Clara Munarini: il rugby femminile continua a correre

Il giovane arbitro ha diretto il match tra San Donà e Mogliano

clara munarini

ph. Andrea Pagin

Il rugby femminile fa un altro importante passo in avanti nell’Italia ovale. La sfida di sabato tra San Donà e Mogliano, valida per il Trofeo Eccellenza, è stata diretta da Clara Munarini, prima donna arbitro designata per un incontro della Coppa Italia del rugby italiano. Classe 1989, nata a Parma, la Munarini in questa stagione è stata anche inserita nel panel della tappa di Dubai delle Women’s Sevens Series, che ha inaugurato il circuito a sette femminile 2017/18.

Sabato 23 settembre, nella prima giornata di Eccellenza, Joy Neville aveva arbitrato la sfida tra Petrarca e Lazio. Lo stesso arbitro irlandese in questa stagione ha inoltre diretto l’incontro di Challenge Cup tra Pau e Zebre.

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterGoogle+Pinterest
item-thumbnail

Trofeo Eccellenza: le parole degli allenatori

Ansell e Guidi hanno commentato la finale di Rovigo

26 febbraio 2018 Campionati Italiani / Trofeo Eccellenza
item-thumbnail

Il Trofeo Eccellenza è del San Donà: Fiamme Oro battute 24-0 in finale

Giornata storica il club veneto. Al Battaglini le mete di Catelan, Bertetti e Pratichetti piegano i cremisi

25 febbraio 2018 Campionati Italiani / Trofeo Eccellenza
item-thumbnail

Trofeo Eccellenza: Fiamme Oro e San Donà si giocano il primo titolo dell’anno

A Rovigo va in scena una partita sulla carta molto equilibrata. Calcio d'inizio alle 15, diretta The Rugby Channel

25 febbraio 2018 Campionati Italiani / Trofeo Eccellenza
item-thumbnail

Trofeo Eccellenza: Mogliano ci prende gusto e vince a San Donà

I biancoblu si aggiudicano il derby veneto, mentre i Medicei dilagano a Roma

item-thumbnail

La prima vittoria del Mogliano in stagione

I veneti hanno strappato un successo rocambolesco contro Reggio dopo mesi di sconfitte

item-thumbnail

Fiamme Oro, Guidi: “Felicissimi per la finale e l’atteggiamento dei ragazzi”

Il coach ha fatto i complimenti alle alternative in rosa, dimostratesi all'altezza della situazione