La Federazione tongana è un disastro?

Pagamenti in ritardo per la Pacific Nations Cup e un CEO di fatto inesistente: la versione dell’allenatore Toutai Kefu

tonga test match rugby

ph. Sebastiano pessina

“Certe cose semplicemente non cambiano. Date ai giocatori quello che meritano”. In queste parole di Telusa Veainu c’è tutta la frustrazione di una nazionale, quella tongana, alle prese con i più caratteristici problemi che affliggono i movimenti rugbistici degli arcipelaghi del Pacifico: le Federazioni inadempienti e/o ritardatarie nel pagare i gettoni di presenza ai propri giocatori.

Le Tonga, a giugno, hanno disputato tre incontri, perdendo il primo contro la Georgia e vincendo i successivi contro Samoa e soprattutto Fiji (non succedeva dal 2011), con i primi due incontri validi anche per la Pacific Nations Cup (9 e 16 giugno). Eppure, come riportato da 1 NEWS, a dieci giorni di distanza dalla fine della competizione la Tongan Rugby Union (TRU) non aveva ancora provveduto al pagamento dell’indennizzo previsto per il torneo, a cui andavano aggiunti i bonus da corrispondere per la vittoria contro l’Italia del novembre 2016, sempre secondo 1 NEWS.

Il tongano Hale T-Pole, membro del sindacato dei giocatori del Pacifico, si era espresso così sulla vicenda: “È molto triste vedere cosa sta succedendo. Non sono stati pagati per il loro tempo trascorso lontano da casa e in campo. Alcuni ragazzi lavorano e hanno dovuto prendersi delle ferie, altri che sono nelle Tonga non hanno un lavoro provano ancora a giocare a rugby e non ottengono nulla”.

Il caso era comunque rientrato due giorni dopo, il 28 giugno, e a confermarlo era stato lo stesso T-Pole a 1 NEWS, ma il modo in cui la Federazione viene gestita dagli attuali dirigenti tongani resta preoccupante in base alle testimonianze dei diretti interessanti.

“Stiamo ancora aspettando che il cosidetto CEO Feao Vunipola paghi la squadra e ci offra una birra per le nostre presstazioni” – aveva scritto su Twitter il centro della nazionale Cooper Vuna in merito al comportamento dell’amministratore delegato della TRU, a cui si sono rivolte anche le critiche del coach Toutai Kefu.

“Non parlo con lui da oltre 18 mesi. Non è venuto a nessuna delle partite, non ha fatto nessun augurio alla squadra, nemmeno quando eravamo nelle Tonga lo scorso anno – ha detto Kefu – Apparentemente era nell’arcipelago, ma non è venuto e non ha visto la squadra. Divide il suo tempo tra Regno Unito e Tonga, ma credo che spenda molto più  tempo nel Regno Unito. E non sappiamo realmente dove sia quando è nelle Tonga”.

Il racconto di Kefu a Radio NZ è esemplificativo del paradosso governativo nella Federazione. “Non so cosa faccia, perché stiamo gestendo parallelamente sia la Federazione sia le Ikale Tahi (la nazionale maggiore, ndr) negli ultimi due/tre anni. Stiamo trattando con il governo e con World Rugby da soli”.

Secondo Kefu, inoltre, sarebbe proprio World Rugby a finanziare per il “99,9%” la TRU. “A causa dell’incompetenza della nostra amministrazione, abbiamo perso la possibilità di avere altre fonti di ricavi, sponsorizzazioni e roba simile”. Solo dopo che World Rugby ha accettato la loro richiesta di un finanziamento aggiuntivo, infatti, le Tonga hanno potuto allargare il proprio staff e prepararsi per una settimana a Auckland per gli ultimi Test Match giocati a giugno.

onrugby.it © riproduzione riservata
TAG:
item-thumbnail

Mano pesante di World Rugby contro Rassie Erasmus

Il Director of Rugby degli Sprinhboks sanzionato dopo i fatti seguenti al primo test match contro i Lions

18 Novembre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

Super Rugby Pacific: pubblicato il calendario completo dell’edizione 2022

Si parte il 18 febbraio: 12 squadre al via compresi i Moana Pasifika e i Fijan Drua per il solito appuntamento con lo spettacolo dell'emisfero sud

16 Novembre 2021 Emisfero Sud / Super Rugby
item-thumbnail

La storia di Carl Hayman: il pilone degli All Blacks che soffre di disturbi psichici legati alle concussion

L'incredibile racconto del prima linea, che dopo il ritiro dall'attività agonistica parla apertamente di quello che sta vivendo

3 Novembre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

“Il Giappone dovrebbe far parte del Rugby Championship”

Il terza linea Ben Gunter non ha dubbi sul livello raggiunto dalla squadra orientale, ormai pronta per sfidare le grandi dell'Emisfero Sud

26 Ottobre 2021 Emisfero Sud / Rugby Championship
item-thumbnail

Il ritorno in campo di Ma’a Nonu (e Hosea Gear) in un contesto unico tutto neozelandese

La leggenda degli All Blacks ha giocato in un match di Heartland Championship, divertendosi come un bambino il giorno di Natale...

19 Ottobre 2021 Emisfero Sud
item-thumbnail

L’infinito Ma’a Nonu torna in campo a 39 anni. E con lui un altro ex-All Black…

Sabato ci saranno due debutti molto particolari nell'Heartland Championship, con il centro che è tornato a una condizione...

14 Ottobre 2021 Emisfero Sud