World Rugby U20 Championship: la Georgia batte 18-17 l’Italia

Azzurrini troppo poco pericolosi. Sfida salvezza con Francia o Giappone

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

I primi cinque minuti vedono gli Azzurrini stabili nei 22 avversari, ma né di pick and go né in maul né al largo si aprono varchi nella bella difesa caucasica. La scarsa pericolosità dell’attacco sarà una costante di tutta la partita dell’Under 20, così come la buona organizzazione difensiva georgiana. Palla in mano i nostri avversari si dimostrano invece confidenti, con ricicli veloci e buona trasmissione. Il miglior inizio è così legittimato dalla meta di Mataradze quando è da poco passato il quarto d’ora di gioco. Possesso e territorio sono più in mano georgiana e per rendersi pericolosi gli Azzurrini si affidano alla cassaforte: è la mezzora quando Makelara timona in meta la rolling maul ben impostata. Grazie alla conversione di mantelli, i primi quaranta si chiudono sul 7-5 Italia, anche per una meta divorata dalla Georgia per un doppio movimento.

 

La ripresa vede la Georgia più aggressiva e che pian piano mette le mani anche nel confronto ordinato. E’ il minuto ’55 quando da una mischia ai cinque che ci vede in sofferenza Gorgadze fa il Gorgodze e travolge due difensore marcando la seconda meta dei suoi. Palla in mano Fragnito e compagni faticano a trovare e creare spazi attaccabili, salvo un paio di belle incursioni di Minozzi dal fondo. Dieci minuti più tardi la terza meta avversaria, questa volta dopo bel multifase con allargamento che permette a Miminoshvili di trovare lo spazio per attaccare e andare oltre. A tenerci in partita ci pensano tutti i punti georgiani lasciati dalla piazzola: e così quando Mantelli centra al minuto ’66 i pali siamo sotto break nonostante le tre mete subite. Ma dura poco, perché Aprasidze ad otto dal termine riporta i suoi a distanza di relativa sicurezza. All’ultimo assalto la meta di Sperandio in bandierina. Finisce 18-17. La Georgia legittima sul campo la partecipazione d’ufficio alla prossima edizione casalinga.

 

Nuova Zelanda-Galles: nella prima semifinale per il quinto posto, dominio dei Baby Blacks che si impongono 71-12.

 

 

Italia: Matteo Minozzi, Lorenzo Masato, Marco Zanon, Dario Schiabel, Luca Sperandio, Leonardo Mantelli, Riccardo Raffaele, Giovanni Licata, Giovanni Pettinelli, Lorenzo Robin Masselli, Davide Fragnito, Leonardo Krumov, Marco Riccioni, Engjel Makelara, Daniele Rimpelli
A disposizione: Marco Manfredi, Damiano Borean, Giosuè Zilocchi, Giordano Baldino, Davide Ciotoli, Charly Trussardi, Roberto Dal Zilio, Andrea Bronzini

Marcatori Italia
Mete: Makelara (30), Sperandio (80)
Conversioni: Mantelli (30, 80)
Punizioni: Mantelli (66)

 

Georgia: Irakli Svanidze, Lado Miminoshvili, George Koshadze, George Kveselidze, David Meskhi, David Modzgvrishvili, Vasil Lobjanidze, Mataradze, Lasha Sajaia, Lasha Tabidze, Michael Babunashvili, Irakli Tkhadadze, Ilya Spanderashvili, George Tsutskiridze, Beka Gorgadze
A disposizione: George Khuroshvili, Ucha Cheishvili, George Melikidze, Demur Epremidze, Vano Putkaradze, Gela Aprasidze, Marian Modebadze, Sandro Iluridze

Marcatori Georgia
Mete: Mataradze (17), Gorgadze (55), Miminoshvili (64)
Conversioni:
Punizioni: Aprasidze (72)

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Italia Emergenti: ufficializzata la sfida con la Romania, si gioca sabato 18 dicembre

La selezione azzurra, che non sarà schierata come Italia A, sarà composta in maniera quasi esclusiva dai migliori giocatori del Top10

item-thumbnail

Italia Under 20: scatta il raduno di Parma, quattro cambi tra i convocati

Azzurrini pronti a lavorare verso la stagione 2022, ecco gli atleti scelti da Massimo Brunello per questo nuovo raduno

item-thumbnail

Italia Under 20: le convocazioni di Brunello per il prossimo raduno di Parma

Gli azzurrini convocati per il nuovo appuntamento di preparazione in vista della stagione internazionale 2022

item-thumbnail

Italia A-Uruguay: gli highlights della sfida vinta dagli Azzurri di Troncon

Le immagini che ripercorrono il match di domenica scorsa. Cinque le mete realizzate nel duello contro i sudamericani

item-thumbnail

Italia A, Steyn: “Dobbiamo migliorare, ma vittoria consistente”. Troncon: “Potenziale c’è”

Capitano ed allenatore della seconda selezione azzurra hanno parlato a margine del successo contro l'Uruguay

item-thumbnail

Buona anche la seconda per l’Italia A, battuto a Padova l’Uruguay

Qualche passo avanti per la formazione di Troncon che piega Los Teros