Italia, O’Shea dopo il match di Chicago: “Deluso per i nostri errori”

Dopo la sconfitta per 54 a 7 contro l’Irlanda, il CT della nazionale e il capitano di giornata Michele Campagnaro hanno parlato alla stampa

italia o'shea nazionale

ph. Massimiliano Ciambelli

Il 54 a 7 di Chicago è un risultato non facile da digerire, ma non c’è tempo per fermarsi a pensare. Già domani la squadra farà di nuovo rotta verso l’Italia, destinazione Firenze, per preparare il test contro la Georgia.

“E’ importante il nostro recupero in vista della partita contro la Georgia a livello mentale e fisico” ha detto nel dopopartita il commissario tecnico della nazionale Conor O’Shea.

Il commento sulla sconfitta in terra statunitense si è concentrato invece sulla difesa: “Sono deluso per i nostri errori. In fase difensiva abbiamo fatto anche cose buone, ma non sono contento per altre situazioni. Il vero problema per noi sono stati i primi minuti del secondo tempo.  Abbiamo giocato contro la seconda squadra al mondo che ha sfruttato le occasioni che ha creato.”

“Se rivedete la partita, la nostra difesa in tanti momenti è stata buona. Ma l’energia di ogni partita cambia, a seconda anche degli episodi. Noi dobbiamo lavorare molto su questi aspetti, cercando di migliorare mentalmente. Dobbiamo imparare a controllare noi stessi e cercare di avere equilibrio.” 

Nella partita azzurra ci sono stati sicuramente, specie nel primo tempo, sprazzi di buona difesa, specie nella salita e nella ricerca dell’impatto, mentre più deficitario è stato il fondamentale del placcaggio. La nazionale ha chiuso con 38 placcaggi mancati, facendo registrare un 79% di riuscita nei 181 placcaggi tentati.

“Ad inizio secondo tempo non siamo stati molto attenti sui dettagli e abbiamo commesso errori che poi abbiamo pagato. Dobbiamo cercare di migliorare ciò che abbiamo sbagliato” ha dichiarato il capitano di giornata Michele Campagnaro, uno degli
Azzurri che si è dato maggiormente da fare.

“Non siamo una squadra peggiore di prima ora, ma bisogna cambiare marcia. A livello personale sono molto dispiaciuto per alcuni errori – ha detto l’Azzurro, che pure è stato, con Giammarioli e Biagi, l’unico del XV a chiudere senza placcaggi sbagliati – “Serviranno per migliorarmi in futuro. Nel primo tempo abbiamo sfiorato la meta in più di un occasione oltre a quella che abbiamo segnato. Bisogna ripartire da ciò di buono che abbiamo fatto senza dimenticare le cose che non hanno funzionato.”

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Cosa ci lascia il Sei Nazioni 2019 dell’Italia

Un'analisi dell'ennesimo torneo senza vittorie della nazionale: la redazione risponde ad alcune domande fondamentali

19 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Italia: per Leonardo Ghiraldini rottura del crociato del ginocchio destro

Il Tolosa e lo staff medico della nazionale valuteranno insieme il piano per l'intervento e la riabilitazione

18 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: le dichiarazioni di Alessandro Zanni e Federico Ruzza dopo Italia-Francia

Il friulano, all'ultima nel torneo: "I giovani devono imparare la lezione di oggi: ogni occasione deve essere colta"

17 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: il dopo Italia-Francia con O’Shea e Parisse

L'allenatore e il capitano (a un certo punto visibilmente commosso) hanno parlato davanti ai giornalisti della sala stampa dell'Olimpico

16 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: non basta la peggior Francia, l’Italia perde 14-25 a Roma

Gli azzurri sprecano davvero tante occasioni, i Bleus le concretizzano tutte pur giocando una partita davvero negativa

16 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: Italia-Francia, la grande occasione azzurra?

Se i Bleus dovessero confermare le difficoltà delle ultime settimane, la squadra di O'Shea potrebbe dire la sua. Kick-off alle 13:30

16 marzo 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale