Tchale-Watchou: “Il rugby formava uomini, oggi sforna macchine”

Il presidente di Provale contro il rugby iper fisico. Tra caso Racing92 e medici indipendenti

ph. Sebastiano Pessina

ph. Sebastiano Pessina

Robins Tchale-Watchou, seconda linea classe 1983 nata in Camerun in forza da quattro stagioni Montpellier e attuale presidente della Provale, il sindacato dei giocatori pro francesi, parlando con Reuters ha lanciato una dura accusa contro la strada che il rugby professionistico sta prendendo, tra fisicità esasperata e non tutela della salute dei giocatori.

 

Parte dal recente caso che ha coinvolto tre giocatori del Racing92 e per Tchale-Watchou il problema sta a monte dell’assoluzione: “Per quanto sostanze non proibite, se devi assumere corticoidi per giocare significa che qualcosa non funziona e che c’è un problema. Non parlarne sarebbe un grande errore. Ne abbiamo bisogno? Possiamo continuare così? Hanno assunto qualcosa di legale, certo, ma è necessario tutto ciò? Questa è la vera domanda”. E sotto accusa finisce il rugby dei fisici iper pompati e degli impatti sempre più forti: “Una volta il rugby formava uomini, oggi sforna macchine. E i giocatori sono come rottami. La chiave è il lato umano dello sport: se lo perdiamo cosa succederà?”. Un impegno, quello della sensibilizzazione, che per il seconda linea deve essere trasmesso ai giovani: “Questo dico loro: sono abbastanza sicuro che non avrete una carriera lunga come la mia. Io sarò un vecchio a pezzi, ma per voi sarà peggio. A trent’anni vi sarete già operati tre/quattro volte. In che condizione sarete? Il rugby è arrivato ad un punto in cui può mettere in pericolo la salute: Teddy Thomas, del Racing92, è sempre infortunato: di dieci anni di carriera, sette li passerà infortunato”.

 

Per migliorare la situazione, servono consapevolezza e collaborazione tra tutti: club, medici e i giocatori stessi. “Siamo tutti responsabili e se avremo fatto troppo poco, la colpa è nostra. E i medici sono sotto pressione: devono garantire la sicurezza dei giocatori ma ricevono pressioni per non influenzarne troppo il rendimento con le loro diagnosi. Devono avere un ruolo più indipendente: dovrebbero essere a libro paga della lega o della federazione“.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Mathieu Bastareaud: gli infortuni lo spingono a pensare al ritiro

L'ex internazionale francese deve fare i conti con l'età e con l'usura del suo corpo, dopo anni di intense battaglie

30 Novembre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Il Top14 finisce in diretta tv…in Giappone

Il campionato francese finirà dal vivo in televisione anche nel paese del Sol Levante dopo l'ultimo accordo firmato con un emittente nipponica

26 Novembre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14: novità importanti sul futuro di Handrè Pollard, attuale compagno di Paolo Garbisi

Il fenomeno sudafricano lascerà Montpellier al termine della stagione, quindi per il mediano azzurro si aprono scenari interessanti...

23 Novembre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top 14: Ange Capuozzo nel mirino delle big

L'estremo del Grenoble, fresco della sua prima presenza con l'Italia A, è seguito da Bordeaux e Racing 92

1 Novembre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Top14, terremoto a Tolone: Patrice Collazo non è più l’allenatore dei rouge et noir

Situazione grave per la squadra di Sergio Parisse: classifica molto complicata e, stando alla stampa francese, giocatori che erano sul piede di guerra

27 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14
item-thumbnail

Rugbymercato: Paolo Garbisi potrebbe diventare compagno di squadra di George Ford

L'apertura inglese è al centro di un intrigo di mercato, che riguarda anche la sua carriera internazionale

27 Ottobre 2021 Emisfero Nord / Top 14