La Reno batte l’Arezzo 30 a 20

I gialloblu vincono la settima partita consecutiva e mettono una ipoteca sulla salvezza

arezzo bolognaUna partita che non ti aspetti. Una Reno a tre volti che inizia giocando come sa, poi si blocca ed infine, con caparbietà e lottando duramente, porta a casa la gara, il bonus e una buona fetta della salvezza.
La Reno parte bene, al 5′ , nella prima azione dentro ai 22 avversari, un bel kick pass di Fuina libera Vallone lungo linea, breve corsa e meta alla bandierina. Nonostante la posizione e il vento Sacchetti trasforma per il 7 a 0.
L’Arezzo di oggi però non è quello che ha subito 50 punti a dicembre; più organizzato e più ficcante con i trequarti parte subito all’ attacco. Al 9′ non mette a segno una punizione ma nell’ azione successiva riconquista l’ovale e complice un fallo della Reno (troppo indisciplinata quest’oggi !) va in touche ai 5 metri. Rapida rimessa, palla al loro centro con una corsa sfrutta l’involontario velo dell’ arbitro e schiaccia oltre la linea per il temporaneo 7 – 5.
La Reno non perde tempo, guadagna la palla nelle metà campo toscana e con una serie di percussioni arriva nei 22; fallo degli aretini , battuta veloce di Fuina, palla che arriva a Venturi, finta e scatto repentino dell’ ala gialloblu che sorprende la difesa aretina e va in meta all’ angolo. Questa volta Sacchetti non trova la H e al 17′ il punteggio va sul 12 a 5.
E’ il momento migliore dei gialloblu felsinei , sembranno padroni del gioco; al 25′, dopo un fallo vanno in touche ai 5, provano una driving maul ma vengono fermati, un paio di mini unit per impegnare gli ospiti e poi il mediano fa partire una rapida transizione con i trequarti, ovale all’ ala e per la seconda volta Vallone varca la linea: 17 a 5.
La Reno gioca bene ma Arezzo con determinazione riprende in mano la gara e mette in difficoltà i bolognesi che sbagliano molti punti d’incontro; al 31′ i gialloblu hanno una mischia a favore nella propria metà campo, palla tallonata male, l’aggressività del mediano avversario che fa commettere un errore a Furetti , ovale riconquistato dai toscani che da ottima posizione riescono a trovare , dopo alcune fasi , la meta del 12 a 17. Nell’ azione la Reno perde per infortunio la sua apertura, entra Savoia come centro, Cavedale va all’ estremo e Sacchetti torna all’apertura. Calcio di invio, palla agli aretini che attaccano, la Reno tarda a rischierarsi con i nuovi assetti , l’estremo avversario legge bene le difficoltà e con una splendida corsa taglia come una lama nel burro le linee gialloblu, elude un paio di placcaggi e, al 35′ va in metà per il pareggio. La Reno pare risentire di questo fulmineo uno -due degli ospiti e non riesce ad organizzare una reazione, anzi, allo scadere del tempo, regala un fallo al Vasari da buona posizione, gli aretini ringraziano e vanno in vantaggio per 20 a 17. Nella pausa i ragazzi di Capone si chiariscono le idee e ritornano in campo con una maggior concentrazione. Calcio della Reno, pallone riconquistato e punizione guadagnata. Dopo un paio di minuti Sacchetti non sbaglia il calcio da 35 metri e riporta i suoi in parità. I gialloblu sono molto decisi e costringono il Vasari nel proprio campo; producono azioni pericolose ma spesso vanificano il tutto con avanti o perdendo palle in ruck . Al 18′ il continuo attacco della Reno frutta un altra facile punizione centrale, Sacchetti porta in vantaggio i gialloblu. La partita continua sulla stessa falsariga, la Reno provo a costruire azioni pericolose, i toscani si difendono con ordine e provano a controattaccare senza però impensierire troppo i bolognesi. Al 30′ i gialloblu sono di nuovo nei 22 aretini e provano ad offendere con ripetute fasi degli avanti, quando Furetti passa la palla a Vito che con una perfetta percussione diagonale trova la strada giusta per la meta . É l’azione che segna l’incontro, dopo la trasformazione i gialloblu portano il gap a 10 punti. La gara non cambia più verso, Arezzo prova negli ultimi minuti ad accorciare il punteggio ma spreca una punizione nell’ ultima azione di gioco. I gialloblu consolidano il loro primato e portano a 22 i punti di distacco dalla penultima in classifica.
Il campionato si ferma ancora per l’ultima pausa del Sei Nazioni, la Reno ritornerà in campo solo a fine marzo nella trasferta contro il Viterbo ultimo in classifica.

La classifica: Reno 24, Modena 18, Arezzo 13, Paganica 11, Cecina 2, Viterbo 1.

Reno : 15 Sacchetti, 14 Venturi, 13 Cavedale, 12 Dal Pozzo, 11 Vallone, 10 Fuina, 9 Furetti, 8 Scafidi, 7 Ruggeri, 6 Domenichini, 5 Pesci, 4 Faggioli, 3 Vito, 2 Frezzati, 1 Murgulet ;
16 Corsini , 17 Bertuzzi , 18 Calabro’, 19 Rossi, 21 Dall’ Omo , 22 Galliani , 23 Savoia.

onrugby.it © riproduzione riservata
item-thumbnail

Una giovane atleta della Partenope Rugby scelta come mascotte di Land Rover Italia alla RWC 2015

Giusy Ambrosio il prossimo 4 ottobre volerà a Londra per assistere a Italia-Irlanda

6 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

A scuola di rugby e di valori con un maestro d’eccezione: Diego Dominguez

Concluso il Gruppo Mediobanca Rugby Camp, lunedì inizia il Diego Dominguez Rugby Camp

4 Luglio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: Domenica 21 a Roma seconda tappa del torneo Under 12

Dopo il successo di Padova nuovo appuntamento sul campo della Capitolina

16 Giugno 2015 Club
item-thumbnail

ASD Rugby Sambuceto 2008 cerca tecnici per la stagione 2015/2016

La società abruzzese attende candidature

28 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Land Rover Cup: domenica a Padova in campo le under-12 venete

Si replica domenica 21 giugno a Roma alla Capitolina

27 Maggio 2015 Club
item-thumbnail

Torneo old Maledetti Toscani: scendono in campo agonismo e goliardia

Appuntamento sabato 16 allo stadio Chersoni di Iolo

12 Maggio 2015 Club