Federico Ruzza: primo cap e mete, una stagione personale da ricordare

Il giovane terza linea ci ha parlato dell’esordio internazionale e dell’annata in Pro12

italia nazionale federico ruzza

ph. Sebastiano Pessina

PARMA – La prossima stagione potrebbe giocarla lontano da Parma, ma intanto Federico Ruzza resta concentrato in vista del finale di una stagione che certo non dimenticherà: molto minutaggio tra Pro12 e Champions Cup, 4 mete nella coppa regina con doppietta ai Wasps, e l’esordio internazionale arrivato a Murrayfield la scorsa settimana contro la Scozia. Certamente una delle note più positive nella difficile annata dei ducali.

 

“Sabato è stata una giornata molto importante e molto emozionante – racconta il terza linea classe 1994 ricordando il giorno del primo cap – La partita non è andata bene, ma sono felice di essere entrato in campo nei minuti finali. Le settimane precedenti sono servite da inserimento, già dai primi raduni ho capito che è una bellissima esperienza: il gruppo mi ha accolto bene, eravamo molti giovani e questo forse ha facilitato le cose. E’ stato un momento importante per la mia formazione”. Chiediamo poi a Ruzza le differenza di ritmo sia in fase di preparazione che di gioco: “Molti dei giocatori nostri e delle altre squadre arrivano dal Pro12, in cui giochi partite di altissimo livello. La difficoltà nel cercare di alzare ulteriormente il ritmo è dovuta al poco tempo e alle poche partite che hai a disposizione: la sfida è alzare da subito il ritmo a livello individuale“.

 

Una parola infine sulla sua stagione personale: “Sono contento perché ho giocato tanto trovando spazio. Per un giovane è importante fare esperienza sul campo. A livello collettivo il fatto di aver vinto finora una sola partita rispetto alle 7 della scorsa stagione, sta pesando. Ora ne mancano poche, dobbiamo dare qualcosa in più”.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Pro14: Zebre-Connacht finisce 12-47. Irlandesi dilaganti a Parma

Gli ospiti fanno bottino pieno, trascinati al successo dalle mete di Alex Wootton

22 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: 5 motivi per seguire Zebre-Connacht

Kick-off al Lanfranchi previsto per le 15.30

22 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: la formazione delle Zebre contro Connacht

Cinque novità per i ducali verso Connacht: torna dal primo minuto David Sisi, ridisegnati i trequarti da Michael Bradley

21 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

La clamorosa meta segnata da Pierre Bruno delle Zebre

Rivediamo la stupenda segnatura del trequarti dei ducali: doppia veronica e palla schiacciata in maniera folle

18 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre-Ulster, Bradley: “Una dura lezione di cui faremo tesoro”

L'head coach analizza la gara che ha portato gli emiliani a cedere ai rivali irlandesi

17 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14, le Zebre si sciolgono di fronte ad Ulster: è 14-57

I padroni di casa escono dal campo dopo venti minuti e subiscono nove mete dagli avversari

16 Novembre 2020 Pro 14 / Zebre Rugby