Serie B: cambia la leadership nel Girone 2, Napoli Afragola in fuga

Al Civitavecchia lo scontro diretto contro il Romagna. Lotta salvezza molto agguerrita nei Gironi 3 e 4

rugby serie b andrea lupatini lumezzane

Andrea Lupatini del Lumezzane Rugby, giunto a diciotto vittorie consecutive (ph. Lumezzane Rugby)

Nel match più importante della diciottesima giornata del campionato di Serie B, giocato nel Girone 2, il Civitavecchia ha battuto 14-10 il Romagna portandosi in vetta alla classifica a quattro turni dalla fine. I laziali ora hanno un punto di vantaggio sul Florentia (vittoria comoda 7-57 ad Arezzo) e tre proprio sui romagnoli, passati dal primo al terzo posto in un solo weekend.

In zona retrocessione, il Rieti ha vinto lo scontro diretto contro il Reno Rugby (33-22) scavalcando i bolognesi al terzultimo posto in classifica, dopo che la settimana scorsa era avvenuto il contrario. Nello stesso girone, hanno vinto anche Modena, Livorno e Rugby Parma.

Potrebbe esserci stato lo strappo decisivo invece nel Girone 4, dove il Napoli Afragola ha portato a tredici i punti di vantaggio sul Villa Pamphili. I romani hanno infatti perso nettamente 30-10 in casa del Cus Catania, mentre i napoletani hanno battuto 33-10 il Rugby Roma e vedono la promozione sempre più vicina. Successi anche per Avezzano, Frascati Rugby Club, Paganica e Capitolina. Il punto di bonus raccolto dal Rugby Frascati Union ha avvicinato quest’ultimo al Messina, con le due squadre separate solo da una lunghezza nella zona rossa.

Nel Girone 1, invece, il Lumezzane è a un passo dalla promozione. I bresciani hanno espugnato il campo di Novara 17-33 allungando ulteriormente sul Monferrato, sconfitto 26-13 dal Rovato terzo in classifica. Nella parte bassa, l’Amatori Genova ha tenuto vive le residue speranze di salvezza battendo il Sondrio, anche se l’Amatori Milano (sconfitto a Varese) rimane tuttora a nove punti di distanza. Successi anche per Lecco e Bergamo.

La lotta salvezza che sta coinvolgendo più persone è nel Girone 3, dove quattro squadre sono racchiuse in due punti per un solo posto riservato alla Serie C (l’altro sarà del Trieste quasi sicuramente). Vincendo 21-17 contro il Cus Padova, il Riviera si è rimesso in gioco portandosi a 25 punti, mentre la cadetta del Verona ha battuto nettamente quella del Viadana nello scontro diretto per 34-7.

Sconfitto invece il Cus Ferrara, battuto nettamente 40-7 dal Casale sempre più capolista e vicino alla Serie A. Successi anche per Villorba, Bologna e Mirano.

Andando all’homepage della pagina classifiche trovate calendario, risultati e classifiche di Serie A, Serie A Femminile, Serie B e Serie C. Potete accedervi cliccando sul logo del relativo campionato, oppure cliccando sul banner in calce a questa notizia per andare direttamente a risultati e classifica di riferimento.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

Serie B: il Casale è la prima squadra matematicamente promossa in A

Anche Lumezzane e Napoli Afragola sono vicine al salto di categoria, mentre nel Girone 2 si rimescolano ancora le carte

item-thumbnail

Serie A: Accademia Under 20 allo spareggio, Colorno e Capitolina in semifinale

Vittoria importante per il Settimo Torinese in zona salvezza, mentre nel Girone 3 è tutto in bilico per l'accesso a playoff e playout

item-thumbnail

La situazione playoff e playout nei tornei italiani a poche giornate dalla fine

Come stanno andando le cose in Serie A femminile e nelle Serie A e B maschili?

item-thumbnail

Serie A: la Capitolina perde ma nessuno ne approfitta, Benevento retrocesso

Amatori Catania e Cavalieri bloccati in trasferta. Nessuna sorpresa nei Gironi 1 e 2

item-thumbnail

Serie B: vittorie importanti in zona salvezza nella 17esima giornata

Reno Rugby, Verona e Messina superano il diretto avversario in classifica. Vincono tutte le capolista dei rispettivi gironi

item-thumbnail

Serie A: i Lyons tornano alla vittoria, Colorno allunga su Noceto

La vittoria su Udine mette sette punti di distanza tra le due squadre emiliane nel Girone 2, a tre giornate dalla fine