Pro14: Zebre o Cardiff, chi si rialzerà al Lanfranchi?

Entrambe le squadre sono reduci da sconfitte brucianti. I ducali hanno vinto le ultime tre in casa. Calcio d’inizio alle ore 20:35

ph. Luca Sighinolfi

I Cardiff Blues sembrano l’avversario ideale per le Zebre: morale non altissimo, due sconfitte all’ultimo minuto nelle prime due partite, sei cambi in formazione, discontinuità in tante fase di gioco. I ducali, davanti al pubblico di casa, potrebbero trarne vantaggio.
Ma anche le Zebre, ad una prima occhiata, sembrano essere l’avversario ideale per i Cardiff Blues: fasi statiche deficitarie, attacco confusionario, difficoltà nel gestire i momenti favorevoli nel match (perlomeno contro il Connacht). Tutte cose di cui i gallesi potrebbero approfittare.

Chi riuscirà a piegare la partita a proprio favore? Se ci dovessimo basare su quanto visto una settimana fa, i favoriti non potrebbero che essere i gallesi per le maggiori frecce a disposizione nel proprio arco, e per la buona qualità di gioco espressa. Alla prima giornata, tra l’altro, i Blues hanno menato le danze contro il Leinster per gran parte degli ottanta minuti, prima di soccombere all’ottantesimo.

Le Zebre, al contrario, fin qui non sono mai state realmente convincenti, nemmeno nella vittoria casalinga contro i Kings in cui gli errori erano stati decisamente troppi. Gli uomini di Bradley non sembrano aver cambiato molto sotto il profilo strategico, mantenendo la tendenza a giocare da qualunque parte del campo e ad avere un ritmo incalzante non appena viene conquistata la linea del vantaggio.

A ben guardare, ad essere problematico non è nemmeno l’impatto dell’attacco sulla partita: in due match, le Zebre hanno fatto 25 clean break, battuto 47 difensori e riciclato 10 volte il pallone, con un guadagno di metri complessivo sempre di gran lunga superiore all’avversario (452 vs 284 contro i Kings, 161 vs 311 contro il Connacht). Pesano però i 32 turnover in due partite e, contro il Connacht, l’inferiorità nello scontro fisico e nei punti d’incontro, dove i ducali non hanno saputo trovare soluzioni alle continue interferenze di Butler e soci.

La riscossa, insomma, dovrà partire soprattutto dal pacchetto di mischia, messo sotto sia nel gioco aperto sia nella fase statica (perse tre introduzioni a favore su sei). Da questo punto di vista, Cardiff è l’avversario forse peggiore, perché la loro prima linea titolare ha dominato per un’ora di gioco anche la mischia del Benetton. Rispetto ad una settimana fa, solo il lato destro del pack è cambiato, con Dillon Lewis al posto di Dmitri Arhip; Bradley ha invece riproposto Chistolini, dopo le serie difficoltà incontrate dal giovane Zilocchi.

Maggiore solidità in mischia chiusa e più ordine nel gestire le folate offensive: le Zebre non potranno prescindere da questi due aspetti nella sfida di questa sera se vorranno continuare la striscia di vittorie consecutive nelle partite in casa, arrivata a quota tre. Entrambe le difese hanno dimostrato di avere alcuni difetti, forse più individuali (e attitudinali) che di squadra: le Zebre hanno subito 32 punti da Connacht ma solo due mete su cinque sono arrivate da azioni manvorate degli irlandesi, mentre i Blues sono passati dal 93% di placcaggio contro il Leinster al 79% (dati Espn) contro il Benetton.

L’ultimo precedente

I Blues sono stati gli ultimi a battere le Zebre in casa, lo scorso febbraio. La sfida si concluse 7-10 per i gallesi, in una partita giocata su un campo dalle condizioni molto difficili (e con un clima molto rigido) che le Zebre non sono mai riuscite a svoltare nonostante la grande mole di gioco prodotta.

Giocatore da seguire

A causa di un infortunio, Tommaso Boni ha saltato gli ultimi due mesi di stagione. Prima dei 22 minuti contro il Connacht, non giocava con i ducali dal 20 gennaio scorso contro l’Agen, in Challenge Cup. Ora Bradley lo ha scelto come primo centro titolare, tenendo capitan Castello in panchina: per l’ex Mogliano si tratta di un’occasione importante per dimostare il proprio valore, dopo una stagione in chiaroscuro in cui aveva alternato buone cose con le Zebre e prestazioni negative con la nazionale.

Calcio d’inizio alle ore 20:35, diretta streaming su DAZN.

Zebre: 15 Edoardo Padovani, 14 Mattia Bellini, 13 Giulio Bisegni, 12 Tommaso Boni, 11 Giovanbattista Venditti, 10 Carlo Canna, 9 Marcello Violi, 8 Renato Giammarioli, 7 Johan Meyer, 6 Jimmy Tuivaiti, 5 George Biagi (c), 4 David Sisi, 3 Dario Chistolini, 2 Massimo Ceciliani, 1 Andrea Lovotti
A disposizione: 16 Oliviero Fabiani, 17 Daniele Rimpelli, 18 Giosué Zilocchi, 19 Apisai Tauyavuca, 20 Giovanni Licata, 21 Guglielmo Palazzani, 22 Francois Brummer, 23 Tommaso Castello

Cardiff: 15 Matthew Morgan, 14 Jason Harries, 13 Garyn Smith, 12 Rey Lee-Lo, 11 Owen Lane, 10 Gareth Anscombe, 9 Tomos Williams, 8 Josh Navidi, 7 Olly Robinson (c), 6 Josh Turnbull, 5 Rory Thornton, 4 George Earle, 3 Dillon Lewis, 2 Kristian Dacey, 1 Brad Thyer
A disposizione: 16 Kirby Myhill, 17 Rhys Carre, 18 Dmitri Arhip, 19 Macauley Cook, 20 Nick Williams, 21 Lloyd Williams, 22 Jarrod Evans, 23 Harri Millard

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Pro14: le statistiche di gioco dopo tre giornate. Spiccano Giammarioli, Padovani e Steyn

Numerosi gli aspetti presi in esame nei primi 240' di gioco. Positiva la condotta di gioco degli azzurri. Ulster spumeggiante

19 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby
item-thumbnail

Zebre Rugby: la rimonta da -21 è già un pezzo di storia. Ora però non bisogna mollare

L'entusiasmo per questa impresa senza precedenti è palpabile all'interno della franchigia. Ma il campo richiama subito all'attenzione

18 settembre 2018 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre: la meta del sorpasso (e del successo) di Fabiani

Il colpo da K.O. tecnico rifilato a Cardiff dal tallonatore azzurro

15 settembre 2018 Foto e video
item-thumbnail

Pro14: le Zebre sono da paura. Rimonta assurda e vittoria (26-24) su Cardiff in extremis

I primi 10 minuti sono da incubo, gli ultimi un tripudio incredibile

15 settembre 2018 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Pro14: quattro cambi nelle Zebre che ricevono i Cardiff Blues

Dal primo minuto entrano in formazione Boni, Tuivaiti e Ceciliani. Due recuperi importanti in panchina

14 settembre 2018 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Momento Italia, parla Conor O’Shea: “Benetton squadra ben allestita. Per le Zebre ci vuole più tempo. Azzurri, ora Irlanda e Georgia”

Il ct della nazionale fotografa l'attualità dell'ovale italiano pensando sia ai Test Match sia alla RWC 2019

12 settembre 2018 Pro 14 / Benetton Rugby