Ewen McKenzie esce allo scoperto, lancia segnali di fumo all’Irlanda

Il director of rugby dei Reds spalanca le porte a una chiamata da parte della federazione di Dublino che deve sostituire Kidney

“Ho detto che sono in cerca di nuove sfide e non mi interessa dove le posso trovare: mi interessa solo il tipo di lavoro, non il posto. Ho anche detto che sono ovviamente interessato alla panchina dei wallabies e lo confermo ma devo tenere gli occhi aperti e guardarmi attorno”. Queste le parole di Ewewn McKenzie rilasciate al quotidiano di Sydney Daily Telegraph. La traduzione è una sola: se l’Irlanda mi vuole io ci sono.
Poche settimane fa il director of rugby dei Reds ha annunciato che a fine stagione lascerà il suo incarico e il Super Rugby: il suo obiettivo numero uno è la nazionale australiana per sostituire Robbie Deans a fine anno, ma all’interno dell’ARU ha sia amici che oppositori. E se Deans dovesse sbaragliare i Lions a giugno diverrebbe quasi intoccabile. Quindi arriva l’apertura all’Irlanda che ha appena annunciato che Declan Kidney non sarà più il ct. E chiamiamolo piano di riserva…

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Shaun Edwards fra Francia e Galles

Il guru della difesa sarebbe in trattativa anche con la federazione francese per far parte dello staff dei Bleus dopo la RWC

24 aprile 2019 6 Nazioni – Test match
item-thumbnail

Quattro stelle di Tolone per i Barbarians

Inizia a definirsi la squadra per la sfida all'Inghilterra XV del 2 giugno prossimo, in cui ci sarà anche l'esordio delle ragazze

item-thumbnail

Italia: Ghiraldini operato, comincia la corsa alla Rugby World Cup

Il tallonatore azzurro si è sottoposto all'operazione a Roma e proseguirà la riabilitazione a Tolosa

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: cosa ci dicono i numeri di fine torneo

Il Galles bada al sodo, puntando sulla propria grande difesa. Tra i singoli spicca Braam Steyn nelle statistiche individuali

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Alun Wyn Jones vince il premio come miglior giocatore del torneo

Il capitano del Dragoni diventa il quinto gallese ad ottenere questo riconoscimento