Inghilterra, l’ultima trovata di Eddie Jones: preparare la Coppa del Mondo 2019 a Treviso

Il coach della nazionale britannica vede nella città veneta una location climaticamente simile al Giappone

ph. Sebastiano Pessina

Mentre prepara i Test Match di Novembre, che vedranno la sua Inghilterra impegnata contro Sudafrica (03/11), Nuova Zelanda (10/11), Giappone (17/11) e Australia (24/11), Eddie Jones fa frullare la testa e i suoi programma già verso la Coppa del Mondo 2019 da disputarsi proprio nel Sol Levante.
Lui, da ex tecnico dei Brave Blossoms, è uno che il Paese nipponico l’ha vissuto in lungo e in largo e conosce abbastanza bene le condizioni climatiche che potrebbero incontrarsi nel prossimo torneo iridato. Per questo motivo ha deciso una cosa: i training camp che anticiperanno la Rugby World Cup si svolgeranno a Treviso. Una notizia non certamente attesa, ma che è stata così motivata da Jones: “Le condizioni climatiche di Treviso sono molto simili a quelle che potremo incontrare in Giappone –  ha rivelato alla stampa d’Oltremanica – e persino la ricettività sarà quasi uguale: hotel e campo d’allenamento saranno quanto di più vicino alla sede del nostro ritiro durante la competizione”.

Il commissario tecnico vuole quindi abituare i suoi ad una temperatura elevata e umida, tipica di quella zona del Veneto, soprattutto a luglio: “È normale che dobbiamo abituarci a giocare col caldo – prosegue nelle sua disamina –  sia a livello mentale, sia a livello fisico cercando di capire anche i tempi di recupero. Nell’ultima estate, prima di andare in Sudafrica, abbiamo fatto dei test al Pennyhill Park (località situata a ovest di Londra, ndr) e abbiamo visto che molti giocatori hanno avuto reazioni fisiche negative al caldo. Per questo dobbiamo lavorare con loro e su di loro: per consentirgli di trovare il miglior assetto possibile. I buoni giocatori trovano sempre un modo per adattarsi”.

Sul fronte del campo invece proseguono le prove in vista dell’esordio fissato ormai fra poco più di una settimana: tra infortuni e nuovi gameplan, tutti attendono l’Inghilterra al varco.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Pro14: il Benetton per confermare il secondo posto contro i Dragons

I biancoverdi sono senza ventuno giocatori, ma hanno tutto per continuare la striscia di risultati utili. Calcio d'inizio alle ore 14

23 febbraio 2019 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Sei Nazioni U20: l’Italia cede in casa ad un’Irlanda che si impone per 14-34

Gli azzurrini faticano a trovare la via della meta, al contrario dei rivali che ottengono anche il punto di bonus offensivo

item-thumbnail

Sei Nazioni Under 20: la diretta streaming di Italia-Irlanda

Potete seguire e commentare la partita dell'Italia su OnRugby. Calcio d'inizio alle ore 19

item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: la formazione dell’Italia che sfida l’Irlanda

Oltre a Parisse non c'è nemmeno Sebastian Negri. Federico Ruzza giocherà la sua prima partita dall'inizio

22 febbraio 2019 Rugby Azzurro / La Nazionale
item-thumbnail

Sei Nazioni 2019: la formazione dell’Irlanda per la trasferta in Italia

Murray e Sexton guideranno la squadra di Joe Schmidt, che tiene a riposo alcuni big nel pacchetto di mischia

22 febbraio 2019 6 Nazioni – Test match / 6 Nazioni
item-thumbnail

Pro14: tanti cambi nelle Zebre che affrontano l’Ulster a Belfast

Quattro permit player convocati da Michael Bradley, uno dei quali arriva dalla Serie A

22 febbraio 2019 Pro 14 / Zebre Rugby