Top10, Manghi: tra Valorugby, calendari e tanto altro

Si apre il calendario stagionale. Abbiamo parlato con uno di coloro che hanno lavorato al suo sviluppo

Valorugby, Roberto Manghi: "Diamo valore ai sacrifici fatti in stagione e prendiamoci la finale" ph. Luca Sighinolfi

Valorugby, Roberto Manghi ph. Luca Sighinolfi

Inizia quest’oggi la Coppa Italia, con quattro sfide già molto interessanti per testare la condizione degli otto team in campo. Tra i quali anche il Valorugby di Roberto Manghi, molto impegnato in queste settimane anche fuori dal campo.

“Come delegato di allenatori e società del Top10, ho collaborato nella commissione ad hoc per sviluppare nel limite del possibile dei calendari armonici, cercando di non sovrapporre campionato e United Rugby Championship, e lasciando il giusto spazio alle selezioni nazionali, compresa quella A – debutto previsto il 30 ottobre (non a caso weekend off nel massimo torneo) contro la Spagna – tornato in auge”, ha esordito l’head coach reggiano, parlando con OnRugby.

Quando? “Con la commissione abbiamo lavorato a luglio/agosto. Poi ci sono regolarmente incontri online del lunedì nei quali si lavora anche su altre tematiche, l’ultima delle quali è stata quella delle concussion, e per qualche settimana si è parlato di permit/draft player. E’ stata redatta e comunicata una bozza del progetto che è stata accettata transitoriamente per questa stagione sportiva, ma non si è ancora arrivati ad una conclusione univoca di ampio respiro, perché non c’è ancora una visione comune su come dovrà essere, concretamente, l’Alto Livello”.

“E va ricordato come di permit nella passata gestione si è parlato per anni senza mai riuscire a chiudere il discorso, per comprendere come ci voglia un attimo di tempo per sistemare il tutto. Non solo. Legato a questo tema ci sono le future modalità di formazione dei giovani, argomento a cui Valorugby guarda con grandi aspettative perché i giovani, la loro crescita in campo e nella vita, sono il nostro focus societario. Aspettiamo di vedere il progetto per la formazione. Ad ogni modo non è facile riuscire a tracciare il tutto in pochi mesi.”, ha proseguito, spiegando la situazione e mostrando fiducia in ottica futura.

“Ecco perché per quest’anno – quando si è iniziato a parlarne, alcune società, tra cui Valorugby e Petrarca, che avevano già impostato il proprio mercato, hanno detto chiaramente che non avrebbero partecipato. Lavorando al meglio in questi mesi (e c’è tanto da fare), auspico che per la prossima stagione si possa riuscire a trovare una quadratura su tutti gli aspetti esposti”, ha dettagliato Manghi, esprimendo poi soddisfazione per il mercato portato a termine.

 “Sono estremamente soddisfatto della rosa costruita. Abbiamo portato avanti un bel ringiovanimento, inserendo diversi ragazzi dal circuito accademico, tutti di belle prospettive (da Schiabel ad Ortombina, da Mazzei a Pagnani, passando per Teneggi che proviene dal vivaio reggiano…) e chiamati come da nostra policy ad iscriversi all’università (con un occhio al rugby di oggi ed uno anche al futuro professionale), ed alcuni stranieri ed equiparati di qualità. Sono sicuro che con questa nuova regola che privilegia la cittadinanza (anche se l’ultima modifica ha creato qualche intoppo rispetto alle aspettative create dalle prime dichiarazioni) alla formazione si alzerà il nostro livello ma anche quello di tutto il torneo”, ha chiarito, svelandoci poi un aspetto non banale.

“Peraltro con un tasso decisamente più alto argentini (nel computo totale degli stranieri), sempre terra-terra e piuttosto seri, oltre che tutto sommato in linea con le nostre abitudini, è più semplice avere la giusta armonia nel gruppo, piuttosto che con isolani e neozelandesi. Per noi, e non solo”, ha detto sorridendo Manghi.

Obiettivi stagionali

“Siamo fiduciosi e vogliamo provare a migliorare quanto fatto lo scorso anno, aggiungendo un tassello in più al nostro percorso. L’obiettivo, come sempre, è quello di crescere su tutti i fronti. Si parte dalla griglia dello scorso anno, con quattro squadre verosimilmente un passetto avanti, ma con altre realtà che si sono mosse bene e potranno provare a fare un salto di qualità”

“Stiamo lavorando bene, e quanto fai settimana dopo settimana in allenamento è la cosa più importante ed anche quella che puoi realmente controllare. Se porteremo la massima qualità nei nostri impegni quotidiani, di riflesso la vedremo anche in campo. Abbiamo l’ambiente ideale per poterlo fare, con un presidente che non ci fa mancare nulla, sotto ogni punto di vista. Ci segue, ci stimola e ci trasmette tutti i lati positivi della pressione”, ha concluso, già proiettato al duello con i Lyons, Roberto Manghi

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Top10: i risultati della quarta giornata

Calvisano vince a Parma. Petrarca rullo compressore, che spettacolo nel derby di Roma

16 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: diretta streaming Viadana-Lyons Piacenza

Calcio d'inizio alle ore 16

16 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: diretta streaming Fiamme Oro-Lazio

Calcio d'inizio alle ore 15:30. E' il momento della stracittadina romana

16 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: Rovigo vince l’anticipo. Colorno, mai domo, cede 34-28

I bersaglieri si prendono la vetta, gli emiliani un prezioso punto di bonus

16 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: quarta giornata, dove si vede e le formazioni

Si torna in campo a partire dalle 15.30. Due gare in diretta streaming

16 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10
item-thumbnail

Top10: diretta streaming Rovigo-Colorno

Calcio d'inizio alle 19.35

15 Ottobre 2021 Campionati Italiani / TOP 10