Sudafrica: ecco i primi Springboks di Rassie Erasmus

Sono 43 i convocati dall’ex Munster per preparare i quattro test estivi della Rainbow Nation. Ben 17 gli esordienti

sudafrica rugby

ph. Sebastiano Pessina

Il Sudafrica di Rassie Erasmus nasce con tante novità. Molto allargato il gruppo convocato dall’ex Director of Rugby di Munster per preparare i test match di giugno : 43 giocatori, suddivisi fra 24 avanti e 19 trequarti, con ben 17 esordienti, selezionati fra coloro che hanno meglio figurato in Super Rugby, ma anche nel Pro14.

Fra gli esordienti ci sono i piloni Ox Nche e Thomas du Toit, il tallonatore Akker van der Merwe, le seconde linee RG Snyman, Marvin Orie e Jason Jenkins, le terze Sikhumbuzo Notshe, Kwagga Smith, i mediani di mischia Ivan van Zyl, Embrose Papier e Cameron Wright, l’apertura Robert du Preez, e fra i trequarti Andre Esterhuizen, Sibusiso Nkosi, Aphiwe Dyantyi, Travis Ismaiel e la vecchia conoscenza del Pro14 Makazole Mapimpi.

Gli allenamenti cominceranno lunedì in quel di Johannesburg, alla presenza anche dei cinque overseas convocati da Erasmus. Si tratta di Duane Vermeulen, Bismarck du Plessis, Faf de Klerk, Willie le Roux e Frans Steyn. Tolto de Klerk, tutti giocatori di grande caratura internazionale, che difficilmente si accontenteranno di fare solamente presenza nel camp.

Mentre le squadre sudafricane non stanno passando, in generale, un momento di splendore nel Super Rugby di quest’anno, ci sono molti giocatori interessanti fra gli esordienti e coloro che hanno ottenuto pochi caps fino ad ora. Fra questi Lukhayno Am, Warrick Gelant e Curwin Bosch. Da capire invece chi sarà il capitano degli Springboks, vista l’assenza forzata per infortunio di Eben Etzebeth.

Il Sudafrica giocherà il prossimo sabato 2 giugno la prima partita della lunga estate internazionale, contro il Galles, a Washington DC, negli Stati Uniti. La squadra di Erasmus affronterà quindi una agguerrita e attesa serie di tre test contro l’Inghilterra negli stadi di Johannesburg, Bloemfontein e Città del Capo.

La lista dei convocati del Sudafrica
Avanti: Nizaam Carr, Bismarck du Plessis, Dan du Preez, Jean-Luc du Preez, Pieter-Steph du Toit, Thomas du Toit, Jason Jenkins, Steven Kitshoff, Siya Kolisi, Wilco Louw, Frans Malherbe, Bongi Mbonambi, Oupa Mohojé, Franco Mostert, Tendai Mtawarira, Ox Nche, Sikhumbuzo Notshe, Trevor Nyakane, Marvin Orie, Chiliboy Ralepelle, Kwagga Smith, RG Snyman, Akker van der Merwe, Duane Vermeulen
Trequarti: Lukhanyo Am, Curwin Bosch, Damian de Allende, Faf de Klerk, Robert du Preez, Aphiwe Dyantyi, André Esterhuizen, Warrick Gelant, Travis Ismaiel, Elton Jantjies, Jesse Kriel, Willie le Roux, Makazole Mapimpi, Sibusiso Nkosi, Embrose Papier, Handré Pollard, Frans Steyn, Ivan van Zyl, Cameron Wright

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Super Rugby: i Jaguares hanno vinto in casa dei Waratahs. Ora sono primi nella Conference sudafricana

Dopo il campo di una franchigia neozelandese è stato espugnato anche quello di una squadra australiana

25 maggio 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

La carriera di David Pocock nel Super Rugby è finita?

Il ritorno in campo del flanker dei Brumbies continua a essere rimandato, e forse avverrà solo con la maglia dei Wallabies

24 maggio 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Il calendario del Rugby Championship 2019: luoghi, date, orari e tv del torneo

Tutti i dettagli sulla principale competizione australe per nazionali

22 maggio 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

George Smith ha annunciato il ritiro a 39 anni

Il flanker australiano lascia dopo quasi venti anni di professionismo. In carriera ha vinto due Super 12 con i Brumbies

21 maggio 2019 Emisfero Sud
item-thumbnail

In Australia i problemi non finiscono mai

E per i Waratahs in particolare, che hanno sospeso Tolu Latu per guida in stato di ebbrezza (e per non averlo comunicato subito al club)

21 maggio 2019 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

Israel Folau non farà ricorso in appello per il suo licenziamento

Per il giocatore questa decisione non è da interpretare come un'ammissione di colpa. Non sono escluse altre azioni legali

20 maggio 2019 Emisfero Sud