Il calvario di Billy Vunipola è senza fine

Il terza linea si è infortunato ancora in allenamento. In stagione ha giocato appena sei partite e 287 minuti

Billy Vunipola saracens

ph. Reuters

Billy Vunipola si è infortunato ancora. Dopo essere rientrato in campo nell’ultimo turno di Premiership, a distanza di tre mesi e mezzo dall’ultima volta, il numero otto inglese ha riportato un problema al bicipite femorale in una sessione di allenamento con i suoi Saracens.

Come riporta il Telegraph, il club inglese considera l’infortunio come un problema legato allo sforzo compiuto dal giocatore per entrare a regime dal punto di vista fisico. Il 25enne terza linea, ai box da gennaio per una frattura all’avambraccio, aveva giocato gli ultimi venti minuti della sfida contro i London Irish, vinta agevolmente dai Sarries, ma in vista dell’ultima giornata di campionato contro Gloucester la sua assenza sembra più che probabile.

Vunipola ha giocato appena 287 minuti in stagione, anche perché prima del ritorno in campo a gennaio l’inglese era stato costretto a fermarsi per altri tre mesi a partire da fine settembre, a causa di un intervento chirurgico per un problema alla cartilagine del ginocchio.

Per il numero otto, inoltre, non era stata nemmeno la prima operazione subita nell’arco del 2017. Nei mesi precedenti, Vunipola aveva dovuto rinunciare al tour dei British & Irish Lions per un problema alla spalla, che lo aveva costretto a finire sotto i ferri. In occasione del secondo intervento, poi, aveva espresso tutta la sua frustrazione: “Non è bello non poter controllare il tuo ginocchio e non sapere quando la tua spalla uscirà. E’ terribile non poter controllare queste cose. Probabilmente qualcosa deve cambiare, o i giocatori si consumeranno”.

Al momento, dunque, è in dubbio anche una sua possibile convocazione per il tour dell’Inghilterra in Sudafrica a giugno. Il terza linea non gioca con la nazionale dal 18 marzo 2017, ovvero l’ultima giornata del Sei Nazioni, e la sua assenza ha tolto in questi mesi una delle opzioni più pericolose in attacco a Eddie Jones, nonché uno dei giocatori più influenti nel rugby internazionale a tutto tondo, tanto da far dire a Mick Cleary del Telegraph che “l’Inghilterra senza Vunipola è come il Barcellona senza Messi”.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

La nuova sfida di George Smith: sei mesi ai Bristol Bears

Il terza linea australiano è stato chiamato dal club inglese, neopromosso in Premiership, per far fronte ai tanti infortuni

21 giugno 2018 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, Saracens: allenatore che vince non si cambia

Gli inglesi prolungano il contratto di Mark McCall e del suo staff

30 maggio 2018 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, finale 2018: gli highlights di Saracens v Exeter

Le azioni più belle del pomeriggio di Twickenham

27 maggio 2018 Foto e video
item-thumbnail

Premiership, finale 2018: i Saracens sono campioni d’Inghilterra

Exeter Chiefs sconfitti 27 a 10, in quel di Twickenham

26 maggio 2018 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Premiership, finale 2018: Saracens ed Exeter vogliono salire sul trono d’Inghilterra

A Twickenham l'atto finale del massimo torneo inglese, senza Michele Campagnaro

25 maggio 2018 Emisfero Nord / Premiership
item-thumbnail

Paul Gustard è il nuovo head of rugby degli Harlequins

L'assistente di Eddie Jones prenderà potere a Twickenham Stoop dopo il tour inglese in Sudafrica

22 maggio 2018 Emisfero Nord / Premiership