Schalk Brits, dal ritiro alla convocazione degli Springboks

Il tallonatore aveva annunciato l’addio un mese fa, ma è stato invece chiamato da Erasmus nella rosa sudafricana

ph. Reuters/Clodagh Kilcoyne

Rassie Erasmus, CT del Sudarica, ha convocato per i prossimi due Test Match contro l’Inghilterra il tallonatore Schalk Brits. La notizia di per sé non sarebbe eccezionale visto che stiamo parlando di uno dei tallonatori più forti al mondo dell’ultimo decennio, ma lo è diventata poché il 37enne aveva annunciato il ritiro dall’attività agonistica non più tardi di un mese fa. La sua ultima partita, in teoria, sarebbe dovuta essere la finale di Premiership vinta con i suoi Saracens contro Exeter, ma a quanto pare la sua nazionale è stata un buon incentivo per cambiare idea.

Brits, classe 1981, era a Johannesburg ed ha assistito al primo Test della serie tra Springboks e inglesi dagli spalti, da semplice tifoso, ma si trova già a Bloemfontein dove il Sudafrica sta preparando la seconda sfida contro gli uomini di Eddie Jones. “Schalk ha una grande conoscenza delle condizioni europee, inglesi e del gioco dei Saracens – ha dichiarato Erasmus ai media – Siamo impegnati ad incrementare la nostra esperienza e le nostre capacità verso la Coppa del Mondo, per cui vogliamo che i ragazzi si allenino di fianco ai giocatori più esperti”.

Nonostante un riconosciuto talento e l’unicità delle sue caratteristiche fisiche e tecniche, Brits ha collezionato appena 10 presenze nel corso della sua carriera con gli Springboks, anche a causa della sua lunga militanza con i Saracens. L’ultima apparizione risale al Mondiale 2015, nella vittoria contro gli Stati Uniti per 64-0.

Jones chiama rinforzi

Anche Eddie Jones ha aggiornato la sua rosa a disposizione, ma per via delle condizioni fisiche non perfette di Luke Cowan-Dickie, che ha riportato un problema al bicipite femorale. Il tallonatore è in dubbio per il secondo Test, e il CT australiano ha deciso quindi di chiamare il pari ruolo di Worcester Jack Singleton, uncapped che potrebbe fare il suo esordio qualora le condizioni di Cowan-Dickie non dovessero migliorare.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

All Blacks: è arrivato il momento di Damian McKenzie

Smiley ha esordito da numero dieci a livello internazionale, e sabato dovrebbe partire da titolare vista la concussion di Barrett

item-thumbnail

Test Match, Rassie Erasmus fotografa gli Springboks: “Ci prendiamo le vittorie, ma c’è tanto da fare”

L'allenatore dei sudafricani analizza la situazione dei suoi citando anche il lavoro fatto da Coetzee

item-thumbnail

Test Match: due azzurri nel XV ideale del weekend di Planet Rugby

Matteo Minozzi e Jake Polledri nella formazione tipo del prestigioso portale ovale

18 giugno 2018 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Benjamin Fall non è stato squalificato dopo l’espulsione in All Blacks-Francia

La commissione disciplinare non ha ritenuto volontario o incauto il suo intervento. L'estremo sarà a disposizione per la terza sfida

item-thumbnail

I momenti migliori del secondo sabato di Test Match

Gli highlights delle partite più importanti giocate ieri, da Suva a Houston passando per Wellington, Melbourne e Bloemfontein

17 giugno 2018 Foto e video
item-thumbnail

Test Match: gli Stati Uniti battono la Scozia, il Galles domina i Pumas

Vittoria a sorpresa degli Eagles a Houston. L'Argentina perde ancora nettamente a Santa Fe