Tommaso d’Apice alle Zebre, ora c’è anche l’ufficialità

L’accordo tra il giocatore e la franchigia federale è stato messo nero su bianco

Sabato scorso OnRugby era stato il primo a dare la notizia dell’arrivo del giocatore a Parma dopo l’addio di Carlo Festuccia. Ora il contratto è stato firmato e il tallonatore è un giocatore delle Zebre. Ecco il comunicato della franchigia:

 

Le Zebre Rugby sono liete di annunciare di aver raggiunto un accordo con il tallonatore Tommaso D’Apice, classe 1988, nella scorsa stagione in forza al Gloucester Rugby, nel massimo campionato inglese.

Il numero due beneventano, 10 caps e la partecipazione ai Mondiali 2011 con l’Italia all’attivo, si è messo immediatamente a disposizione del tecnico Andrea Cavinato dopo la firma del contratto. Prende il posto nella rosa delle Zebre di Carlo Festuccia, trasferitosi ai London Wasps.

“Con l’arrivo di D’Apice – ha dichiarato Roberto Manghi, direttore sportivo delle Zebre Rugby – aggiungiamo alla nostra rosa una pedina di valore e riportiamo in Italia un atleta nel pieno della propria carriera, al ritorno da un’esperienza importante. Siamo felici di dare il benvenuto a Tommaso, che va ad aggiungersi a due altri giovani tallonatori nel giro della Nazionale come Davide Giazzon ed Andrea Manici: anche in occasione delle finestre internazionali, quali che siano le scelte del CT Brunel, le Zebre potranno contare su un tallonatore di alto livello”.

“Ho allenato Tommaso nelle Nazionali giovanili – ha detto l’head coach delle Zebre Rugby, Andrea Cavinato – e non posso che essere entusiasta all’idea di ritrovarlo per questa nuova avventura che sta per cominciare in RaboDirect PRO12 ed Heineken Cup. Si tratta di un ottimo giocatore, dotato di una grande dinamicità e capace di fare la differenza in campo aperto e come ball-carrier: avrà voglia di mettersi in mostra ad alto livello e le Zebre sono in grado di offrirgli il giusto palcoscenico”.

“L’esperienza in Inghilterra – ha dichiarato Tommaso D’Apice – mi ha aiutato molto a crescere come uomo e come giocatore, adesso ho voglia di mettere a frutto quanto ho imparato in quest’anno passato al di là della Manica per contribuire alla crescita delle Zebre. La concorrenza per la maglia numero due, con Giazzon e Manici, non mancherà: questo non può che essere uno stimolo in più ed aiutare me, Davide ed Andrea a crescere e metterci in evidenza per conquistare un posto da titolari, alle Zebre ed in azzurro”.

La scheda del giocatore:

TOMMASO D’APICE*
nato a: Benevento
il: 30.06.1988
ruolo: tallonatore
altezza: 180 cm
peso: 106 kg
Esordio in Nazionale: Italia v Giappone 31-24, Cesena 13.08.11
Caps: 10
Caps 6 Nazioni: 5
Caps RWC: 1
Presenze in RaboDirect PRO12: 8
Presenze in Heineken Cup: 8
Soprannome: Tommy
altre selezioni: “A”, U20, U19
Club precedenti: Rugby Benevento, Rugby Calvisano, Futura Park Roma, Aironi Rugby, Gloucester
Twitter ufficiale: @dtomm

Tallonatore affinatosi nell’Accademia di Tirrenia e nel Cammi Calvisano, ma prodotto della scuola beneventana, Tommaso ha vestito la maglia numero due dell’Italia U20 nel 2007/2008 ma ha faticato a trovare spazio nell’Italia “A” nella stagione seguente. Due stagioni da titolare in Eccellenza con la Futura Park Rugby Roma lo hanno aiutato a prendere ritmo ed a mettersi in luce a livello assoluto, entrando stabilmente nel giro dell’Italia “A” e prendendo parte ad alcuni raduni della Nazionale Maggiore.
Con una Churchill Cup 2011 di qualità – è stato eletto man of the match nella finale per il terzo posto contro Tonga – si è meritato a sorpresa la convocazione nella squadra di preparazione ai Mondiali 2011 ed ha esordito nel test pre-Mondiale di Cesena contro il Giappone.
Solido e dotato di grande fisico, è uno degli avanti più promettenti su cui lo staff della Nazionale sembra intenzionato a puntare per il futuro: convocato per i Mondiali 2011 in Nuova Zelanda, dopo essere rimasto in panchina contro l’Australia ed essere entrato in campo contro la Russia è stato costretto da un problema muscolare ad abbandonare anzitempo l’avventura iridata. Brunel lo ha confermato nel gruppo per il 6 Nazioni 2012, dove è sempre entrato nella ripresa in sostituzione di Ghiraldini ed Ongaro. Dopo aver partecipato al tour estivo 2012 in Sud e Nord America, con il passaggio al Gloucester nel massimo campionato inglese ha trovato poco spazio, mancando la convocazione in azzurro per tutto il 2012/2013. Conclusa l’esperienza d’Oltremanica è rientrato in Italia, alle Zebre Rugby.

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato” 

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre: Michael Bradley vuole ripartire con un successo in Pro14

L'allenatore delle Zebre spiega quello che vorrebbe vedere dalla sua squadra a due settimane dal rientro in campo

7 Agosto 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Jacopo Trulla: il futuro fra Zebre e Italia

Ambizioni, esperienze e ruolo sul campo: il trequarti ambisce a un deciso salto di qualità

6 Agosto 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby, probabili e possibili nella formazione ’20/’21: i trequarti

Casilio, Rizzi, D'Onofrio: il loro salto di qualità cruciale per il rilancio delle ambizioni ducali presenti e future

26 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby, probabili e possibili nella formazione ’20/’21: il pack

Gli avanti della franchigia emiliana sotto la lente di ingrandimento, in vista della prossima stagione

25 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Antonio Rizzi: “Per me arriva un anno chiave. Voglio mostrare le mie capacità”

L'azzurro fa il bilancio sui suoi primi mesi alle Zebre Rugby

24 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: la rizzollatura del Lanfranchi è stata completata

Lo ha annunciato la franchigia emiliana con un video sui suoi social

21 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby