Rugby World Cup 2019: i 31 convocati dei Pumas

Mario Ledesma ha annunciato la rosa dell’Argentina, con qualche inaspettata sorpresa

Ph. REUTERS/Agustin Marcarian

Mario Ledesma non lesina sulle sorprese: la convocazione dei 31 giocatori dell’Argentina in vista della Rugby World Cup 2019, avvenuta nel pomeriggio di lunedì, è un verdetto inaspettato per alcuni giocatori della selezione albiceleste.

Rimarranno infatti a casa nomi del calibro di Facundo Isa e Santiago Cordero, due fra i più talentuosi giocatori argentini che militano in Europa, tornati in nazionale dopo anni di chiusura agli overseas proprio in vista del mondiale.

Sarà invece del gruppo Benjamin Urdapilleta, mediano di apertura 33enne del Castres, scelto in luogo di Joaquin Diaz Bonilla, che quest’anno è stato la prima scelta a numero 10 per i Jaguares nella loro cavalcata fino alla finale di Super Rugby.

Ledesma ha scelto di portare solamente cinque piloni, fra cui l’altro oversea Figallo, giocatore dei Saracens ed ex compagno di nazionale del commissario tecnico. In prima linea rimane fuori Ramiro Herrera, pilone dello Stade Français con 39 caps in nazionale.

La sorpresa più grande, però, come detto, arriva in terza linea: fuori Facundo Isa per far posto a Rodrigo Bruni, terza linea 25enne con appena 9 presenze con i Jaguares quest’anno e attualmente impegnato nella First Division di Currie Cup con i Jaguares XV. La decisione sembra essere stata presa principalmente sulla base di una preferenza per i giocatori di stanza in Argentina, dato che Isa non avrebbe fatto abbastanza per essere fra i titolari.

“Altri giocatori mi hanno convinto di più – ha detto Ledesma in conferenza – Ho voluto dare priorità a coloro che giocano a casa piuttosto che fuori, visto che [Isa] non si era assicurato un posto nei 23.”

Altre sorprese arrivano in mediana, dove l’head coach ha preferito scegliere solo due numeri 9. Martin Landajo non è stato selezionato, ma invece che scegliere il giocatore logicamente dietro nella gerarchia, Gonzalo Bertranou, Ledesma ha optato per Felipe Ezcurra, reduce da un’ottima annata con i Jaguares.

A numero 10 nessuna delle due scelte della franchigia, Diaz Bonilla e il giovane Domingo Miotti, p stata presa in considerazione. Nicolas Sanchez sarà la prima scelta, ma Ledesma si è soffermato a lungo in conferenza su quanto sia rimasto impressionato da Urdapilleta, in particolare durante la finale del Top 14 2018, vinta dal suo Castres contro il più quotato Montpellier.

L’ultima, vera sorpresa arriva sui centri: Lucas Mensa, esordiente nello scontro contro gli Springboks di sabato, è stato scelto nonostante non abbia alcuna esperienza di Super Rugby. Il classe 1996 ha giocato sempre e soltanto con il suo Pucarà nella campionato domestico argentino, e sarà la seconda scelta per la maglia numero 12 dietro Jeronimo de la Fuente, lasciando a casa Santiago Gonzalez Iglesias e Bautista Ezcurra.

Argentina

Avanti: Nahuel Tetaz Chaparro (Jaguares), Mayco Vivas (Jaguares), Agustín Creevy (Jaguares), Julián Montoya (Jaguares), Santiago Socino (Jaguares), Juan Figallo (Saracens), Santiago Medrano (Jaguares), Enrique Pieretto (Jaguares), Matías Alemanno (Jaguares), Tomás Lavanini (Leicester Tigers), Guido Petti (Jaguares), Rodrigo Bruni (Jaguares),  Marcos Kremer (Jaguares), Tomás Lezana (Jaguares), Juan Manuel Leguizamón (Jaguares), Pablo Matera (Stade Français), Javier Ortega Desio (Jaguares)

Trequarti: Tomás Cubelli (Jaguares), Felipe Ezcurra (Jaguares), Nicolás Sánchez (Stade Français), Benjamín Urdapilleta (Castres), Jerónimo de la Fuente (Jaguares), Juan Cruz Mallía (Jaguares), Lucas Mensa (Pucará), Matías Moroni (Jaguares), Matías Orlando (Jaguares), Bautista Delguy (Jaguares), Ramiro Moyano (Jaguares), Emiliano Boffelli (Jaguares), Santiago Carreras (Jaguares), Joaquín Tuculet (Jaguares)

 

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il discorso di Rassie Erasmus prima della finale Mondiale

Cos'ha detto Erasmus ai suoi ragazzi prima di battere l'Inghilterra e diventare Campioni del Mondo? E cosa ci faceva a Murrayfield sabato scorso per S...

12 Febbraio 2020 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: Kyle Sinckler non ricorda quasi nulla della finale

Il pilone inglese ha raccontato i momenti dopo l'uscita dal campo a causa di una concussion

19 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Rugby World Cup 2019: le migliori dieci mete del torneo

Si avvicina la fine dell'anno ed è tempo di bilanci e classifiche: ecco le migliori 10 mete del main event ovale del 2019

11 Dicembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

Irlanda: “Troppa pressione al mondiale”, Best e Nucifora tornano sull’eliminazione

Il capitano e il direttore della performance della federazione irlandese sono tornati a parlare della deludente avventura nipponica

6 Dicembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

Eddie Jones sulla finale mondiale: “Nella mia testa la rivedo ogni giorno”

Il CT dell'Inghilterra è tornato sulla partita persa contro gli Springboks, ammettendo che "mi sembra di vedere la Coppa davanti a me"

12 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019
item-thumbnail

La multa per la risposta inglese all’haka è “colpa” di Joe Marler

Il pilone inglese ha raccontato - con la consueta grande personalità - di aver mal interpretato il piano studiato la sera prima del match

9 Novembre 2019 Rugby Mondiale / Rugby World Cup / RWC 2019