Pro14: Zebre a Galway per sfidare Connacht, i bianconeri ci provano

All’andata i bianconeri si sono imposti per 24-10, ma ora gli irlandesi partono da favoriti. Calcio d’inizio alle ore 20:35

zebre

ph. Luca Sighinolfi

Tra le squadre di medio-bassa classifica nel Pro14, la trasferta a Galway è da sempre la più scomoda per le Zebre. La franchigia irlandese ha vinto tutti gli otto confronti giocati contro i bianconeri allo Sportsground, per di più con divari crescenti con il passare delle stagioni: basti pensare che a gennaio e marzo 2013 le prime due sfide finirono appena 25-20 e 23-19 per i padroni di casa, mentre le ultime si sono concluse per 66-21 e 33-3.

In tempi più recenti, il fattore casalingo è diventato di rilevanza anche per le Zebre, capaci invece di vincere gli ultimi due scontri diretti al Lanfranchi nel 2017, ad aprile (25-22) e dicembre (24-10). Il successo ottenuto nella gara d’andata, inoltre, è l’ultimo dei ducali nel Pro14, arrivato grazie a una bella rimonta nei dieci minuti finali di partita con le mete di Meyer e Venditti.

In quell’occasione, i bianconeri furono costretti a rincorrere dopo una marcatura un po’ causale che aveva portato avanti gli irlandesi, nonostante la partita fosse rimasta sempre nelle mani delle Zebre nel primo tempo. Michael Bradley poteva contare su tutti i suoi fedelissimi, a differenza di quanto accadrà questa sera allo Sportsground. Rispetto a due mesi e mezzo fa, infatti, il coach irlandese non potrà contare su Minozzi, Bellini, Boni, Violi e Lovotti, che non sono stati rilasciati dal CT O’Shea per il weekend; a disposizione invece Biagi, Giammarioli, Bisegni e Fabiani (già in campo contro Munster), più Canna e Mbandà.

Oltre ai ritorni dei nazionali, per la seconda e ultima partita del mini tour sull’isola di Smeraldo, Bradley potrà contare di nuovo su James Tucker, il seconda linea neozelandese visto soltanto contro il Munster a Parma nel mese di novembre e poi infortunatosi al ginocchio. Gli occhi, tuttavia, saranno puntati soprattutto su Carlo Canna. L’apertura torna a giocare dal primo minuto una partita dopo quasi un mese, vista la poca considerazione avuta con l’Italia nelle due partite del Sei Nazioni – con l’Irlanda non è nemmeno entrato dalla panchina -, mentre un po’ tutti, viste le prestazioni offerte fino a gennaio con le Zebre, si aspettavano il beneventano titolare al posto di Allan.

Canna dovrà dirigere una squadra composta in cui spiccano le solite incognite sulle prime linee di scorta, ma anche una terza linea – quella titolare – completa e di grande affidabilità a questo livello. La coppia al centro è ugualmente variegata con la potenza di Afamasaga unita al dinamismo di Bisegni, che possono creare notevoli grattacapi alla difesa irlandese. Sarà una partita speciale per Ciaran Gaffney e Rory Parata, titolari nel triangolo allargato: entrambi sono degli ex, poiché hanno trascorso le passate stagioni al Connacht.

Tra i padroni di casa, quinti nella Conference A con 11 punti in più delle Zebre, coach Robbie Keane fa partire dalla panchina i due nazionali Quinn Roux e Kieran Marmion, mentre deve fare a meno del forte estremo Tiernan O’Halloran. Partita speciale per Finlay Bealham, al centesimo cap con la franchigia. Gli irlandesi sono reduci dalla vittoria contro gli Ospreys per 25-16 e hanno le carte in regola per garantirsi la nona vittoria interna su nove contro le Zebre, anche se il match di andata potrebbe dare gli indizi giusti ai bianconeri per tentare il colpo esterno.

Calcio d’inizio alle ore 20:35, diretta streaming su Eurosport Player.

Le formazioni

Connacht: 15 Darragh Leader, 14 Cian Kelleher, 13 Eoin Griffin, 12 Tom Farrell, 11 Matt Healy, 10 Craig Ronaldson, 9 Caolin Blade, 8 Sean O’Brien (c), 7 Naulia Dawai, 6 Eoghan Masterson, 5 James Cannon, 4 Gavin Thornbury, 3 Finlay Bealham, 2 Tom McCartney, 1 Denis Coulson
A disposizione: 16 Dave Heffernan, 17 Peter McCabe, 18 Conor Carey, 19 Quinn Roux, 20 John Muldoon, 21 Kieran Marmion, 22 Jack Carty, 23 Pita Ahki

Zebre: 15 Ciaran Gaffney, 14 Gabriele Di Giulio, 13 Giulio Bisegni, 12 Faialaga Afamasaga, 11 Rory Parata, 10 Carlo Canna, 9 Guglielmo Palazzani, 8 Renato Giammarioli, 7 Maxime Mbandà, 6 Johan Meyer, 5 George Biagi (c), 4 James Tucker, 3 Eduardo Bello, 2 Oliviero Fabiani, 1 Cruze Ah-Nau
A disposizione:16 Tommaso D’Apice, 17 Andrea De Marchi, 18 Dario Chistolini, 19 David Sisi, 20 Derick Minnie, 21 Riccardo Raffaele, 22 Serafin Bordoli, 23 Giovanbattista Venditti

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Zebre, Iacopo Bianchi e le sue impressioni: “C’è un sacco da lavorare. Voglio migliorare in attacco”

Il terza linea fa il punto della situazione proiettandosi sul suo futuro e su quello della franchigia

9 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Video: OnRugby Relive, la larga vittoria delle Zebre a Newport – Pro14 ’19/’20

Rivivi il brillante successo dei Multicolor contro i Dragons

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Il momento di Federico Mori, tra Nazionale, popolarità ed una famiglia di campionissimi

Abbiamo parlato con il giovane azzurro, nella cui crescita c'è anche lo zampino dello zio Fabrizio, fuoriclasse dell'atletica leggera

5 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Zebre, Paolo Pescetto: “C’è competitività nel ruolo d’apertura. Vorrei acquisire leadership e ritmo”

L'ambientamento, gli obiettivi per il futuro e gli idoli di infanzia: il trequarti parla a cuore aperto

1 Luglio 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

Come funziona con i Permit Player delle Zebre Rugby?

Le differenze pratiche e semantiche rispetto ai Leoni

30 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby
item-thumbnail

A che punto sono gli infortunati delle Zebre?

Ne abbiamo parlato con Rocco Ferrari, responsabile medico della franchigia ducale

29 Giugno 2020 Pro 14 / Zebre Rugby