Benetton sconfitto nella prima amichevole: i Sale Sharks passano 28-19

Una prestazione altalenante dei leoni in una partita difficile da decifrare e che ha esaltato le qualità di alcuni singoli

Benetton sconfitto nella prima amichevole: i Sale Sharks passano 28-19 (Ph. Benetton Rugby)

Benetton sconfitto nella prima amichevole: i Sale Sharks passano 28-19 (Ph. Benetton Rugby)

Cose buone e altre da rivedere nella prima uscita stagionale del Benetton, battuto a Monigo 28-19 dai Sale Sharks. Un match che certamente non può dare tantissime indicazioni, essendosi giocato su due tempi da 50 minuti e con circa 35 giocatori per squadra impegnati, tramite la formula dei cambi illimitati. Le due squadre hanno sfruttato il match per provare alcuni meccanismi e cercare di limare le ultime cose in vista dei rispettivi esordi stagionali.

Lo dimostra il fatto che nessuna delle due formazioni ha mai piazzato, nonostante i tanti falli fatti da entrambe, e che alcune azioni offensive siano state ripetute fino allo sfinimento, a prescindere dal risultato ottenuto. Il Benetton ha giocato tantissimo con gli avanti, allargando pochissimo il gioco e concentrandosi sui multifase vicino al punto d’incontro, soprattutto nei 22 avversari. Sale invece ha fatto l’opposto, provando – quando possibile – ad allargare il pallone e soprattutto cercando continuamente di mettere in difficoltà il triangolo allargato avversario con il gioco al piede.

Al via, subito sugli scudi il pacchetto di mischia dei leoni, che prima guadagna un calcio di punizione, poi sugli sviluppi della successiva penaltouche manda in meta Lucchesi con una bella maul. Albornoz trasforma per il 7-0. L’attitudine è ottima, sia in difesa che in attacco, anche se la mischia, dopo l’ottimo avvio, inizia a mostrare qualche cedimento. Nei primi 20 minuti Sale fa seriamente fatica a creare gioco, ma al primo errore dei padroni di casa arriva la punizione, forse eccessiva. Pallone spiovente che sorprende il reparto arretrato del Benetton e in una situazione di gioco rotto, complice anche un rimpallo fortunoso, Ben Curry schizza via sul lato destro e serve a Hammersley la palla del pari.

Il match non decolla a livello di ritmo, tra falli – da una parte e dall’altra – e un gioco che raramente viene allargato. Del resto si tratta della prima vera partita per entrambe le squadre. A rompere la fase di stallo ci pensa ancora una volta il Benetton: rimessa di Lucchesi ai 5 metri, Lorenzo Cannone esce dalla maul e con una bella giocata innesca l’ingresso interno di Lamaro, che marca la seconda meta: 12-7.

La reazione degli inglesi è veemente: prendono possesso della 22 avversaria con una mischia che ormai ha ribaltato le gerarchie, mettono in difficoltà il Benetton con un bel multifase e alla fine è Quirke a marcare: si va sul 12-14 con la trasformazione. Al termine del primo tempo i leoni avrebbero anche l’occasione di ritornare in vantaggio: gran buco di Albornoz, sostegno di Sperandio e azione che arriva ai 5 metri di Sale, poi la troppa fretta vanifica il tutto.

Al via del secondo “maxi-tempo” cambiano praticamente tutti i 15 del Benetton: Zuliani e Menoncello fanno subito un gran lavoro in difesa. Drudi invece è costretto ad uscire per un brutto colpo alla base del collo. Si fanno vedere anche il nuovo acquisto Carl Wegner in difesa e il giovane Leonardo Marin, pur con pochi palloni giocabili. Da segnalare anche che dal 65′ si passa alle mischie no-contest.

Il match scorre senza particolari sussulti fino al 70′, quando Sale sorprende la difesa del Benetton con una rimessa veloce e Neild va direttamente a marcare la meta del 12-21. La girandola di cambi rende il gioco sempre meno ordinato, e ne approfittano gli inglesi che con il piede mettono ancora in difficoltà i padroni di casa: Curtis Langdon chiude la partita all’80’ con la quarta meta, trasformata poi da Curtis per il 12-28. C’è ancora tempo però per una bella reazione del Benetton, che in 14 (all’85’ viene ammonito Drago per un intervento pericoloso) accorciano con un’altra bella maul, finalizzata da Nicotera e trasformata poi da Marin.

