European OnRugby Ranking: Glasgow alla fine arriva in cima

Gli scozzesi scavalcano i Tigers, terza piazza per i Saracens. Treviso indietro di una posizione, le Zebre salgono

Che i Warriors di Glasgow siano una delle squadre più in crescita di tutta Europa è una verità assodata oramai da tempo. Ora gli scozzesi si prendono la vetta della nostra clasifica per mclub scalzando i Tigers dalla prima posizione. Scivola Leinster di un paio di posizione mentre Ulster riprende a correre e guadagna ben sette posizioni rispetto a una settimana fa. Bene anche Tolosa (+5) ed Exeter (+7), la sorprendente Grenoble balza fino al 16° posto alle spalle del Munster mentre la maglia nera questa volta va a Gloucester: -7.
Chiudiamo con le italiane perché Treviso perde una posizione nonostante la vittoria su Connacht mentre le Zebre vedono accorciarsi ulteriormente la distanza che le separa dal penultimo posto occupato sempre da Worcester e ora le due squadre sono divise solo da 2,44 punti.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

World Rugby: i tour estivi restano in bilico

Lo ha chiarito Bernard Laporte, presidente della federazione francese

item-thumbnail

Il Pro14 propone il relive di 40 sfide degli ultimi 2 anni, tra cui alcune vittorie di Benetton e Zebre

Disponibili gratuitamente sul sito ufficiale della competizione

1 Aprile 2020 Pro 14
item-thumbnail

Allenarsi a casa con stile e fantasia unici: interpretano i fratelli Du Preez

I ragazzi in forza ai Sale Sharks hanno lavorato sul passaggio a modo loro

1 Aprile 2020 Foto e video
item-thumbnail

Pesce d’Ovalia: le migliori fake news del primo aprile a tema rugby

Dai videogiochi alla ripresa della Premiership in un isola sperduta: facciamoci una risata

1 Aprile 2020 Terzo tempo
item-thumbnail

Carlos Spencer è The King anche in quarantena

Canestro da una ventina di metri con un reverse pass: provateci anche voi nel cortile di casa

1 Aprile 2020 Foto e video
item-thumbnail

Il giocatore preferito di Eddie Jones e altre curiosità

Ad esempio: l'episodio più divertente della sua carriera, la vittoria più importante con l'Inghilterra e uno sguardo al Sei Nazioni