Sei Nazioni Under 20: Italia, in Galles per cercare risposte

Per gli Azzurrini un’opportunità per dimostrare di nuovo il proprio valore. Diretta streaming su The Rugby Channel

Legnano, Italia-Galles 5-27, Sei Nazioni Under 20, 3/2/2017 (ph. Sebastiano Pessina)

Della spropositata sconfitta subita in Francia sarebbe meglio che non restasse nulla. A Gueugnon è probabilmente andata in scena la peggior Italia Under 20 degli ultimi due anni, tanto da essere sconfitta per 78-12 da dei Bleus che hanno marcato mete in ogni modo possibile, martoriando una difesa italiana fin troppo lenta e spaesata per essere vera. Con la ripresa del Sei Nazioni, gli uomini di Fabio Roselli avranno due ottime occasioni per voltare pagina e dimenticare il passivo più pesante fatto registrare negli ultimi tredici anni, a partire dalla sfida di questa sera a Colwyn Bay contro il Galles.

“Sia Galles sia Scozia le abbiamo già viste giocare e sembrano essere formazioni alla portata. Il livello sembra più o meno il nostro, come dimostrano i loro risultati […] Andare a far visita al Galles può essere difficile, ma se arriviamo a contatto con loro negli ultimi dieci minuti possiamo giocarcela”. Nell’intervista di sei giorni fa, capitan Michele Lamaro presentava così la partita contro i baby Dragoni, facendo intuire la grande consapevolezza del gruppo azzurro verso le due sfide finali del torneo, dove l’Italia non vince ormai dal 2014 (32-13 alla Scozia).

– Leggi anche: il futuro ovale e la vita fuori dal campo: intervista a Michele Lamaro

Ambizioni legittime? Pur avendo collezionato ben dodici sconfitte nelle ultime tredici partite, gli Azzurrini hanno dimostrato di aver migliorato il proprio livello di gioco e di poter competere ad armi pari con le altre formazioni europee, eccezion fatta per qualche scivolone.

Oltre all’ultimo in terra francese, uno di questi era arrivato proprio nello scorso Sei Nazioni contro il Galles, quando a Legnano gli ospiti si imposero 5-27 dominando il secondo tempo. La riscossa azzurra era arrivata poi nella finale per il settimo posto ai Mondiali Under 20, anche se si infranse sul 25-24 al termine di una partita spesso in controllo degli Azzurrini. Quale delle due versioni scenderà in campo al Parc Eirias?

Intanto, rispetto all’ultima partita Roselli e Moretti cambia cinque ragazzi per la trasferta gallese, ma nei trequarti ci sono anche diversi spostamenti sullo scacchiere tattico. Biondelli torna di nuovo nel ruolo di estremo, le ali sono Alessandro Forcucci e Albert Batista con De Masi che scivola al centro al fianco di Mazza. In mediana, insieme a Rizzi c’è Nicolò Casilio al posto di Crosato.

In terza linea, dove mancano sempre Manni e Bianchi per squalifica, fa il suo esordio nel torneo Antoine Koffi, mentre in seconda questa volta Canali parte dalla panchina e sarà Edoardo Iachizzi a fare coppia con il confermatissimo Cannone.

I baby dragoni fin qui hanno vinto due partite su tre, contro la Scozia con un largo 36-3 e in Irlanda, espugnando Donnybrook con un pirotecnico 38-41. Dei gallesi visti contro l’Italia nelle due partite del 2017, invece, ne sono rimasti appena cinque, complice la naturale rivoluzione che intercorre tra un’annata e l’altra nell’Under 20. Quattro di loro saranno in campo: l’apertura Ben Jones, il pilone Rhys Carre, il seconda linea Max Williams e il terza (e capitano) Will Jones, mentre il mediano di mischia Morgan-Williams siederà in panchina.

Calcio d’inizio alle ore 20:15, diretta streaming su The Rugby Channel e sul canale Facebook della Federazione Italiana Rugby.

Le formazioni

Galles: 15 Cai Evans, 14 Joe Goodchild, 13 Corey Baldwin, 12 Callum Carson, 11 Tommy Rogers, 10 Ben Jones, 9 Harri Morgan, 1 Rhys Carre, 2 Dewi Lake, 3 Kemsley Mathias, 4 Owen Lloyd, 5 Max Williams, 6 James Botham, 7 Will Jones
8 Taine Basham
A disposizione: 16 Iestyn Harris, 17 Jordan Walters, 18 Rhys Henry, 19 Alun Lawrence, 20 Lennon Greggains, 21 Reuben Morgan-Williams, 22 Max Llewellyn, 23 Rio Dyer

Italia: 15 Michelangelo Biondelli, 14 Alessandro Forcucci, 13 Andrea De Masi,12 Damiano Mazza, 11 Albert Einstein Batista, 10 Antonio Rizzi, 9 Nicolò Casilio, 8 Antoine Kouassi Koffi, 7 Michele Lamaro (c), 6 Davide Ruggeri, 5 Edoardo Iachizzi, 4 Niccolò Cannone, 3 Michele Mancini Parri, 2 Matteo Luccardi, 1 Danilo Fischetti
A disposizione: 16 Niccolò Taddia, 17 Leonardo Mariottini,18 Guido Romano, 19 Matteo Canali, 20 Enrico Ghigo, 21 Luca Crosato, 22 Filippo Di Marco, 23 Alessandro Fusco

Indisponibili per squalifica: Manni, Bianchi
Indisponibili per infortunio: D’Onofrio, Modena, Gemma, Marinello, Wrubl, Vaccari

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Italia, Under 20: i convocati per il raduno di Parma

Quattro giorni di attività per i 26 convocati e un allenamento congiunto con le Zebre

item-thumbnail

Italia Under 20: ventisei convocati per un raduno a Calvisano

In programma anche un allenamento congiunto con la squadra bresciana al San Michele

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019, Under 20: ecco le sedi casalinghe degli Azzurrini

La nazionale giovanile affronterà in casa Galles, Irlanda e Francia rispettivamente l'8 febbraio, il 22 febbraio e il 15 marzo

item-thumbnail

Una selezione dell’Accademia affronterà la Romania Under 20

Trai convocati diversi giocatori presenti nell'ultima stagione dell'Under 20

item-thumbnail

Italia Under 20: l’ottavo posto mondiale non deve bastare

Analisi, interventi e programmazione per il futuro. Abbiamo parlato con coach Andrea Moretti del torneo azzurro

item-thumbnail

Mondiale Under 20: l’Italia stecca alla fine, vince il Galles 34-17

Tanti errori, tanti falli e ben tre cartellini gialli puniscono gli azzurrini, che chiudono il torneo all'ottavo posto