Benetton, rosa al completo con l’arrivo di Dewaldt Duvenage a Treviso

Il mediano di mischia è sbarcato in Ghirada, con un bagaglio importante di esperienze e tanti minuti già giocati con Allan

duvenage benetton

ph. Benetton Rugby

La rosa del Benetton Treviso ora è al completo. Lunedì, al centro di allenamenti della Ghirada, è arrivato anche l’ultimo dei sette nuovi ingaggi della società biancoverde per la stagione 2018/2019, ovvero Dewaldt Duvenage. Classe 1988, il sudafricano è un mediano di mischia che dovrebbe garantire maggiore profondità ed esperienza in un ruolo che tra convocazioni in nazionale ed eventuali infortuni è spesso rimasto troppo scoperto nell’ultimo anno, quando in totale emergenza addirittura Tommaso Iannone si era dovuto riciclare come numero 9 in alcuni frangenti. Completerà il reparto insieme a Tito Tebaldi, Edoardo Gori e Giorgio Bronzini.

Duvenage ha trascorso la sua carriera principalmente a Città del Capo con Stormers e Western Province: con la franchigia del Super Rugby ha messo insieme 93 presenze in 7 stagioni, mentre con la squadra della Currie Cup le apparizioni sono state 60; prima di passare a Western Province, a inizio carriera Duvenage era passato anche dai Boland Cavaliers, club con cui ha esordito nel massimo torneo nazionale sudafricano.

Nel 2013, il giocatore ha deciso di intraprendere un’esperienza in Francia accasandosi al Perpignan, ma incappando subito nell’annata più nera del club sang et or culminata con la prima retrocessione dopo 103 anni di permanenza ininterrotta nel Top 14. Duvenage è poi rimasto in Catalogna per altre due stagioni, collezionando in tutto 72 presenze di cui 21 nel massimo campionato francese.

I tre anni di Duvenage al Perpignan, inoltre, sono coincisi con il triennio trascorso in Francia dal suo nuovo compagno di Tommaso Allan, che dal 2013 al 2016 ha militato proprio nel club catalano. I due hanno giocato insieme da titolari in mediana per 15 volte in tre anni: la prima volta a Montpellier, nel Top 14 2013/2014, mentre l’ultima volta a Aurillac nel Pro D2 2015/2016. Allan, inoltre, non è stato l’unico biancoverde con cui Duvenage ha già giocato, a Perpignan: nel 2015 e nel 2016, infatti, anche Tommaso Benvenuti ha fatto parte della rosa giallorossa (27 presenze in un anno e mezzo).

La carriera internazionale di Duvenage non lo ha mai visto impegnato con gli Springboks, ma solo con il Sudafrica Under 20 durante il Mondiale di categoria del 2008 e con il Sudafrica B nel 2017. Nell’ultima stagione di Super Rugby, invece, Duvenage è stato uno dei titolari degli Stormers, partendo sempre da titolare nelle 13 partite giocate; per la squadra allenata da Robbie Fleck, tuttavia, è stata anche una delle annate peggiori nella storia del torneo, conclusa con dieci sconfitte e abbondantemente fuori dalla zona playoff.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Benetton Rugby, Rhyno Smith: “A Treviso mi sento a casa. Ruolo? Apertura, estremo o ala”

Il sudafricano fa il punto della situazione in vista della partita contro Edimburgo parlando anche del suo inserimento in Italia

item-thumbnail

Benetton Rugby, le parole di Lamaro e Lucchesi dopo la vittoria su Glasgow

I due giocatori del Benetton commentano il successo ottenuto contro Glasgow

item-thumbnail

URC, Leonardo Marin di nuovo a tempo scaduto: Benetton batte Glasgow 19-18

Dopo il drop allo scadere con Edimburgo il numero 10 decide a tempo scaduto anche la gara contro l'altra formazione scozzese

item-thumbnail

URC: la presentazione di Benetton-Glasgow Warriors

Gara importante per i Leoni, che puntano al sorpasso in classifica e a difendere il loro campo contro dei Warriors infarciti di nazionali scozzesi

item-thumbnail

Benetton: la formazione dei leoni per la sfida contro i Glasgow Warriors

Possibile debutto dalla panchina per Alessandro Garbisi. Assente all'apertura Albornoz

item-thumbnail

Benetton, Lamaro: “Pronti per Glasgow. Dobbiamo imparare dalle ultime tre gare per gestire meglio i momenti”

Il flanker azzurro ha parlato a Ben TV, a due giorni dal ritorno in campo dei leoni dopo un mese di pausa