Finisce 19-28 tra Benetton e Sale Sharks, ma certamente appare difficile trarre conclusioni sul risultato di una partita di questo tipo. Restano certamente le buone prove individuali di molti giocatori del Benetton – in particolare Niccolò Cannone – ma per avere le idee più chiare sul tipo di lavoro che stanno facendo i leoni bisognerà aspettare il prossimo match contro Edimburgo.

Benetton Rugby: 15 Andries Coetzee, 14 Luca Sperandio, 13 Marco Zanon, 12 Joaquin Riera, 11 Monty Ioane, 10 Tomas Albornoz, 9 Callum Braley, 8 Lorenzo Cannone, 7 Michele Lamaro (c), 6 Sebastian Negri, 5 Federico Ruzza, 4 Niccolò Cannone, 3 Tiziano Pasquali, 2 Gianmarco Lucchesi, 1 Federico Zani.

Entrati: Filippo Alongi, Tommaso Benvenuti, Giacomo Da Re, Filippo Drago, Matteo Drudi, Dewaldt Duvenage, Corniel Els, Riccardo Favretto, Alessandro Garbisi, Marco Lazzaroni, Leonardo Marin, Matteo Meggiato, Tommaso Menoncello, Giacomo Nicotera, Edoardo Padovani, Luca Petrozzi, Giovanni Pettinelli, Nicola Piantella, Rhyno Smith, Ratuva Tavuyara, Carl Wegner, Manuel Zuliani.

Head coach: Marco Bortolami

Sale Sharks: 15 Simon Hammersley, 14 Byron McGuigan, 13 Sam James, 12 Sam Hill, 11 Marland Yarde, 10 Kieran Wilkinson, 9 Raffi Quirke, 8 Jono Ross, 7 Sam Dugdale, 6 Ben Curry, 5 Jp Du Preez, 4 Cobus Wiese, 3 Nick Schonert, 2 Akker Van Der Merwe, 1 Bevan Rodd.

Entrati: Arron Reed, Connor Doherty, Denny Solomona, Joe Carpenter, Luke James, Manu Tuilagi, Nye Thomas, Rohan Rensburg, Tom Curtis, Tom Roebuck, Will Cliff, Cal Ford, Curtis Langdon, Cameron Neild, Ewan Ashman, James Phillips, Rouban Birch, Ross Harrison, Simon McIntyre, Tommy Taylor.

Head coach: Paul Deacon.

Marcature: 4′ meta Lucchesi tr. Albornoz, 22′ meta Hammersley tr. Wilkinson, 34′ meta Lamaro, 40′ meta Quirke tr. Wilkinson; 70′ meta Neild tr. Wilkinson, 80′ meta Langdon tr. Curtis, 94′ meta Nicotera tr. Marin.

Note: 85′ cartellino giallo a Filippo Drago (BEN). Trasformazioni: Benetton Rugby 2/3 (Albornoz 1/2, Marin 1/1); Sale Sharks 4/4 (Wilkinson 3/3, Curtis 1/1).

Francesco Palma

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il calendario del Benetton Rugby fino ai derby contro le Zebre

In agenda ci sono due sfide contro le francesi

item-thumbnail

Benetton, Zuliani: “Nel primo tempo non sembrava fossimo in 14”

La terza linea dei biancoverdi analizza lo splendido successo di Monigo contro Edimburgo

item-thumbnail

Benetton, Bortolami: “Una partita che ricorderemo per tanto tempo. Contro Connacht ci sarà Lamaro”

Il tecnico in conferenza stampa: "Andremo in Irlanda per vincere ancora, anche in trasferta"

item-thumbnail

URC, Benetton: 5 punti con tutto il cuore, Edimburgo KO 24-17

Cartellino rosso al 10' per Matteo Minozzi che ha condizionato la partita, poi i Leoni passano 20' in 13

item-thumbnail

URC, Benetton-Edimburgo: è già dentro o fuori?

I biancoverdi non possono più sbagliare, e Bortolami si affida al blocco azzurro e ai nuovi arrivi Minozzi e Umaga

item-thumbnail

URC: la formazione del Benetton per la sfida a Edimburgo

Minozzi all'ala dal primo minuto, nel triangolo allargato con Smith e Watson. In panchina c'è anche Jacob Umaga