sadie, 12 Julien Heriteau, 11 Benito Masilevu, 10 Jake McIntyre, 9 Paul Abadie, 8 Antoine Miquel (c), 7 Vincent Farre, 6 Jessy Jegerlhener, 5 Denis Marchois, 4 Adrian Motoc, 3 Dave Ryan, 2 Facundo Bosch, 1 Giorgi Tetrashvili;
A disposizione: 16 Paula Ngauamo, 17 Morgan Phelipponneau, 18 Yohan Montes, 19 Andres Zafra Tarazona, 20 Yoan Tanga, 21 Lucas Rubio, 22 Leo Berdeu, 23 Clément Laporte;

onrugby.it © riproduzione riservata
TAG:
item-thumbnail

Padovani dopo Lione-Benetton: “A tratti superiori, ci è mancato il breakdown”

L'estremo dei leoni dopo il match di Challenge: "Dovevamo portare a casa più punti, ma sono orgoglioso della squadra e della prestazione"

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “orgoglioso della squadra per 80′”

L'analisi a caldo dell'head coach trevigiano

item-thumbnail

Challenge Cup: non basta un bel Benetton, Lione passa 25-10

Niente da fare per i leoni, che dopo 70 minuti di battaglia cedono nel finale, complice anche un discutibile cartellino giallo

item-thumbnail

Challenge Cup: esame di francese a Lione per il Benetton

Leoni a caccia di punti preziosi in terra transalpina

item-thumbnail

Benetton: la formazione per la sfida di Challenge Cup contro Lione

Negri sarà il capitano di giornata. In mediana spazio a Braley e Marin dal primo minuto, mentre in panchina ritorna Albornoz dopo un lungo infortunio

item-thumbnail

Benetton Rugby: dal mercato arrivano due rinforzi per il resto della stagione

La compagine veneta innesta nel proprio roster un utility back e un terza linea