Pro12: verso le semifinali, l’Irlanda vuole fare la voce grossa

Tre squadre su quattro vengono dall’isola di smeraldo. Una stagione piena di prime volte

ph. Paul Harding/Action Images

ph. Paul Harding/Action Images

DUBLINO – La regular season del Pro12 che si è appena conclusa ha visto il dominio delle formazioni irlandesi, come mai era accaduto prima. Innanzitutto per la prima volta nella storia del torneo tutte le quattro province dell’isola di smeraldo sono arrivate nelle prime sei, piazzamento fondamentale da quando necessario per qualificarsi alla Champions cup. Occorre poi aggiungere che sono irlandesi tre delle quattro semifinaliste ed entrambe le semifinali si giocheranno in Irlanda.

 

Questo esito lascia con l’amaro in bocca gli Scarlets, a lungo in testa alla classifica e fra le prime quattro. I gallesi avevano iniziato benissimo la stagione regolare ma sono caduti alla distanza, il contrario di quanto fatto da Ulster e Glasgow Warriors, che hanno recuperato nella seconda parte di stagione dopo un inizio di stagione difficile. Discorso a parte merita Connacht, assoluta rivelazione della stagione. La squadra di Galway è entrata nei play off per la prima volta da quando, nel 2003/04, il format della competizione è passato alla formula andata e ritorno. Dall’arrivo di Pat Lam Connacht è cresciuta sia tecnicamente che come numero di tifosi. Il numero delle vittorie lo dimostra senza equivoci: 6 vittorie nel 2013/14 (differenza punti stagionale –138), 10 nella seconda (+28), 15 in questa (+101). Leinster-Ulster La prima semifinale si gioca venerdì 20 alle 19,45 locali in un RDS tutto esaurito (19.100 spettatori, grazie ai 700 posti provvisori aggiunti). Leinster ha sempre vinto in casa in Pro 12 in questa stagione e per questo parte favorita. Tuttavia la squadra di Leo Cullen non sembra nel migliore momento della stagione e contro le grandi ha sempre faticato. Non dimentichiamo poi che il recente scontro diretto è finito 30-6 per i nordirlandesi ma si giocava a Belfast. Dal 1999 Ulster ha vinto a Dublino una volta sola, nel 2013. Se Leinster è leggermente favorita, Connacht-Glasgow Warriors si annuncia equilibratissima. Connacht in casa ha perso solo contro Ulster e ha vinto lo scontro diretto all’ultima di campionato 14-7, guadgandosi il diritto di giocare la semifinale in casa. Lo Sportsground – sempre più piccolo per l’entusiasmo di Galway – non è facile da violare, tuttavia molti osservatori giudicano i Warriors la squadra più in forma. Si gioca sabato alle 18.30 locali. Pronostico quasi impossibile.

 

Intanto la finale sabato 28 maggio a Murrayfield sarà quella con il pubblico maggiore della storia della manifestazione. Già un mese fa Scottish Rugby aveva annunciato di aver superato i 26.100 biglietti venduti per Munster-Leinster, finale 2011 giocata a Thomond Park.

 

di Damiano Vezzosi
onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

United Rugby Championship: il mercato delle gallesi

Acquisti e cessioni delle quattro squadre che compongono lo Welsh Shield

item-thumbnail

United Rugby Championship: il mercato delle squadre irlandesi

Tutti i movimenti in entrata e uscita di Connacht, Leinster, Munster e Ulster

item-thumbnail

URC, come sta andando il mercato delle altre

Un campionato sempre più tosto, con tante stelle in arrivo

item-thumbnail

URC: nuovo nome e nuovo logo per i Dragons

Cambia il simbolo della franchigia gallese, che cerca un maggior legame con le proprie origini

item-thumbnail

URC, finale tutta sudafricana: gli Stormers battono Ulster a tempo scaduto

Sembrava fatta per la squadra di Belfast, decide una trasformazione di Manie Libbok dopo la meta di Warrick Gelant

item-thumbnail

URC, Leo Cullen: “I ragazzi sono distrutti, non siamo stati abbastanza bravi”

Il capo allenatore del Leinster riflette sulla sconfitta in semifinale contro i Bulls