Agli All Blacks bastano sei minuti: Barbarians da applausi ma sconfitti 22-31

Tre mete ravvicinate nella ripresa danno la vittoria ai neozelandesi, deludenti nel primo tempo

ph. Reuters

ph. Reuters

Dopo aver monopolizzato il primo spezzone di gara, i Baa-Baas concretizzano al 9′ una prolungata azione con la meta di Mo’unga. La reazione degli All Blacks ad una splendida corsa di Fifita, la difesa bianconera resiste e al 16′ fa il blitz: un lungo passaggio di Perenara viene intercettato da Luatua nei 22 Barbarians; il terza linea di Bristol ribalta l’azione e scarica per la seconda meta firmata da Bridge. Questa volta i neri rispondono concretamente: Perenara e Naholo combinano sul lato chiuso, l’ala tira fuori un offload spettacolare e il mediano di mischia riesce a schiacciare per il 10-5.

Quando attacca, la selezione ad inviti però è sempre una spina nel fianco per gli All Blacks, che nel frattempo subiscono un altro intercetto quasi mortifero da Luatua al 25′, senza gravi conseguenze. La terza meta bianconera arriva comunque al 30′ con l’australiano Sam Carter, che va oltre dopo una serie di pick&go. Dopo qualche minuto interlocutorio, gli All Blacks tornano a colpire: un doppio offload di Barrett prima e (ancora) di Naholo poi permettono a Fifita di marcare da distanza ravvicinata nell’angolo per il 17-10. A prescindere dalla meta, tuttavia, i neozelandesi appaiono imballati e non calati perfettamente nel contesto, e i bianconeri ne approfittano per mantenere il punteggio invariato all’intervallo.

 

Al rientro in campo l’approccio degli All Blacks è sensibilmente diverso, anche se la meta non arriva. Anzi. Sono i bianconeri ad arrivare vicini alla marcatura: dopo una grande uscita dai ventidue di Vorster con un calcetto a scavalcare, Kwagga Smith si lancia verso la zona rossa degli All Blacks prima che Naholo annulli. Sarebbe mischia a 5 metri con introduzione Barbarians, ma Owens ravvisa un fallo di Vorster all’inizio dell’azione e ritorna sui suoi passi. Gli All Blacks vengono respinti ancora da un’eccezionale Kwagga Smith, che guida un altro contropiede bianconero al 50′ ma senza successo.

Il predominio territoriale è comunque tutto della squadra di Steve Hansen, che nel giro di sei minuti mettono a posto il risultato: al 54′ Laumape entra come un treno in corsa nella difesa bianconera e pareggia; due minuti più tardi e gli All Blacks la ribaltano definitivamente con Sam Cane, che sfrutta due break di Naholo e di Laumape; al 60′ è Taylor a sfruttare un rimbalzo fortunoso e a schiacciare il 17-31. I Barbarians ci mettono un po’ per tornare a macinare gioco e lo fanno con la spensieratezza che li contraddistingue, ma senza trovare un varco nella difesa avversaria. Al 67′ entra in campo l’atteso Asafo Aumua, alla sua prima in maglia All Blacks, ma sono maggiormente i Barbarians a tenere palla, pur in maniera sterile. Soltanto nel finale i bianconeri riescono nuovamente a marcare con George Bridge, che raccoglie un pallone vagante firma il 22-31 finale dopo che il gioco era ripreso con un kick-off in stile football americano. Robe da Barbarians.

 

Barbarians: 15 George Bridge, 14 Julian Savea, 13 Richard Buckman, 12 Harold Vorster, 11 Vince Aso, 10 Richie Mo’unga, 9 Andy Ellis (c), 8 Luke Whitelock, 7 Kwagga Smith, 6 Steven Luatua, 5 Dominic Bird, 4 Sam Carter, 3 Atu Moli, 2 Adriaan Strauss, 1 Jacques van Rooyen
A disposizione: 16 Akker van der Merwe, 17 Ben Franks, 18 Ruan Smith, 19 Willie Britz, 20 Ruan Ackermann, 21 Mitchell Drummond, 22 Robert du Preez, 23 Dillon Hunt

Marcatori Barbarians

Mete: Mo’unga (9), Bridge (16, 80+1), Carter (30)
Conversioni: Mo’unga (30), du Preez (80+1)
Punizioni:

 

All Blacks: 15 David Havili, 14 Waisake Naholo, 13 Anton Lienert-Brown, 12 Ngani Laumape, 11 Seta Tamanivalu, 10 Beauden Barrett (c), 9 TJ Perenara, 8 Jerome Kaino, 7 Ardie Savea, 6 Vaea Fifita, 5 Scott Barrett, 4 Luke Romano, 3 Ofa Tu’ungafas, 2 Nathan Harris, 1 Kane Hames
A disposizione: 16 Asafo Aumua, 17 Tim Perry, 18 Jeffery Toomaga-Allen, 19 Patrick Tuipulotu, 20 Sam Cane, 21 Tawera Kerr-Barlow, 22 Lima Sopoaga, 23 Matt Duffie

Marcatori All Blacks

Mete: Perenara (18), Fifita (36), Laumape (54), Cane (56), Taylor (60)
Conversioni: Barrett (54, 56, 60)
Punizioni:

onrugby.it © riproduzione riservata
FacebookTwitterPinterest
item-thumbnail

I Barbarians sbarcano in Brasile

Il club a inviti più famoso di Ovalia giocherà contro la nazionale verdeoro a San Paolo domani sera

19 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Il primo Galles di Wayne Pivac

Il nuovo head coach ha diramato le proprie convocazioni per la sfida del 30 novembre contro i Barbarians allenati da Warren Gatland

19 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Test Match femminile: Scozia, l’orgoglio non basta. Un grande Galles vince a Glasgow

Allo Scotstoun Stadium finisce 3-17. La Scozia ci prova ma non può nulla contro un grande Galles

17 Novembre 2019 News
item-thumbnail

Gli highlights della vittoria delle Fiji sui Barbarians

Il sorprendente successo della nazionale oceanica a Twickenham, contro la selezione bianconera allenata da Eddie Jones

17 Novembre 2019 Foto e video
item-thumbnail

British & Irish Lions 2021: Warren Gatland avrebbe già selezionato 11 giocatori

Il coach neozelandese ha voglia di portarsi avanti con il lavoro da svolgere

14 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match
item-thumbnail

Il XV dei Barbarians per la sfida di Twickenham contro le Fiji

Rory Best sarà il capitano dei bianconeri nella sua ultima partita della carriera

13 Novembre 2019 6 Nazioni – Test match / Test Match