Il punto di Fabio Roselli sulle Zebre, a 5 giorni dal via del Pro14

L’assistente allenatore dei multicolor ha parlato alla ‘Gazzetta di Parma’

Fabio Roselli

Fabio Roselli – Zebre Rugby

Dopo quasi un mese di attesa, che ha fatto seguito al doppio derby agostano, con una vittoria per parte, tra Benetton Rugby e Zebre Rugby, è finalmente iniziata la settimana che porta al kick-off della nuova stagione celtica (qui, il calendario completo, con la novità dei monday night).

Calcio d’inizio della competizione – priva delle sudafricane almeno sino a gennaio – che andrà in scena al Lanfranchi di Parma – a porte aperte, con un numero di tifosi contingentato in ottemperanza alle disposizioni governative -, venerdì sera, all’inedito orario delle 19, quando in Emilia arriveranno i gallesi dei Cardiff Blues, per la prima giornata del Pro14 2020/2021.

Reduci da un allenamento congiunto con i Leoni, alla Ghirada, lo scorso venerdì, per i ragazzi di Michael Bradley, l’impegno con i Blues – a loro volta fermi, a livello ufficiale, dallo scorso agosto – rappresenta un primo significativo banco di prova sul lavoro svolto in questi lunghi mesi di preparazione.

Un appuntamento a cui i multicolor arrivano preparati e con grande carica. “I ragazzi hanno lavorato bene, con intensità, ma anche cercando di curare il dettaglio”, ha spiegato, a ‘La Gazzetta di Parma’, Fabio Roselli, assistente allenatore del team ducale.

“Vogliamo portare le Zebre ad essere più competitive. E’ chiaro che a questi livelli i dettagli sono importanti e devi lavorarli per 80′: questa è la sfida più grande. Dobbiamo crederci, pur sapendo che non è facile e che ci saranno momenti di difficoltà, ma quei momenti dovremo superarli”, ha proseguito, dettagliando, l’ex capo allenatore della selezione nazionale Under 20, che ha chiosato sottolineando l’importanza di tenere ad alto livello gli elementi del gioco che hanno funzionato la scorsa stagione, provando a sfruttarli ancora meglio nello sviluppo delle partite zebrate.

Leggi anche: Video, 50 metri di volata per il vostro normale tallonatore neozelandese in Mitre 10 Cup

“Serve mantenere i nostri punti di forza e trovare il modo per usare la forza della nostra mischia a favore della squadra per rendere ancora meglio”. Già a partire dal duello con i Blues, e da quello, a seguire, del weekend successivo, in casa con i Dragons. Due sfide delicate, ma alla portata dei ducali, che potrebbero già dare un’indicazione chiara sull’annata del team di Bradley.

Per essere sempre aggiornato sulle nostre news metti il tuo like alla pagina Facebook di OnRugby e/o iscriviti al nostro canale Telegram. Per studiare, ripassare o verificare il regolamento del gioco del rugby, invece, clicca qui.

onrugby.it © riproduzione riservata

Cari Lettori,

OnRugby, da oltre 10 anni, Vi offre gratuitamente un’informazione puntuale e quotidiana sul mondo della palla ovale. Il nostro lavoro ha un costo che viene ripagato dalla pubblicità, in particolare quella personalizzata.

Quando Vi viene proposta l’informativa sul rilascio di cookie o tecnologie simili, Vi chiediamo di sostenerci dando il Vostro consenso.

item-thumbnail

URC, Zebre: la formazione per la sfida contro gli Ospreys

Ritorna in campo Lorenzo Pani dopo la squalifica. Il capitano sarà Tommaso Boni

item-thumbnail

La preview di Tolone-Zebre: le formazioni e dove si vede in tv e streaming

La squadra di Roselli deve fare l'impresa in Francia per passare il turno

item-thumbnail

Zebre, Roselli: “Dopo Bristol vogliamo riscattarci, ma a Tolone la panchina dovrà fare meglio”

Il tecnico spiega cosa serve ai suoi ragazzi per tentare l'impresa nell'ultima giornata di Challenge Cup

item-thumbnail

Fabio Roselli: “Le Zebre fanno e disfano, ci manca la continuità”

Il tecnico ha analizzato il crollo nel finale del match contro Bristol

item-thumbnail

Ultima chiamata per la Challenge: la preview di Zebre-Bristol

La squadra di Roselli può ancora qualificarsi agli ottavi, ma ha bisogno di vincere contro gli inglesi

item-thumbnail

Zebre: il punto sugli infortunati e sui recuperati del club emiliano

Roselli ritrova quattro elementi perdendone di contro uno. Buone notizie fra gli avanti