Irlanda: costretto al ritiro Jared Payne, da subito nello staff tecnico di Ulster

Il trequarti di origine neozelandese presente anche nell’ultimo tour dei Lions deve lasciare per infortunio

ph. Sebastiano Pessina

Un’altra gloriosa carriera ovale si conclude al termine di questa stagione a causa dell’impossibilità di recuperare da un infortunio: Jared Payne, utility back di Ulster e della nazionale irlandese, presente in Nuova Zelanda con i Lions britannici la scorsa estate, deve interrompere la propria carriera agonistica a 32 anni dopo un infortunio alla testa occorsogli proprio in estate, nel corso del tour con i British & Irish Lions.

Il giocatore, neozelandese di origine ed equiparato dopo il suo arrivo a Belfast, con la cui franchigia ha disputato 78 partite, entra con effetto immediato nel ruolo di allenatore della difesa per Ulster.

Queste le parole affidate da Payne ad un comunicato stampa congiunto della federazione irlandese e della squadra: “E’ stato un bel viaggio ma sfortunatamente ogni bella cosa ha una fine. Giocare a rugby mi ha portato in luoghi che non avrei mai pensato di vedere e mi ha consentito di conoscere persone che non avrei mai pensato di incontrare.”

“Vorrei ringraziare prima di tutto i miei genitori per il loro aiuto nei miei anni giovanili e mio fratello Josh per essere stato un saccone da placcaggio vivente – ha sdrammatizzato l’ormai ex giocatore – Grazie anche agli allenatori e ai compagni di squadra che negli anni mi hanno reso possibile vivere questo sogno, e allo staff, ai volontari e ai tifosi che hanno reso le partite così speciali. Il supporto che ho ricevuto dalla mia compagna Chrissie e dai nostri figli Jake e Tyler, in particolare negli ultimi 12 mesi, è stato incredibile.”

“Vorrei anche ringraziare tutti i medici e i professionisti che mi hanno supportato dal mio infortunio lo scorso giugno. Sono molto grato per la vostra considerevole cura e attenzione. Sicuramente mi mancherà entrare in campo ogni fine settimane con i miei compagni, ma devo seguire i consigli medici e sfortunatamente abbandonare il sogno. In ogni caso, sono sorpreso da me stesso in quanto mi sia piaciuto allenare e sto davvero aspettando il momento di mettermi in gioco in questo ruolo su base permanente.”

“Per concludere, ringrazio la dirigenza dell’Ulster per darmi questa opportunità di contribuire in questo modo e non vedo l’ora di ripagare la fiducia dimostratami.”

L’inizio della carriera da tecnico di Payne non pteva che passare per l’allenamento della difesa, fase in cui il giocatore è stato uno dei migliori interpreti al mondo soprattutto per le grandissime capacità di lettura delle situazioni. E’ proprio la qualità da regista difensivo che gli ha fruttato le più grandi fortune della carriera, come estremo e come secondo centro dell’Irlanda (20 caps) e dei Lions.

L’Ulster cercherà il rilancio nella prossima stagione dopo un’annata deludente conclusasi però con la qualificazione alla Champions Cup. Jared Payne assisterà il nuovo head coach Dan McFarland nel rinnovato progetto tecnico della squadra nordirlandese.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Il felino “intercetto” di Nigel Owens

L'arbitro più famoso del mondo, durante la sfida tra Ospreys e Dragons, si è trovato su una linea di passaggio, catturando al volo l'ovale

25 marzo 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14: Edinburgh batte Leinster (28-11) e si riavvicina ai playoffs. Scarlets travolti a Cardiff

Gli scozzesi impiegano un'ora per prendersi il punto di bonus contro un avversario senza particolari motivazioni. Crollo Scarlets a Cardiff, i Blues e...

22 marzo 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Galles: Josh Adams firma per i Cardiff Blues

L'ala dei Dragoni, reduce dal Grande Slam, tornerà in patria dopo l'esperienza in Premiership

20 marzo 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Il nuovo corso dei Southern Kings

La franchigia sudafricana ha cambiato proprietà. Presto potrebbe anche cambiare marcia

15 marzo 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

La fusione tra Ospreys e Scarlets “non è sul tavolo”

La franchigia di Llanelli ha riassunto i momenti principali della storia, dichiarando che non è più opzione percorribile

6 marzo 2019 Pro 14 / Altri club
item-thumbnail

Pro14: Edinburgh vola a Monigo, ecco i 23 di Cockerill

La formazione degli scozzesi per la sfida decisiva contro il Benetton

1 marzo 2019 Pro 14 / Altri club