Quando non si è allo stadio: il Sei Nazioni visto da casa

Cosa succede in questo caso? Ve lo raccontano i Delinquenti prestati al mondo della palla ovale

ph. Adrees Latif/Action Images

ph. Adrees Latif/Action Images

Più che la solita raccolta “le cinque cose che”, questo è un po’ un insieme di topoi di quello che succede quando, per un motivo qualsiasi (che parte dalla distanza geografica al non abbiamo trovato i biglietti) noi Delinquenti non riusciamo a vedere la partita del Sei Nazioni allo stadio. Siamo sicuri ci perdonerete il romanesco, ma le conversazioni purtroppo, qui da noi, avvengono così.

 

 

5 – Al computer
Succede. Succede di essere in un posto dove non c’è il televisore. Succede.  Che si fa? O ci si attacca alla wi-fi, sperando ci sia, o si finiscono i giga del telefono utilizzandolo come router. Rimane il fatto che cerchi la partita in streaming e, puntualmente, arriva con qualche secondo di differita. Così devi stare lontano dal telefono per evitare i commenti dei vari gruppi o dei vari amici, che non mancano di anticiparti tutto con messaggi sobri pieni di contenuti tecnici come: “Aò zì hai visto che sbriciolata Parisse? L’ha spento porcoddena!” o “Canna ha tirato un missile in mezzo ai pali che mamma mia fermate!”

 

 

4 – Al Pub:
“Allora regà, l’ho chiamato: apre solo per noi, però je dovemo dì quanti semo. Si, si, apre pure la cucina… no zi, er proiettore s’è rotto, ce la vediamo in televisione. Aò nun rompete er cazzo, o così o niente. Vabbè, ci vediamo lì alle due, aò venite, non me fate fa figure.”

 

 

3 – Al campo
Telefonata
“Ma quindi? Stavo a sentì Ajeje Brazorf e Paolo Rossi che stanno ar campo a vedesse la partita… No, nun fanno in tempo, stanno a allenà i regazzini e se la vedono direttamente là, voglimo andare pure noi? Si, si, tanto se mettemo in club house. Si, ci vediamo pure quelle del pomeriggio… aò poi vedemo se ce và de uscì dopo, male che và ci fermiamo e se magnamo ‘na cosa!”

 

 

2 – A casa degli altri
Telefonata
“Ah stanno a veni tutti da te? Si, arrivo. Che porto? Da bere? Quanti semo? No, dije a Cannellone che se vole le sigarette esce e se le compra. Vabbè pe le sette se damo, tanto ciò da fa stasera. Daje, arrivo”.

 

 

1 – A casa tua
Telefonata
“Tranquilli, si posto c’è. Se la vedemo in HD. Boh, se volete portà qualcosa va bene, ma tanto c’è il supermercato sotto casa. Si non ho niente da fà stasera, se potemo vedè pure la Roma (ndr perdonateci, qualche brutto vizio lo abbiamo anche noi)… vabbè se piamo na pizza! Ah dici cucinamo? Si però non famo che come ar solito voi alla play e io a cucinà eh!”

Io. Cucino io. Alla fine cucino SEMPRE IO.
Per qualsiasi perplessità di traduzione chiedete! (anche se l’abbiamo fatta facile!)

 

Giulio Giuseppe Giorno

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Beach Rugby, Crazy Crabs campioni d’Italia

I Crazy Cabs vincono il Master Finale della Lega Italiana Beach Rugby laureandosi Campioni d'Italia

2 agosto 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, ultimi verdetti in attesa del Master Finale

Si è giocata l'ultima tappa del campionato italiano di beach rugby

26 luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, resoconto della 5a tappa

Resoconto della quinta tappa della Lega Italiana Beach Rugby

19 luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, resoconto della 4a tappa del campionato italiano

Beach rugby, resoconto della quarta tappa del campionato italiano

14 luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, il Salento Rugby vince la Magna Grecia Cup

Il Salento Rugby si aggiudica la nona edizione della Magna Grecia Beach Rugby Cup

10 luglio 2017 Delinquenza ovale
item-thumbnail

Beach Rugby, fuochi d’artificio nel terzo week end di regular season

Si è giocata la terza settimana della regular season del campionato Libr di Beach Rugby, ve la raccontiamo

6 luglio 2017 Delinquenza ovale