Rugby Championship: Argentina ed Australia si giocano il terzo posto

Kick off alle 00.40 italiane (diretta Sky Sport), a Salta

argentina 2017

ph. Massimiliano Carnabuci

A Salta, l’Argentina di Mario Ledesma e l’Australia di Michael Cheika chiudono l’edizione 2018 del Rugby Championship con una sfida che definirà la terza classificata del torneo australe. I Pumas, reduci dalla sconfitta casalinga contro gli All Blacks vanno a caccia del terzo successo stagionale, e di uno storico bis di vittorie, nello stesso anno, sui Wallabies, che, da par loro, necessitano di rialzarsi al più presto dopo un paio di K.O. dal retrogusto piuttosto amarognolo.

Ai piedi della cordigliera delle Ande, i padroni di casa si affidano alla classe del loro nocchiere Nicolas Sanchez per riscrivere la propria storia nel Championship, affiancandogli in cabina di regia l’ormai collaudato Gonzalo Bertranou, apparso, settimana dopo settimana, sempre più a suo agio sul proscenio del torneo. I sudamericani proveranno a fare la differenza nelle fasi statiche, con la mischia chiusa tornata su standard più che buoni, ed una rimessa laterale che ha funzionato abbastanza bene recentemente, per poi scatenare, al largo, il proprio arsenale atomico, con Moyano, Boffelli e Moroni in grande spolvero.

In casa oceanica, invece, è terminato l’esperimento Kurtley Beale in cabina di regia, con Bernard Foley che si riprende la titolarità a numero 10. Gli australiani cercheranno di lavorare con profitto nei breakdown, punto di forza del team di Cheika, che può contare su una terza linea superlativa sotto quel punto di vista, con la premiata ditta Hooper-Pocock, pronta a far sentire tutta la classe di cui dispone in abbondanza.

Diretta tv, alle 00.40, su Sky Sport.

Le formazioni

Argentina: 15 Emiliano Boffelli, 14 Matias Moroni, 13 Matias Orlando, 12 Jeronimo de la Fuente, 11 Ramiro Moyano, 10 Nicolas Sanchez, 9 Gonzalo Bertranou, 8 Javier Ortega Desio, 7 Marcos Kremer, 6 Pablo Matera, 5 Tomas Lavanini, 4 Guido Petti, 3 Ramiro Herrera, 2 Agustin Creevy (c), 1 Nahuel Tetaz Chaparro;
A disposizione: 16 Julian Montoya, 17 Santiago Garcia Botta, 18 Santiago Medrano, 19 Matias Alemanno, 20 Juan Manuel Leguizamon, 21 Tomas Cubelli, 22 Santiago Gonzalez Iglesias, 23 Sebastian Cancelliere;

Australia: 15 Dane Haylett-Petty, 14 Israel Folau, 13 Reece Hodge, 12 Kurtley Beale, 11 Marika Koroibete, 10 Bernard Foley, 9 Will Genia, 8 David Pocock, 7 Michael Hooper (c), 6 Ned Hanigan, 5 Adam Coleman, 4 Izack Rodda, 3 Taniela Tupou, 2 Folau Fainga’a, 1 Scott Sio
A disposizione: 16 Tolu Latu, 17 Sekope Kepu, 18 Allan Alaalatoa, 19 Rob Simmons, 20 Rory Arnold, 21 Caleb Timu, 22 Nick Phipps, 23 Matt Toomua, 24 Tom Banks

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

La prima lista di All Blacks verso la Rugby World Cup 2019

Steve Hansen ha convocato anche Sam Cane per il primo di tre "foundation days" in vista della stagione internazionale

9 aprile 2019 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Argentina: Creevy resta fino a fine 2019, Tuculet due anni in più

Ma per il tallonatore potrebbe essere l'ultima stagione in patria, prima di un trasferimento in Francia

19 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Australia: Michael Cheika confermato, al suo fianco arriva un Director of Rugby

Da marzo 2019 Scott Johnson affiancherà l'head coach dei Wallabies, reduci da una stagione con quattro vittorie su nove partite

17 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il CEO della NZRU ha detto che Joe Schmidt ha rifiutato un posto negli All Blacks

Ma non come head coach: avrebbe dovuto prendere il posto di Wayne Smith lo scorso anno

12 dicembre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Le quattro fasi del Deklerkismo

Come nasce, cresce e si sviluppa l'amore incondizionato per il mediano di mischia degli Springboks

11 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

All Blacks: Sam Cane sarà operato dopo la frattura ad una vertebra

Il terza linea era uscito durante il primo tempo della sfida contro gli Springboks. Per lui è previsto uno stop molto lungo

7 ottobre 2018 Emisfero Sud / Rugby Championship