Serie A femminile: ai blocchi di partenza la stagione 2018-2019

Confermato il format del torneo, con l’obiettivo di favorire ancor di più la crescita della nazionale di Di Giandomenico

ph. Roberto Bregani/Fotosportit

La palla ovale italiana ha svelato i suoi “prodotti”. E così, oltre al Top 12, a Milano è stato presentato contestualmente anche la Serie A Femminile 2018/2019. Un torneo che conferma 20 squadre al via, con molte delle capitane presenti in quel del capoluogo lombardo, divise in due gironi territoriali da dieci squadre ciascuno, con il Colorno che sarà impegnato dal prossimo 7 ottobre nella difesa del titolo tricolore ottenuto lo scorso giugno nella finalissima tenutasi a Calvisano.

“I risultati della nazionale italiana femminile confermano che l’ampliamento del campionato a 20 squadre, avvenuto nella scorsa stagione e confermato per quella corrente, è stata una scelta giusta – afferma Maria Cristina Tonna, Responsabile del settore femminile FIR – Il bacino a disposizione del Commissario Tecnico Andrea Di Giandomenico è sempre più ampio e abbiamo una profondità maggiore anche nel movimento femminile, costantemente in crescita nelle ultime stagioni con nuove realtà che si affacciano nel panorama rugbistico nazionale”.

Poi è stata la volta di Veronica Madia, leader del Colorno e apertura della nazionale: “Abbiamo l’obiettivo di confermare il titolo conquistato nella scorsa stagione.  Non sarà una passeggiata: il livello si è innalzato e conferma arriva dalle nuove ragazze convocate con la Nazionale Italiana Femminile. C’è stato un cambio generazionale che non ha alterato le prestazioni dell’Italia, ma ha confermato che abbiamo una squadra al momento giovane e competitiva”.

La formula è la solita degli ultimi anni: si qualificherannno ai playoff le prime tre di ciascun girone, ma solo la prima dei due raggruppamenti andrà direttamente alle semifinali. Le altre dovranno passare per i barrage, in cui si sfideranno seconde e terze.

Al campionato prenderanno il via tre nuove squadre: le Sirene del Golfo, al posto della Old Napoli, il Cus Milano e la Capitolina.

Girone 1: Rugby Colorno, Cus Milano, Benetton Treviso, Rugby Riviera 1975, Cus Torino, Iniziative Rugby Villorba, Rugby Monza 1949, Valsugana Rugby Padova, Verona Rugby, Cus Pavia

Girone 2: Le Sirene del Golfo, Donne Etrusche Rugby, Cus Pisa, Rugby Belve Neroverdi, Unione Rugby Capitolina, I Puma Bisenzio Rugby, Rugby Bologna 1928, Amatori Rugby Torre del Greco, Cus Ferrara, Montevirginio Rugby

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram.
onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

Serie A Femminile, finale: Volvera Rugby batte le Puma Bisenzio e vola in Elite

La finale di Parma arride alle piemontesi, nonostante le avversarie abbiano combattuto fino all'ultimo

item-thumbnail

Serie A Elite Femminile: Cus Torino batte la Capitolina 24-0 nel recupero. Calvisano retrocede

I risultato del recupero della quinta giornata del girone Playout

item-thumbnail

Serie A Elite femminile, Sara Barattin: “E’ stato fantastico vincere questa finale”

L'esperta capitana gialloblu ha parlato delle emozioni nel successo tricolore

item-thumbnail

Serie A Elite femminile: Villorba è campione d’Italia dopo 5 anni. Valsugana battuto a Casale

Le "Ricce" dominano il match, rischiano una beffa clamorosa nel finale ma tornano a conquistare il titolo italiano dopo 5 anni

item-thumbnail

Serie A Elite Femminile: le parole di Stevanin e Muzzo verso la finale Valsugana-Villorba

Svelato anche il quartetto arbitrale per il match decisivo del 25 maggio

item-thumbnail

Serie A Elite Femminile: chiusa la fase playoff, Villorba e Valsugana in finale

Nel girone playout vince l'Unione Rugby Capitolina, Calvisano retrocede