Pro12: Glasgow-Zebre Rugby, le parole di coach Guidi e capitan Bortolami

Il tecnico dei ducali annota: alcuni giocatori non possono competere a questo livello

ph. Luca Sighinolfi

ph. Luca Sighinolfi

Queste le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico Gianluca Guidi e dal capitano di giornata Marco Bortolami al termine della partita contro i Glasgow Warriors, persa dai ducali dopo un buonissimo primo tempo.

 

Gianluca Guidi: i Glasgow Warriors ci hanno punito in maniera giusta anche se le Zebre non si meritano questo divario nel punteggio: siamo di fronte ad una coperta corta a livello numerico per i tanti infortuni di questo periodo […] Sul 28-14 mi aspettavo di più dalla panchina, i nostri cambi sono stati poco incisivi. A questo livello i cambi non possono entrare con questo atteggiamento sbagliato […] Rimaniamo sulle cose positive apprezzando l’impegno di tanti ragazzi ma annotando che alcuni non possono competere a questo livello che deve essere considerato un punto di partenza non di arrivo della carriera. Ci sono state tante sorprese positive in questo periodo quali per esempio Fabiani, Ruzza e Pratichetti: anche stasera hanno giocato alla pari contro quotati nazionali scozzesi. Con questo gruppo di ragazzi possiamo competere nel futuro, con un gruppo di giocatori che hanno motivazioni e compattezza fisica, onorando questa maglia.

 

Marco Bortolami: nel secondo tempo ci siamo esposti troppo agli attacchi degli avversari giocando nelle zone sbagliate del campo con un gioco al piede approssimativo. Sicuramente c’è un gap d’intensità: la squadra è andata in confusione nel secondo tempo senza mantenere il sangue freddo. Peccato perché abbiamo giocato alla pari 50 minuti e potevamo continuare a giocare quadrati e sfruttare le opportunità che abbiamo creato. Invece abbiamo giocato male nei nostri 22 e loro ci hanno punito: serve più concretezza con gioco semplice e ordinato. Nella ripresa ci hanno attaccato più vicino ai punti d’incontro e non siamo riusciti a reagire al loro cambio di strategia. Analizzando la partita la squadra ha subito troppa pressione per errori nostri che a questo livello hanno un peso importante nell’economia della partita.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Il rebranding delle Zebre

Nuovo logo e nuovi colori sociali per la franchigia di Parma, nel tentativo di legarsi sempre di più alla città

item-thumbnail

Nicolò Teneggi è un nuovo giocatore delle Zebre

L'apertura dell'Italia under 20 passa alla franchigia ducale

item-thumbnail

Zebre, la ricetta di Aldo Birchall: “Cambiare la mentalità dei ragazzi, difesa più aggressiva e cose semplici”

L'allenatore della difesa: "L'ambiente è migliorato sotto tutti i punti di vista"

item-thumbnail

United Rugby Championship: le date e gli orari delle partite delle Zebre

Tutti i dettagli su quando giocherà la franchigia ducale nell'URC della prossima stagione

item-thumbnail

Zebre: operazione e lungo stop per Dennis Visser

Il seconda linea sudafricano dovrà saltare la prima parte dello United Rugby Championship

item-thumbnail

Zebre, Fabio Roselli: “Obiettivo vincere le partite che perdevamo per pochi punti. Entusiasmo parola chiave”

L'allenatore della franchigia ducale ha fatto il punto dopo la prima settimana di lavoro collettivo verso la prossima stagione