Francia, la ricetta di Novès: trasparenza, chiarezza e consenso dei club

Il ct ha incontrato gli allenatori della lista “France Group” spiegandogli le sue idee

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Quando manca poco più di un mese all’inizio del Top 14, in Francia a tenere banco è ancora la scoppola rimediata dalla nazionale nei tre test match di giugno in Sudafrica. Dopo lo sfogo di una settimana fa contro i giocatori, il selezionatore Guy Novès è passato ai fatti virando però obiettivo questa volta e andando ad incontrare i club del campionato domestico inseriti nella lista “France Group”: ovvero quelle società (9 su 14; Bordeaux, Brive, Clermont, La Rochelle, Montpellier, Stade Francais, Racing 92, Tolone, Tolosa) che hanno dato la propria disponibilità a confrontarsi sulle tematiche atte al miglioramento dei giocatori di interesse nazionale.
Il commissario tecnico ha cercato subito di creare un clima di confronto, considerando che alla riunione erano presenti anche preparatori atletici e allenatori del calibro di Vern Cotter, esponendo subito le sue idee: trasparenza, chiarezza e consenso dei club.
Novès ha chiesto che in ognuno di queste squadre vi sia un referente che possa rapportarsi con i Bleus sia dal punto di vista fisico che da quello tecnico stimolando il dibattito costruttivo e il riavvicinamento fra club e nazionale; cosa questa che ha ottenuto molti consensi.
“Guy ha subito impostato un discorso di onestà intellettuale e questo ci è molto piaciuto”. Afferma l’allenatore del Clermont Franck Azéma, che poi prosegue: “La stagione è dispendiosa – come riporta Rugbyrama –  ma i giocatori devono cercare di combinare bene gli impegni con i club e quelli della nazionale: c’è il Sei Nazioni ogni anno, ma la Coppa del Mondo non è poi così lontana. Se lavoreremo bene, ne usciremo tutti vincitori”.

 

 

 

A novembre è attesa la prima verifica di questo “nuovo” progetto: quando in Francia si presenteranno due volte gli All Blacks, poi il Giappone ed il Sudafrica.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

La formazione del Sudafrica per il secondo test con i Lions

Tre cambi nella formazione che affronterà i Lions nel secondo match della serie, due nuovi innesti anche in panchina

item-thumbnail

Lions: tre cambi nella formazione di Warren Gatland per gara 2

Le scelte dell'ex Galles, per una sfida che può già decidere la serie

item-thumbnail

Quade Cooper si unisce al raduno dell’Australia

L'apertura si unisce al gruppo di Dave Rennie, in teoria come "training player", ma sarà comunque a disposizione in caso di necessità

item-thumbnail

Warren Gatland: “Bello vedere i ragazzi rientrare così in partita. Mi aspetto un Sudafrica più forte”

Il commento dell'head coach dei Lions dopo gara 1, nelle sue colonne sul sito dei Lions

item-thumbnail

All Blacks attesi a breve in USA, per un test match estremamente remunerativo

Potrebbe allungarsi la lista degli impegni dell'anno 2021 per i 'tuttineri'

item-thumbnail

Video: gli highlights della vittoria dei Lions in gara 1 contro il Sudafrica

Decisiva la furente rimonta nella ripresa

25 Luglio 2021 Foto e video