Il rugby nella terra di nessuno: nuova mischia, un vero caos

Dopo Italia-Australia Jacques Brunel lo ha detto chiaro e tondo: “C’è un casino terribile. Nessuno sa più come fare”

ph. Sebastiano Pessina

Tra le parole meno rilevate e sottolineate questo fine settimana, dopo Italia-Australia, ci sono quelle di Jacques Brunel sulla mischia. D’altronde la contingenza e la cronaca avevano giustamente altre precedenze. parole non su cosa è andato o non è andato in campo a Torino nel gruppo dei ragazzi in maglia azzurra, ma sulla mischia in generale dopo l’introduzione delle nuove regole. A tre mesi dall’inizio della stagione infatti non sembra regnare una gran sintonia (eufemismo) a qualsiasi livello e sui campi se ne vedono di ogni.
Cosa ha detto Brunel durante la conferenza stampa post-Australia? Questo: “In mischia c’è un casino terribile. Nessuno sa più come fare: arbitri, giocatori, allenatori. Fanno riunioni e poi non si fa nulla per risolvere. Non si riesce a giocare la mischia, oggi per averne una da cui è uscito un pallone giocabile abbiamo dovuto aspettare la sesta. Non è un problema dell’Italia, è un problema generale”.
E in effetti solo qualche giorno prima della gara dell’Olimpico a puntare il dito era stato proprio il ct wallabies Ewen McKenzie. Insomma, un gran caos.

 

Certo, il fatto che generalmente a lamentarsi siano generalmente gli allenatori che perdono nell’immediato post-partita non aiuta un granché, ma il problema c’è ed è innegabile. Manca una riflessione seria fatta a freddo, si parla della questione spesso un po’ troppo a caldo, a ridosso di un qualche risultato negativo e alla fine quelle parole assumono una parvenza di alibi.
La questione – va detto – non interessa tanto le regole in sé, che possono essere più o meno sensate o più o meno “popolari”, ma la loro applicazione, finora molto poco lineare e univoca. Inutile stare qui a distribuire patenti di colpe vere o presunte: magari i giocatori non hanno ancora ben assimilato le novità, i tecnici non le hanno ben spiegate e i gli arbitri ben interpretate e dirette. Magari tutte queste cose sono vere in parte o del tutto, tutte assieme o separatamente, ma non importa: trovate una soluzione.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Irlanda: sta per ritirarsi Rob Kearney, il giocatore con più trofei

La sconfitta ai quarti di Champions marca il passo d'addio per uno degli estremi più forti di sempre

20 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Un arbitro internazionale nello staff tecnico delle Fiji

Vern Cotter ha presentato la sua "squadra" in vista della Autumn Nations Cup. I pacifici sfideranno gli azzurri il 21 novembre

17 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

World Rugby Ranking: Ian Foster chiede il blocco della classifica

L'allenatore degli All Blacks preferisce concentrarsi sui giocatori e sul piacere di tornare a misurarsi con gli avversari

16 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Dalla sfida all’Italia ad un 2020 in bianco per il Giappone

I nipponici avevano recentemente rinunciato all'Autumn Nations Cup

14 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

I giocatori dell’Inghilterra hanno accettato una riduzione salariale del 25%

Analogo taglio accettato dal coach Eddie Jones lo scorso marzo

12 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Autumn Nations Cup in tv: Amazon potrebbe trasmettere il torneo

Il colosso dell'e-commerce sembra interessato all'ingresso nel mondo del rugby

10 Settembre 2020 6 Nazioni – Test match