Zebre: ancora un tempo regalato, Munster passa 21-5

La squadra di Roselli paga ancora una volta una partenza difficile, nella quale concede 3 mete

Zebre: ancora un tempo regalato, Munster passa 21-5 (ph. Sighinolfi)

Zebre: ancora un tempo regalato, Munster passa 21-5 (ph. Sighinolfi)

Un’altra partenza shock per le Zebre, che vanno sotto 21-0 nei primi 25 minuti e stavolta non riescono a rimontare. Gli irlandesi vincono per 21-5 e trovano la prima vittoria stagionale dopo due sconfitte esterne contro Cardiff e Dragons. La squadra di Roselli paga le tante problematiche in rimessa laterale e il dominio del drive di Munster, oltre ai tanti infortuni che hanno costretto il tecnico a ridisegnare tutto il reparto trequarti in corso d’opera.

La cronaca di Munster-Zebre

Munster parte forte, seguendo un copione ben preciso: palla alta, pressione e carica con gli avanti. Dopo 2 minuti Trulla salva a mezzo metro dalla linea di meta, riconquistando il pallone sulla carica di Scannell, poi un minuto dopo è Cronje a guadagnare un altro tenuto che permette alle Zebre di andare per la prima volta in zona d’attacco. La squadra di Roselli viene però punita con un calcio libero per non aver rispettato il corridoio.

Sull’azione successiva Bruno si isola a metà campo e gli irlandesi ritornano in attacco con una penaltouche ai 5 metri. C’è ancora Scannell a timonare la maul, il tallonatore stavolta arriva fino in fondo, anche se Venditti gli schiaffeggia il pallone dalle mani e sembra farglielo perdere in avanti. Arbitro e TMO, dopo un lungo check, decidono però di assegnare la meta.

Quando le Zebre possono muovere il pallone sono però sempre pericolose: Lucchin supera Healy e serve Bruno al largo, che si fa spazio in mezzo a 4 avversari, poi però il passaggio su Cronje non è perfetto e l’azione sfuma, ma la notizia peggiore è che nel corso dell’azione il sudafricano si infortuna ed è costretto a lasciare il campo portato a spalla. Al suo posto Franco Smith.

Un altro fallo riporta Munster nei 22 avversari. La maul è di nuovo avanzante, poi c’è una prima carica di Goggin e una seconda – vincente – di Keynan Knox, che segna la seconda meta del match. Gli irlandesi continuano a spingere, sfruttando due rimesse laterali sbagliate dalle Zebre, e al 23′ – dopo una serie di cariche con gli avanti – O’Donoghue perde il pallone in avanti al momento di schiacciare. Sull’azione, però, c’era un fuorigioco di Venditti su un calcio battuto veloce da Casey: il numero 4 viene ammonito e deve lasciare il campo per 10 minuti.

La maul di Munster continua a fare sfracelli, con il solito Scannell che guida il carrettino irlandese fino alla terza meta, che stavolta arriva. Piove sul bagnato quando alla mezz’ora il capitano Lucchin è costretto a lasciare il campo per infortunio, al suo posto Pani. Le Zebre continuano a sprecare occasioni in rimessa laterale, perché O’Mahony e Beirne fanno il bello e il cattivo tempo, e la situazione peggiora ulteriormente quando Franco Smith deve lasciare il campo per una concussion. Roselli inserisce Casilio e deve ridisegnare completamente il reparto arretrato: con Fusco costretto a giocare centro insieme a Kriel, mentre Pani va a fare l’estremo.

Nel secondo tempo le Zebre partono forte, con il proprio marchio di fabbrica. Pallone ben giocato da mischia ordinata, Eden allarga su Trulla che con un bel calcetto supera due avversari, sul rimbalzo il più veloce di tutti è Lorenzo Pani che va a schiacciare. Eden non trasforma e si resta sul 21-5.

Munster insiste e cerca la meta del bonus, rinunciando più volte ai pali, ma alcuni errori in rimessa e l’ottima difesa delle Zebre impediscono agli irlandesi di chiudere la partita. Al 77′ Rizzoli si inventa uno strepitoso 50-22 che permette alle Zebre di ritornare in attacco dopo tanta pressione, ma la squadra di Roselli non riesce a sfruttare l’occasione di riaprire il match. Finisce 21-5 per Munster, che conquista la prima vittoria stagionale. Zebre che per la prima volta in stagione chiudono un match senza portare a casa punti.

Francesco Palma

Il tabellino di Munster-Zebre

Munster: 15 Mike Haley, 14 Conor Phillips, 13 Malakai Fekitoa, 12 Dan Goggin, 11 Patrick Campbell, 10 Ben Healy, 9 Craig Casey, 8 Jack O’Sullivan, 7 Peter O’Mahony (C), 6 Jack O’Donoghue, 5 Tadhg Beirne, 4 Fineen Wycherley, 3 Keynan Knox, 2 Niall Scannell, 1 Dave Kilcoyne
A disposizione: 16 Scott Buckley, 17 Jeremy Loughman, 18 Stephen Archer, 19 Edwin Edogbo, 20 Ruadhan Quinn, 21 Conor Murray, 22 Joey Carbery, 23 Rory Scannell

Mete: Scannell 9′, Knox 18′, Scannell 25′
Trasformazioni: Healy 9′, 19′, 26′
Punizioni:

Zebre: 15 Richard Kriel, 14 Pierre Bruno, 13 Erich Cronjé, 12 Enrico Lucchin (c), 11 Jacopo Trulla, 10 Tiff Eden, 9 Alessandro Fusco, 8 Taina Fox-Matamua, 7 MJ Pelser, 6 Davide Ruggeri, 5 Leonard Krumov, 4 Gabriele Venditti, 3 Ion Neculai, 2 Giampietro Ribaldi, 1 Juan Pitinari
A disposizione: 16 Luca Bigi, 17 Luca Rizzoli, 18 Matteo Nocera, 19 Joshua Furno, 20 Iacopo Bianchi, 21 Nicolò Casilio, 22 Franco Smith Jr, 23 Lorenzo Pani

Mete: Pani 45′
Trasformazioni:
Punizioni:

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Le Zebre illudono, sprecano e poi crollano: al Lanfranchi passa Glasgow

La squadra di Roselli gioca un ottimo primo tempo ma spreca tante occasioni e poi cede alla distanza: gli scozzesi vincono 45-17

item-thumbnail

URC: le Zebre attendono Glasgow con la voglia di provarci

La franchigia di Parma affronta una sfida non facile, ma anche una di quelle dove può sperare di fare punti

item-thumbnail

URC, Zebre: la formazione che sfida Glasgow con sette cambi rispetto a Belfast

Possibili debutti in maglia ducale per l'argentino Garcia e il sudafricano van Wyk. Coach Roselli rimette Pierre Bruno dal primo minuto

item-thumbnail

Zebre, Giacomo Ferrari: “Con l’Under20 momenti splendidi. Abbiamo voglia di sfidare Glasgow”

Il terza linea dei ducali ripercorre il suo 2022 con gli azzurrini e parla della nuova stagione da vivere nello URC con le Zebre

item-thumbnail

Zebre, Marco Manfredi: “Contro i Warriors dipende da noi: non abbiamo scuse”

Il tallonatore suona la carica in vista del match contro gli scozzesi